Medjugorje, al via lavori per pronto soccorso della Pace

Medjugorje, al via lavori per pronto soccorso della Pace

Firenze, sorgerà a Medjugorje, in Bosnia Erzegovina, il ‘Pronto Soccorso della Pace’ un progetto fortemente voluto dall’Associazione Onlus Olimpiadi del Cuore, fondata da Paolo Brosio.

L’annuncio che i lavori a Medjugorje dovrebbero prendere il via nel giro di poche settimane, è stato dato in una conferenza stampa, nella sede della Presidenza della Regione Toscana, a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, tenuta dallo stesso Brosio e da alcune personalità che lo stanno aiutando nell’impresa.

In podcast il servizio di Gimmy Tranquillo, che ha chiesto a Paolo Brosio il perché sia stata scelta proprio la sede della presidenza della Regione Toscana per questa presentazione, e quale sia il ruolo della Regione in tutto ciò, in coda all’intervista anche qualche domanda a Jo Squillo, che insieme a Carlo Conti e ad altre celebrità, è uno dei testimonial dell’iniziativa.

“Una giornata straordinaria – ha commentato Brosio – perché, grazie alla Bosnia Erzegovina e al sindaco di Citluk, è arrivato il terreno dove sorgerà il primo pronto soccorso della zona. L’impegno dell’Associazione è stato premiato. A questo si è aggiunto il lavoro del Comune di Forte dei Marmi, della Regione e di tante istituzioni che ci hanno permesso di arrivare a questo risultato. Il pronto soccorso servirà un’area molto vasta dove vivono persone di razze e religioni diverse. In tempi di tragedie e guerre portiamo un segno di pace in territori che hanno vissuto situazioni analoghe, se non più gravi, in tempi non molto lontani”.

Per la realizzazione dell’ospedale, ha spiegato Brosio, l’associazione ha già raccolto 300mila, a cui si aggiungono altri 49mila euro che andranno alle famiglie italiane in difficoltà. Annunciata anche la donazione di un’ambulanza (valore 70mila euro) e la disponibilità della Misericordia dell’area fiorentina di fare un corso di formazione a giovani della Bosnia Erzegovina sul primo soccorso.

Il presidente della Toscana, Eugenio Giani, a Roma per altri impegni ha inviato un messaggio in cui parla “di un sogno che, a distanza di alcuni anni, adesso sembra possa diventare realtà, grazie anche alla generosità di tantissime persone che hanno contribuito con le loro donazioni. Un’iniziativa che vede la luce proprio in un momento storico molto delicato e che vorrei interpretare anche come una sorta di segnale di pace e solidarietà”.

Per realizzare l’intero pronto soccorso promosso dall’associazione, ha poi aggiunto Brosio, servirà un altro milione di euro circa. Per raccogliere altri fondi, infatti, è stato anche annunciato un evento il 22 e 23 agosto a Forte dei Marmi (Lucca) con ospiti tra cui Al Bano, Enrico Ruggeri, Pago, Fausto Leali, Luisa Corna, Ivana Spagna, Jo Squillo, i Ricchi e Poveri.

Al tavolo, in Sala Pegaso, oltre a Paolo Brosio sono intervenuti la portavoce del presidente Giani Cristina Manetti, il sindaco di Forte dei Marmi Bruno Marzi, Gianluca Pecchini direttore generale Associazione Nazionale Italiana Cantanti oltre a imprenditori, personaggi e manager del mondo dello sport e dello spettacolo e della Fondazione Nazionale Italiana Cantanti e della Partita del Cuore-Umanità Senza Confini.

L'articolo Medjugorje, al via lavori per pronto soccorso della Pace da www.controradio.it.

🎧 Arcigay: “La Salute Sessuale, inizia ad esplorarla con un test”

🎧 Arcigay: “La Salute Sessuale, inizia ad esplorarla con un test”

Firenze, presentata la campagna “La Salute Sessuale, inizia ad esplorarla con un test”, un’iniziativa di divulgazione sui temi della salute sessuale e di testing gratuito HIV/HCV, promossa da Arcigay Firenze Altre Sponde e realizzata dal Collettivo Conigli Bianchi.

