frenopersciacalli disegna le copertine Fb di Controradio di agosto

frenopersciacalli disegna le copertine Fb di Controradio di agosto

Firenze, è frenopersciacalli a disegnare, in esclusiva per il progetto di Controradio “Le copertine di Controradio Facebook”, gli Art-works per il mese di agosto.

Per l’occasione frenopersciacalli ha creato la serie OBBEDIRE: “Una lettura al contrario degli obblighi a cui ognuno di noi è sottoposto ogni giorno, domiciliarmente, socialmente, interiormente… In questa lettura figurata, la parte obbediente (l’animale) disubbidisce all’ipotetico controllo (padrone). Indocile fluttua, vola o rifugge trascinando con se il suo regolamento. Rendendo possibile anche una disubbidienza gravitazionale; indomabile sotto ogni forma”.

frenopersciacalli, vince il primo premio a 4 anni in un concorso di pittura organizzato dal campeggio abusivo dove aveva un terreno la sua famiglia.
Da quel momento, qualsiasi fosse il supporto: carta, muri, pelle… non ha più smesso di dipingere, ma solo di ricevere premi.
Diplomato al liceo artistico e all’accademia di Firenze, frenopersciacalli è figlio di restauratori e pittori fiorentini e respira da sempre un ambiente creativo e informale.
Pittore, tatuatore, muralista, non ama le definizioni, alle volte confuso come street artist, preferisce sentirsi un libero disegnatore.
frenopersciacalli lavora come tatuatore al Lacrimanera Tattoo Saloon. Generatore di abbandoni urbani di opere su materiale trovato in strada.
I suoi murales si trovano in fabbriche abbandonate, casolari, proprietà private, sottopassi e locali.

GALLERIA: https://www.controradio.it/le-copertine-facebook-di-controradio/

L'articolo frenopersciacalli disegna le copertine Fb di Controradio di agosto proviene da www.controradio.it.

Presidente Q1 Firenze Sguanci passa a Italia Viva

Presidente Q1 Firenze Sguanci passa a Italia Viva

Firenze, “Dopo molte notti insonni e un travaglio interiore che mi ha spossato – così inizia un lungo post su Facebook del presidente del Quartiere 1 di Firenze Maurizio Sguanci – ho deciso di gettare il cuore oltre l’ostacolo e di aderire ad Italia Viva”.

“Faccio questa scelta – si legge poi nel post di Sguanci – con grande sofferenza, dopo decenni di militanza e anni di impegno nella amministrazione cittadina, ma ritengo sia giusto essere coerenti con le proprie idee e la propria sensibilità. Spero che nessuno la strumentalizzi”.

Sguanci cita anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, “un carissimo amico: potrà contare su di me, sempre ed incondizionatamente, così come è stato e sarà per il futuro. Lo ringrazio per l’affetto che mi ha sempre dimostrato. Se questa scelta è stata tanto lacerante lo è stata sì per la mia storia e per tutto quello che mi lega ad essa, ma soprattutto per l’enorme stima ed affetto che ho nei suoi confronti”.

“Posso cambiare partito ma non la persona che sono – conclude poi Sguanci – sempre a disposizione dell’amministrazione e dei tantissimi cittadini che venendo a trovarmi avranno sempre davanti chi è pronto ad ascoltarli e a farsi in quattro, se possibile, per aiutarli.

L'articolo Presidente Q1 Firenze Sguanci passa a Italia Viva proviene da www.controradio.it.

‘Corri la vita’, la XVIII edizione ai tempi del Coronavirus

‘Corri la vita’, la XVIII edizione ai tempi del Coronavirus

🔈Firenze, presentata la XVIII edizione di ‘Corri la vita’, quest’anno però, non ci sarà la tradizionale corsa cittadina lungo percorsi prestabiliti, ma verrà promosso lo sport individuale da svolgere all’aria aperta in compagnia di amici e familiari, con i testimonial di ‘Corri la vita’ che si collegheranno nell’arco della intera giornata con dirette social attraverso i canali ufficiali dell’evento.

La manifestazione ‘Corri la vita’ è tra gli eventi più attesi e partecipati in città ed anche quest’anno si propone con una nuova formula di continuare a promuovere la raccolta fondi destinata a progetti dedicati alla cura e alla prevenzione del tumore al seno.

Hanno partecipato alla presentazione la presidente dell’Associazione ‘Corri la vita’ Onlus, Bona Frescobaldi ed il Sindaco della Città di Firenze, Dario Nardella, la manifestazione di terrà durante la “Settimana Europea dello Sport”, domenica 27 settembre.

