Parla come mangi: l’infografica per vivere anche da casa lo street food d’Europa

In un periodo in cui i viaggi sono limitati, Babbel, app dell’apprendimento delle lingue online, invita tutti a viaggiare virtualmente con un un’infografica realizzata appositamente per andare alla scoperta dalla propria cucina dello street food di tutta Europa.

L’infografica “Parla come mangi” permette a chi legge di scoprire i sapori più autentici dei vari Paesi europei, proponendo una vera e propria “mappa del gusto”: chi mangia cosa? E dove? E chi ha detto che per viaggiare bisogna spostarsi fisicamente, magari prendendo un aereo, e che non si possa invece semplicemente volare con l’immaginazione o dedicarsi alla preparazione di qualche piatto street tipico nella propria cucina, stuzzicando così anche i palati più golosi?

Si parte così per un viaggio attraverso le capitali europee dello street food, alla scoperta delle tradizioni e della cultura gastronomica locale: dai bocadillos spagnoli al dolce pastel de nata portoghese, dalle aringhe olandesi del Nord fino ai souvlaki greci del Sud – ovviamente senza dimenticare i grandi classici regionali italiani, come la pizza al taglio o i soffici tramezzini imbottiti!

E per quando si potrà tornare a viaggiare realmente, nell’infografica si potranno trovare tanti utili consigli per gustare al meglio lo street food in ogni singolo paese, anche in tutta sicurezza! Immancabili le frasi da usare nelle varie lingue straniere per ordinare lo street food in estrema facilità, entrando così nel pieno mood di un vero “local”.

Il viaggio gastronomico proposto da Babbel si conclude con un viaggio nel tempo: curiosità sulla storia antica e moderna dello street food dalla nascita ad Alessandria d’Egitto fino ai moderni social network, che hanno incoronato lo street food come il protagonista assoluto di migliaia di foto e video.

le auto “cult” protagoniste delle serie tv italiane e straniere

Suburra, Gomorra, Stranger Things e tante altre tra Porsche, Lamborghini e Fiat

Negli ultimi anni le serie tv italiane e straniere hanno conquistato milioni di spettatori con le loro trame sorprendenti e avvincenti, divenendo ormai oggetto di culto insieme ai loro protagonisti. Non è raro però che accanto a questi si trovino altre star più silenziose ma non per questo meno importanti: le automobili che li accompagnano nelle loro avventure.

Per questo motivo automobile.it ha selezionato le vetture più rappresentative della ondata più recente di serie TV “cult” in uno speciale di due parti: uno per le serie straniere e l’altro per quelle italiane.

Partendo dagli esempi di casa nostra, la lista è lunga e variegata. Aprono la gallery i modelli vintage protagonisti di Romanzo Criminale: Dandi preferisce guidare la Lancia Fulvia HF Coupé, una berlinetta dalle linee affascinanti e raffinate, mentre il Libanese è spesso a bordo della sua Porsche 911 Cabrio.  

Ambientazione ormai “storica” anche quella di 1992, serie che vede protagonista Stefano Accorsi a bordo di un’altra Porsche, una Carrera Cabrio serie 964 lanciata nel 1989.

I grandi classici delle automobili non finiscono qui, e possono anche essere alla portata di tutti (o quasi): sul piccolo schermo è finita come protagonista anche la Fiat Tipo DGT prima serie, partner fedele di Salvo Montalbano per le strade di Vigata, mentre un’altra Fiat, la 1500S Cabriolet, è guidata da Stefano Carracci tra le strade di Napoli in L’Amica Geniale.

Venendo ad esempi più recenti si arriva a Gomorra e Suburra: nella prima troviamo la VW Touareg di Ciro Di Marzio, l’Alfa Romeo 156 di Genny Savastano e la Mercedes Classe E di Pietro Savastano, mentre tra le vie di Roma troviamo la Jeep Wrangler dura e pura di Aureliano Adami e la fuori serie Lamborghini Murcielago Roadster da 580cv del mitico Spadino Anacleti.

Passando al mondo delle serie tv straniere, non si poteva che partire da due serie che hanno segnato in maniera indelebile l’ultimo decennio televisivo: Breaking Bad e Stranger Things. Walter White di Breaking Bad si sposta per Albuquerque con la sua Pontiac Aztek, mentre in Stranger Things – serie ambientata negli anni ’80 – troviamo una BMW 733i, una Chevrolet Blazer K5, una Ford Pinto e una VW Cabrio.

Un’altra Porsche, la 935 circuit da 560cv, è guidata da Pablo Escobar in Narcos, mentre troviamo le Land Rover 80 e 86 in The Crown e la massiccia Chevrolet Tahoe in House of Cards. Le serie americane non si fanno mancare nemmeno un prototipo futuristico come la Audi Aicon, protagonista di Westworld.

CoronaVirus: a rischio anche l’auto? Ecco come evitare brutte sorprese

L’emergenza sanitaria Covid-19 ha obbligato l’Italia intera a fermarsi. Tra restrizioni e divieti, la maggior parte delle famiglie è costretta a stare in casa e a limitare allo stretto necessario gli spostamenti, così anche molte vetture sono a riposo forzato in garage o in strada.

Attenzione però a non sottovalutare questo periodo di inattività, potenzialmente molto dannoso per i mezzi a quattro ruote. Dalla batteria ai freni, le parti da tenere sotto controllo sono diverse, per questo automobile.it ha fornito una serie di consigli per la corretta manutenzione della vettura così da essere pronti a ripartire, dopo lo stop Coronavirus, senza alcun problema.

È arrivato il momento di rispolverare la cassetta degli attrezzi e trasformare quello della cura dell’auto in una sorta di hobby. In fondo si tratta di piccole attenzioni che si rivelano però fondamentali per preservare l’efficienza dell’automobile.

