Al via domani a Braccagni (Gr) la Conferenza regionale della caccia 2019

FIRENZE – A dieci anni dall'ultima Conferenza regionale della caccia, la Regione Toscana organizza un nuovo momento di condivisione e confronto a livello regionale con tutti i soggetti interessati. Il 28 e 29 giugno, a Braccagni (Grosseto), presso il Centro fiere Il Madonnino si terrà la Conferenza della caccia 2019, il nuovo appuntamento al quale è chiamato tutto il mondo venatorio, agricolo, della protezione ambientale per fare insieme alla Regione un'analisi e una riflessione sullo stato e sul futuro della gestione faunistico venatoria in Toscana.

Molto è cambiato dal 2009 nel mondo rurale, dalle attività in cui si è assistito all'avanzare di diverse gestioni colturali e all'abbandono delle terre marginali, al quadro istituzionale con il passaggio delle competenze dalle Province alle Regione fino ai nuovi scenari dettati dai cambiamenti climatici.
"Un quadro che ci nette nelle condizioni di fare il punto per una valutazione e una riflessione in grado di far nascere propositi per il futuro – ha detto l'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi – Questa conferenza non sarà un punto di arrivo ma un punto di partenza. Da qui prenderanno corpo un lavoro e un confronto, già avviati dai vari tavoli che si sono riuniti periodicamente fino ad oggi, per lanciare proposte e tracciare insieme il nuovo corso".

Domani, alle ore 13, è previsto un briefing con l'assessore Remaschi.


NOTA PER LE REDAZIONI
Contrariamente a quanto annunciato precedentemente, non è possibile per ragioni tecniche organizzare il pullmino da Firenze a Braccagni: ci scusiamo con i colleghi giornalisti.

I commenti sono chiusi