“Nell’anno più difficile per il nostro Paese – ha annunciato Bona Frescobaldi – il nostro impegno non arretra. Questa “edizione speciale” ci permetterà di vivere il nostro tradizionale appuntamento in un modo nuovo ma con l’obiettivo di sempre: sostenere le donne nella prevenzione e nella lotta al tumore al seno. Speriamo davvero di esserci messi alle spalle l’emergenza Covid-19 perché adesso dobbiamo concentrarci con maggior forza su tutte quelle urgenze che purtroppo rappresentano un elemento costante nelle nostre vite”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Neri Torrigiani, la presidente dell’Associazione ‘Corri la vita’ Onlus, Bona Frescobaldi ed il coordinatore del Comitato Organizzatore, Neri Torrigiani:

L'articolo ‘Corri la vita’, la XVIII edizione ai tempi del Coronavirus proviene da www.controradio.it.

Presidio contro gassificatore Eni Livorno

Presidio contro gassificatore Eni Livorno

🔈Firenze, si è tenuto un presidio davanti alla sede del Consiglio regionale in vista della manifestazione dell’11 luglio a Stagno (Livorno) contro il progetto del gassificatore Eni e più in generale contro “la politica di gestione degli scarti urbani e speciali in Toscana”.

Ad organizzare il presidio, più comitati e associazioni tra cui Zero waste Europe, Zero waste Italy, Mamme no inceneritore, Medicina democratica e coordinamento Rifiuti zero Livorno.

“Siamo qui – spiega Rossano Ercolini presidente di Zero waste Europe e Italy – perché sabato ci sarà una manifestazione regionale contro il progetto Eni che dovrebbe accogliere 200mila tonnellate di rifiuti, di cui 150mila provenienti dall’area fiorentina, per trasformarle in metanolo”, un impianto che “è stato spacciato come economia circolare, ma questo è un falso ideologico. Non è bioraffineria – ha aggiunto Ercolini – trattasi di banale trattamento termico di rifiuti” con il quale “da 200mila tonnellate di rifiuti si ottengono 100mila tonnellate di metanolo”.

Per tale produzione però, secondo Ercolini, “ci saranno 200mila tonnellate di Co2 emesse in atmosfera, almeno 30mila tonnellate di ceneri e poi 220mila tonnellata di acqua inquinata che produrrà fanghi fortemente nocivi. Se questa è economia circolare noi siamo babbo natale, il nostro ‘no’ è senza se e senza ma”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Rossano Ercolini presidente di Zero waste Europe e Italy:

L'articolo Presidio contro gassificatore Eni Livorno proviene da www.controradio.it.

Coronavirus in Toscana: 7nuovi casi, 2 decessi

Coronavirus in Toscana: 7nuovi casi, 2 decessi

Firenze, in Toscana sono 10.313 i casi di positività al Coronavirus, 7 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,07% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,03% e raggiungono quota 8.854 (l’85,9% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 360.262, 3.715 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 341, +0,6% rispetto a ieri. Si registrano 2 nuovi decessi: 2 donne, con un’età media di 92 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia di Coronavirus in regione.

Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica, bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 3.218 i casi complessivi a oggi a Firenze (5 in più rispetto a ieri), 538 a Prato, 749 a Pistoia (1 in più), 1.052 a Massa, 1.362 a Lucca, 932 a Pisa, 479 a Livorno, 681 ad Arezzo, 429 a Siena, 402 a Grosseto (1 in più). Sono 471 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. 6 in più, quindi, i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 0 nella Nord Ovest, 1 nella Sud est.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 277 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 401 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 540 casi x100.000 abitanti, Lucca con 351, Firenze con 318, la più bassa Livorno con 143.

Complessivamente, 327 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (più 1 rispetto a ieri, più 0,3%). Sono 994 (meno 54 rispetto a ieri, meno 5,2%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 427, Nord Ovest 495, Sud Est 72).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 14, 1 in più di ieri (più 7,7%), di cui 2 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 100%).

Le persone complessivamente guarite salgono a 8.854 (più 3 rispetto a ieri, più 0,03%): 191 persone “clinicamente guarite” (meno 19 rispetto a ieri, meno 9%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 8.663 (più 22 rispetto a ieri, più 0,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Si registrano 2 nuovi decessi: 2 donne, con un’età media di 92 anni. Relativamente alla provincia di notifica, le persone decedute sono entrambe a Firenze. Sono 1.118 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 410 a Firenze, 52 a Prato, 81 a Pistoia, 171 a Massa Carrara, 141 a Lucca, 89 a Pisa, 61 a Livorno, 48 ad Arezzo, 33 a Siena, 24 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano, ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 30,0 x100.000 residenti contro il 57,8 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (87,7 x100.000), Firenze (40,5 x100.000) e Lucca (36,4 x100.000), il più basso a Grosseto (10,8 x100.000).

L'articolo Coronavirus in Toscana: 7nuovi casi, 2 decessi proviene da www.controradio.it.