Alla presentazione hanno partecipato Mimma Dardano Presidente commissione Politiche sociali e consigliera speciale corretti stili di vita, Mauro Scopelliti Presidente Arcigay Firenze Altre Sponde, Il Dott. Massimo Di Pietro Direttore Struttura Operativa Complessa Malattie Infettive l’Azienda Usi Toscana centro e Gionatella, creativo del Collettivo Conigli Bianchi.

In podcast l’intervista al presidente di Arcigay Firenze, Mauro Scopelliti e Mimma Dardano, Presidente commissione Politiche sociali e consigliera speciale corretti stili di vita del Comune di Firenze, a cura di Gimmy Tranquillo.

La campagna si inserisce all’interno della Spring European Testing Week 2022, che rappresenta un momento di mobilitazione internazionale tra i più importanti e partecipati per la salute pubblica e che fino ad oggi ha contribuito a rendere consapevoli del proprio stato migliaia di persone, informando correttamente su prevenzione e terapie.

L’obiettivo della campagna è l’acquisizione della consapevolezza su rischi, prevenzione, trattamenti disponibili ed il target a cui cl si rivolge sono proprio i gruppi più raramente oggetto di programmi di prevenzione e di promozione della salute, coloro che sono estremamente rilevanti sul piano epidemiologico, ma scarsamente attenzionati: ragazze e ragazzi teenagers LGBTQIA+ e non tra i 16 e i 20 anni, persone transgender, persone LGBTQIA+, uomini che fanno sesso con uomini (MSM).

“In Italia il tema dell’educazione sessuale e della prevenzione dalle Infezioni Sessualmente Trasmissibili (lST) – si legge in un comunicato di Arcigay – è quasi completamente trascurato nelle scuole ed ancora oggi, nel 2022, non risulta affermata la libertà necessaria per parlare di tali argomenti agli adolescenti.  La fascia d’età della popolazione tra i 40 e i 50 anni, ha vissuto l’adolescenza bombardata da un’Insistenza mediatica sui pericoli del contagio da Hiv. Oggi questo rischio è scomparso dal mainstream, ma persevera sia l’ignoranza sull’importanza della prevenzione, che lo stigma della discriminazione verso le persone HIV positive. Inoltre, molti non sono nemmeno consapevoli di essere portatori di una IST e per questa ragione l’attività di test risulta fondamentale: diagnosi precoci portano a cure efficaci ed a una riduzione della diffusione del contagio.

La Testing Week 2022 si terrà in tutta Europa tra il 16 e Il 23 maggio.

INFO: Arcigay

L'articolo 🎧 Arcigay: “La Salute Sessuale, inizia ad esplorarla con un test” da www.controradio.it.

🎧 Be.Long un progetto di Firenze per i suoi “cittadini temporanei”,

🎧 Be.Long un progetto di Firenze per i suoi “cittadini temporanei”,

Firenze, presentato Be.Long un progetto di Firenze per i suoi cosiddetti “cittadini temporanei”, realizzato dal Comune di Firenze e da Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

Be.Long si rivolge a Studenti stranieri, startupper e a tutti coloro che arrivano in città per un lungo periodo, che troveranno su Be.Long la prima area informativa a loro dedicata, all’interno di Destination Florence, il marketplace ufficiale della città e partner del Comune di Firenze.

Obiettivo di Be.Long intercettare sempre di più il settore dei cittadini temporanei con una prospettiva di permanenza a medio e lungo termine, che attualmente porta in media in città 35mila studenti stranieri all’anno di cui 15mila americani per il 2022. E i numeri sono in crescita, dopo lo stop imposto dalla pandemia.

In podcast l’intervista all’assessora del Comune di Firenze, Cecilia Del Re, e la console degli Stati Uniti d’America a Firenze Ragini Gupta, a cura di Gimmy Tranquillo.