Il primo elemento a cui prestare attenzione è la batteria: un lungo periodo di inattività può infatti andare ad intaccare la riserva di carica. Bisogna assicurarsi che non ci sia la presenza di assorbimenti che possano scaricarla, anche piccoli accessori rimasti inseriti possono infatti causare problemi. Attenzione poi al classico consiglio di staccare la batteria, le auto più recenti potrebbero avere problemi legati agli impianti di elettronica.

Più semplici da curare, ma altrettanto importanti, sono gli pneumatici: qui il problema è la possibile deformazione, visto che il peso della vettura ferma sullo stesso punto del pneumatico potrebbe farlo ovalizzare. Altri problemi sono infine legati all’impianto frenante – i dischi potrebbero sviluppare ruggine superficiale e le pasticche potrebbero aderire ad esso – e alla carrozzeria: in questo caso i nemici principali sono alberi e resina.

Ecco le attenzioni grazie alle quali si potrà preparare la propria automobile a ripartire per la tanto attesa fase due.

Aprire una startup senza rischi: il GoWebinar con Gianluca Stamerra

Torna l’appuntamento con i GoWebinar, gli eventi gratuiti di formazione ideati da GoDaddy per promuovere la cultura digitale e aiutare le imprese e i nuovi imprenditori a utilizzare al meglio tutti i nuovi strumenti che il web mette oggi a disposizione.

Il secondo GoWebinar è fissato il 14 aprile e vedrà l’intervento di Gianluca Stamerra, Regional Director di GoDaddy Italia, Spagna e Francia che affronterà un argomento tanto delicato quanto discusso: come ridurre il rischio di aprire una startup.

Molte delle nuove imprese che cercano oggi di sfondare sul mercato, infatti, non arrivano purtroppo al primo anno di attività. Per assicurarsi di non entrare a far parte di questo gruppo e allo stesso tempo superare le paure iniziali di fare impresa, bisogna adottare una strategia d’azione mirata e pianificata.

Gianluca, grazie alla sua esperienza come visiting professor presso l’Università Autonoma di Madrid dove tiene la cattedra di Strategia di Marketing per Startup, fornirà informazioni e suggerimenti utili per ridurre i rischi legati all’apertura di una nuova impresa.

Nel corso dell’intervento verranno toccate diverse tematiche fondamentali che ogni startupper dovrebbe sempre tenere in considerazione. Si partirà dal valore dell’idea e dal timore di raccontarla, così da capire come valorizzarla e presentarla a meglio, passando per quegli strumenti utili per affinare il progetto. Oltre a questi verranno poi toccati altri argomenti specifici che bisogna affrontare concretamente quando si apre una nuova startup:  il patto tra soci e la divisione delle equity e le varie possibilità e modelli di finanziamento per una startup.

Per seguire questo GoWebinar basterà collegarsi al blog di GoDaddy, dove verrà pubblicata una pagina per vedere gratuitamente l’intervento senza bisogno di registrazione.

Con queste iniziative di formazione GoDaddy, il provider di domini con più utenti al mondo, vuole aiutare gli imprenditori italiani a trovare il loro punto di svolta e portare il proprio business ad un nuovo livello. Per restare aggiornati sui prossimi appuntamento con i GoWebinar e sulle ultime novità è possibile seguire i profili social e il blog di GoDaddy.

Auto familiari: le migliori soluzioni 2020

1 ora e 25 minuti al giorno per 286 giorni l’anno: questo è in media il tempo che gli italiani trascorrono al volante della propria auto. Tra grandi città e piccoli capoluoghi, dunque, sono oltre 38 milioni le vetture in circolazione, ma quali sono quelle più adatte per una famiglia?

Il sito automobile.it di proprietà del gruppo eBay, ha creato una video-guida alle migliori family car del 2020 in collaborazione con Fjona Cakalli.

Nel video la blogger e youtuber esperta di tecnologia e automobili, descrive con informazioni tecniche e dettagli interessanti le 5 migliori auto familiari oggi in circolazione, così da aiutare gli automobilisti nella scelta dell’auto perfetta per tutta la famiglia.

Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia si trovano 11,6 milioni di famiglie con figli, queste nel 33% dei casi ne hanno solo uno, nel 28% due, mentre un milione di famiglie ha tre o più figli. Quanti posti e quanto spazio a bordo deve dunque avere l’auto perfetta per la famiglia? Le alternative non mancano e se in molti casi bastano i canonici 5 posti, è sempre bene non rinunciare ad un bagagliaio extra large e, per le famiglie più grandi, a una soluzione a 7 posti.

Si parte dalle tradizionali station wagon, visto che oggi si trovano delle vetture di ultima generazione come la Peugeot 508 SW e la Kia Proceed o, per chi desidera qualcosa in più, la Volvo V60 che offre alti livelli di comfort e tecnologia a bordo tipici della casa svedese.

Per chi, invece, ha a disposizione un budget inferiore due ottime vetture sono la Fiat Tipo Station Wagon che ha tanto spazio da offrire grazie ai suoi 4.53 metri di lunghezza e un bagagliaio da 550 litri, e la Dacia Logan MCV che ha un prezzo base di soli 8.700 euro.Infine, tra le auto a 7 posti consigliate ci sono opzioni come il nuovo Suv Skoda Kodiaq, ottima qualità sia nelle finiture interne che nelle dotazioni tecnologiche, la monovolume Ford S-Max, dimensioni generose e interni confortevoli ad alta tecnologia, oppure il Peugeot Rifter, vettura versatile e pronta per tutte le occasioni che sviluppa una capacità di carico fino a 2693 litri.