Per questo, dal 31 maggio al 3 giugno Firenze sarà l’unica città italiana a presentarsi autonomamente a Denver per ‘Nafsa’, la principale fiera internazionale nel settore degli studi all’estero con un proprio spazio e una propria offerta dedicata a Be.Long.

L’iniziativa è stata presentata in Palazzo Vecchio dall’assessore al Turismo Cecilia Del Re, dall’assessore all’Università e ricerca Titta Meucci, dalla Console generale degli Stati Uniti d’America a Firenze Ragini Gupta, dal presidente di Destination Florence Convention & Visitors Bureau Federico Barraco e dal responsabile Relazioni esterne di Unicoop Firenze Claudio Vanni. Unicoop Firenze è oggi main sponsor del progetto Be.Long.

A Nafsa sarà presentata in anteprima anche la guida ‘Study Abroad in Florence’, edita da The Florentine e redatta da Marco de La Pierre e Marco Bracci. Intanto, il progetto e il sito BeLong si rilanciano con una nuova sezione pensata per sostenere una sempre maggiore integrazione degli studenti stranieri nel contesto cittadino, anche con indicazioni su iniziative di volontariato e solidarietà, impianti sportivi indicati dal Comune per praticare sport durante il soggiorno.

Con Unicoop Firenze saranno poi sviluppati progetti dedicati agli studenti con visite nelle aziende produttrici locali, per un’educazione a un consumo alimentare sostenibile, a km zero e salutare, che valorizzi il territorio.

“Il progetto BeLong sta crescendo e debutta negli Stati Uniti per attrarre a Firenze un target diverso da quello del turismo di massa – ha detto l’assessora Cecilia Del Re -, promuovendo la città come destinazione per affitti a medio e lungo termine in grado di dare risposta ai bisogni di nuovi soggetti emergenti come smart worker, startupper e studenti attraverso servizi di accoglienza e agevolazioni. Un progetto che punta a fare di Firenze sempre più la città della formazione e dell’innovazione, creando le condizioni favorevoli per i tantissimi studenti e aspiranti imprenditori che ogni anno arrivano a frequentare le scuole, incubatori e università straniere attive sul territorio, ai quali si aggiunge il pubblico degli smart workers pronto a un nuovo approccio al mondo del lavoro e dell’abitare anche nel dopo pandemia. Un modo poi anche per abbassare l’età media a Firenze, accogliendo una fascia di popolazione più giovane”.

“Gli studenti stranieri rappresentano una presenza importante per il nostro territorio – ha detto l’assessora Titta Meucci -, che finalmente dopo il periodo dell’emergenza sanitaria è tornata in città: non solo una risorsa dal punto di vista economico, ma anche sociale, culturale e accademico. Con questo progetto vogliamo promuovere sempre di più la nostra città come destinazione ideale per questo pubblico, andando a proporre un’offerta qualificata a 360 gradi direttamente negli Stati Uniti, i cui studenti rappresentano circa la metà degli arrivi. Non solo formazione ma un pacchetto di servizi, assistenza sanitaria e nuove norme semplificate che hanno superato la farraginosa procedura per il permesso di soggiorno”.

“È nel Dna di Destination Florence aggregare l’offerta già presente sul territorio – ha detto il presidente Barraco – e tradurre in opportunità le già lodevoli iniziative messe a regime dall’Amministrazione comunale per incentivare e coordinare i flussi di studenti internazionali in arrivo. Questo tipo di attività virtuose per tutto il territorio rientrano a pieno nella mission di Destination Florence CVB, che da anni si adopera per promuovere un turismo di qualità verso la destinazione Firenze. È il momento di alzare l’asticella e intercettare anche questo tipo di flussi, offrendo un servizio ad hoc per loro”.

“Vogliamo dare un contributo formativo e di occasioni di impegno sociale – ha detto il responsabile Relazioni esterne di Unicoop Firenze Claudio Vanni -. L’obiettivo è quello di fornire agli studenti che arrivano a Firenze opportunità per conoscere le filiere agricole e la produzione locale, ma anche di poter collaborare attraverso la nostra Fondazione Il cuore si scioglie con una serie di realtà che si occupano di solidarietà sul territorio per far vivere la città in tutti i suoi risvolti di impegno e qualità del cibo”.

Nafsa è un’associazione no-profit di educatori internazionali tra le più grandi al mondo con all’attivo oltre 10mila soci ed educatori e 3.500 istituzioni. Al convegno annuale, che quest’anno si terrà a Denver in Colorado dal 31 maggio al 3 giugno saranno presenti più di 200 espositori e 150 paesi da tutto il mondo. L’Italia sarà rappresentata dallo stand Study in Italy, mentre Firenze con il progetto Be.Long sarà l’unica città italiana a presentarsi autonomamente con un proprio spazio e una propria offerta.

I numeri. Nell’anno accademico 2019/20 gli studenti internazionali presenti a Firenze erano 36.535, con una permanenza media di 90/100 giorni e un totale di presenze che oscilla tra i 3.288.150 e 3.653.500 (fonte: ‘Study Abroad in Italy’ di Marco De La Pierre e Marco Bracci). Numeri significativi soprattutto se paragonati con il dato dei turisti internazionali: nel 2019 sono arrivati a Firenze 2,9 milioni di visitatori, con una permanenza media di 2,77 notte presenze totali pari a 8.044.174 (fonte Cst Firenze).

Il progetto. Be.Long nasce dall’esigenza di rimodulare la fruizione della città per questi flussi di arrivi, ancora poco gestiti nonostante i numeri significativi, e di fornire uno strumento utile sia agli operatori sia agli studenti per superare le possibili barriere culturali e burocratiche e vivere la città. Non solo una piattaforma, quindi: Be.Long, (www.belong.destinationflorence.com) all’interno del sito Destination Florence, si propone come uno strumento super partes in grado di fornire informazioni su burocrazia, sanità, servizi, ma anche ospitalità, attraverso una rete di proprietari e property managers, benefit per i Belongers. Non solo studenti: i servizi offerti dalla piattaforma sono rivolti a tutti i cittadini temporanei che arrivano in città per soggiorni di medio e lungo periodo e quindi anche ai nuovi ‘nomadi digitali’, startupper e lavoratori in trasferta. Da qui il nome ‘Be.Long’, per sottolineare con un gioco di parole i due concetti chiave che descrivono il progetto: durata della permanenza e appartenenza alla città.

L'articolo 🎧 Be.Long un progetto di Firenze per i suoi “cittadini temporanei”, da www.controradio.it.

🎧 Gemellaggio tra lo Storico Mercato Centrale e La Boqueria di Barcellona

🎧 Gemellaggio tra lo Storico Mercato Centrale e La Boqueria di Barcellona

Firenze, è stato firmato il protocollo di gemellaggio, tra lo Storico Mercato Centrale, il più antico di Firenze, ed il mercato la Boqueria di Barcellona, uno dei più famosi in Spagna.

Il gemellaggio tra i due mercati ha lo scopo di “promuovere la filiera agroalimentare e le eccellenze enogastronomiche dei rispettivi territori” attraverso scambi commerciali e culturali stabili, azioni per migliorare le opportunità economiche per entrambi i mercati e valorizzare così le botteghe storiche.

L’accordo tra i Consorzi dei rispettivi mercati, che ha avuto il patrocinio dei Comuni di Firenze e Barcellona, è il frutto di quasi un anno di lavoro e di un fitto scambio di idee proposte passato anche da una missione istituzionale in Spagna (ottobre 2021) di una delegazione fiorentina.

A firmare il patto di gemellaggio, alla presenza dell’assessore alle attività produttive del Comune di Firenze Federico Gianassi e dell’assessora al commercio del Comune di Barcellna Montserrat Ballarin, il vicepresidente de La Boqueria Eduard Soley ed il presidente del Consorzio dello Storico Mercato Centrale, massimo Manetti.

In podcast l’intervista all’assessore Gianassi ed il presidente Manetti, a cura di Gimmy Tranquillo.

L’intesa, ha spiegato Gianassi, “rinsalda i rapporti di amicizia fra Firenze e Barcellona perché entrambe le città condividono l’importanza dei mercati non solo come presidio economico e lavorativo delle città ma anche come presidio culturale e sociale”.

“Siamo già gemellati con il mercato Nishiki di Kyoto e siamo a lavoro per stringere nuovi accordi che possano valorizzare sia il nostro spazio che la città – ha aggiunto Manetti -. Siamo felici di poter avviare questa nuova collaborazione con La Boqueria, un mercato con origini antichissime come il nostro”.

L'articolo 🎧 Gemellaggio tra lo Storico Mercato Centrale e La Boqueria di Barcellona da www.controradio.it.

🎧 Movida sostenibile, protocollo intesa tra Comune, Prefettura e Associazioni Economiche

🎧 Movida sostenibile, protocollo intesa tra Comune, Prefettura e Associazioni Economiche

Firenze, con la firma di un protocollo d’impresa tra Comune, Prefettura, Camera di Commercio e le Associazione di Categoria economica, è stato varato un pacchetto di provvedimenti per la movida sostenibile, con più novità al via da giugno.

Per garantire quella che Palazzo Vecchio chiama appunto ‘Movida sostenibile’, sono già in campo il venerdì e sabato 24 steward che collaborano con le forze dellìordine, ma dal prossimo mese, il giovedì, venerdì e sabato sera (dalle 21 alle 3 del mattino) ci saranno anche: bagni pubblici aperti e gratuiti nelle piazze di piazza Santo Spirito, Sant’Ambrogio e Santa Croce; circa 50 eventi sui sagrati delle chiese; sedute libere a disposizione dei passanti; il divieto di mangiare e bere sui gradini dei sagrati (il venerdì e il sabato) e la presenza della società di raccolta rifiuti Alia, con personale dedicato, nelle fasce orarie dalle 21 fino a notte fonda sempre per venerdì e sabato.

In podcast l’intervista al prefetto di Firenze Valerio Valenti, al sindaco di Firenze Dario Nardella e al presidente di Confcommercio Toscana, Aldo Cursano, a cura di Gimmy Tranquillo.

Il piano è stato presentato dal sindaco di Firenze Dario Nardella, dal prefetto Valerio Valenti e dal presidente della Camera di commercio di Firenze Leonardo Bassilichi, in rappresentanza anche delle categorie commerciali ed economiche.

“Voglio precisare che il progetto degli steward non è sostitutivo del lavoro che devono fare le forze dell’ordine – ha detto Nardella -. Sui gradini dei sagrati ci si potrà sedere, senza bivaccare. Abbiamo deciso di tenere i bagni pubblici aperti: non ci sono più alibi verso coloro che fanno quello che gli pare, sui controlli chiedo alla polizia municipale il pugno duro”.

“Il pacchetto steward è modulabile a seconda dei giorni e degli eventi in città – ha precisato -. I fondi stanziati sono 70mila euro, 35mila dal Comune con il fondo del ministero dell’interno per la sicurezza urbana delle città e 35mila dalla Camera di commercio. Sui bagni pubblici abbiamo stanziato 70mila euro”.

Per quanto riguarda la sicurezza inoltre, il prefetto di Firenze Valerio Valenti, ha annunciato: “All’esterno della stazione avvieremo un servizio di pattugliamento misto” tra militari dell’esercito e carabinieri “proprio dove ci sono le scalinate. Via Palazzuolo avrà una pattuglia dedicata fino alle 2 di notte”.

Il prefetto ha anche spiegato che “l’andamento dei reati evidenzia un aumento di quelli in strada, come i danneggiamenti alle auto. Con queste misure magari ci sarà lo spostamento di questi fenomeni in altre parti del territorio, non posso prevederlo questo”.

Infine, Valenti ha anche annunciato che “la nuova caserma operativa dei carabinieri” nella sede dell’ex Scuola marescialli alla stazione “sarà inaugurata il 20 maggio, probabilmente alla presenza dei ministri Lamorgese e Guerini”.

L'articolo 🎧 Movida sostenibile, protocollo intesa tra Comune, Prefettura e Associazioni Economiche da www.controradio.it.