Scandicci Open City 2020 – Lo spettacolo di stare insieme

Scandicci Open City 2020 –  Lo spettacolo di stare insieme

Dal 13 luglio al 27 settembre 2020: Scandicci Open. Oltre 125 appuntamenti tra cinema, musica, danza, teatro, poesia, circo contemporaneo, video mapping, performance, conferenze, talk show e yoga.

Dal 13 luglio al 27 settembre più di 125 eventi culturali in 15 diverse location dislocate sul territorio.  Un grande festival estivo che ospita 23 realtà culturali nel pieno rispetto delle norme di sicurezza attuate contro il COVID-19. Tra le misure adottate una app web grazie alla quale sarà possibile prenotare gli spettacoli gratuiti e a pagamento. In questo modo saranno ridotte al minimo file e assembramenti, e sarà garantito in automatico il tracciamento degli spettatori secondo  le normative vigenti.

GLI EVENTI E I FESTIVAL DI SCANDICCI OPEN CITY 2020:  

Open City prende il via con “Pomario Agorà” nel Giardino del Pomario del Castello dell’Acciaiolo, in programma performance teatrali e musicali, yoga, danza, conferenze, eventi all’alba e proposte dedicate a giovani artisti emergenti del territorio (13/15/16/17/19/20/21/22/23/24/28/29 luglio). Tra gli eventi e gli ospiti più importanti di questa rassegna proposta dall’Accademia Musicale di Firenze, si segnalano: le prime assolute del Nuovo Balletto di Toscana, Daniela Morozzi, Gaia Nanni, Ciro Masella e Benedetto Ferrara.
Riconfermato anche per questa estate “OpenCine: il cinema estivo a Scandicci” a cura degli Amici del Cabiria. Presso il cortile interno del Teatro Aurora un ciclo di proiezioni cinematografiche all’aperto come momento di aggregazione e di confronto culturale (13/16/17/20/23/24/27/30/31 luglio- 3/6/7 agosto).

Con “Open Ring” – rassegna proposta da NEM Nuovi Eventi Musicali – la musica d’autore è protagonista sul palco del Circolo di San Giusto. Qui si esibiscono alcuni fra i migliori strumentisti italiani, maestri legati al territorio, nel quale insegnano e coltivano il loro sapere: Lele Fontana, Riccardo Mori, Lorenzo Forti, i La Vague (14/24/29/31 luglio). Tra gli appuntamenti, il celebre Histoire de Babar, le avventure dell’elefante di Jean de Brunhoff nella trasposizione per pianoforte e voce di Francis Poulenc, interpretato da Matteo Fossi e Edoardo Rosadini, pensato per i più piccoli.

Anche l’Associazione Culturale Controradio Club è ospite di Open City Scandicci Estate e porta in scena, stavolta al Pomario dell’Acciaiolo, “Tutti a Casa Morozzi”: il seguitissimo ciclo di trasmissioni realizzato nel periodo di lockdown su Controradio e in video sui social, diventa live. La conduzione del talk show è affidata all’attrice Daniela Morozzi e al giornalista Raffaele Palumbo con interventi comici degli attori Gaia Nanni e Stefano Santomauro (14/19/27 luglio).

Al Castello dell’Acciaiolo Rossotiziano diretto da Tiziano Bonanni propone Rst Art Academy: un workshop con operatori artistici qualificati incaricati di coinvolgere il pubblico nel mettersi alla prova con il ritratto dal vero e le sue interpretazioni contemporanee. I partecipanti potranno intervenire direttamente come “allievi in prova” oppure come semplici spettatori (14/21/28 Luglio).

Nei quartieri del centro città e Vingone, Le Bagnese, San Giusto, Sollicciano e alla Pieve di Badia a Settimo, Gogmagog presenta “POETICAR – Voci che toccano”: un progetto che dialoga con le contingenze dettate dall’emergenza in cui viviamo. Un’auto munita di altoparlante percorre le strade di Scandicci diffondendo musica, parole, poesia. Tra gli artisti che hanno partecipato: Gogmagog (Cristina Abati, Carlo Salvador, Tommaso Taddei), Angela Antonini, Renzo Boldrini, Simone Cristicchi, Rossana Gay, Massimo Grigò, Ciro Masella, Giusi Merli, Francesco Pennacchia, Vania Pucci, Daria Panettieri, Guido Rinaldi, Bobo Rondelli, Emiliano Terreni. La  parte musicale, è realizzata in collaborazione con Alessandro Fiori (15/20/25 luglio).

Un laboratorio in cui le notizie di cronaca più interessanti vengono selezionate, rielaborate e musicate, integrate da video e immagini. È “TG Suite – La Cronaca Cantata” progetto dell’Associazione Culturale GIANO – sotto la direzione di David Riondino. Le canzoni originali realizzate durante il laboratorio saranno presentate via podcast nel web e in due concerti dal vivo, che si terranno presso il Parco di Poggio Valicaia (laboratori dal 15 luglio al 15 settembre – concerti: 24 agosto e 13 settembre).

Giunge alla sua XXVII Edizione “Musica in Villa” presso Villa di Vico, dimora storica del XV secolo dove la Fondazione Omraam Onlus propone un calendario di appuntamenti dedicati alla musica classica. In un’atmosfera vibrante e intima il pubblico potrà interagire direttamente con gli esecutori, così come accadeva in certi luoghi ideali in età rinascimentale e barocca (16 luglio 3/7/14 Settembre).

Quest’anno Open City ospita realtà che vengono da altre regioni, è il caso di Artemis Danza/FucinArtemis, associazione culturale con base a Parma che alla nicchia del Pomario dell’Acciaiolo propone “Charles & Gelsomina – Omaggio a Federico Fellini”, performance scanzonata ispirata all’universo del cineasta, e A- MORS, spettacolo incentrato sul tema dell’auto-guarigione (18 luglio).

Al Parco di Poggio Valicaia, novità di quest’anno, “FIABE JAZZ – Open Air!” a cura dell’Associazione culturale Mascarà – Teatro popolare d’arte: un format/spettacolo di teatro e musica in cui celebri fiabe vengono riadattate con fantasiose variazioni sul tema principale (19 luglio, 2 agosto, 6 settembre).

Con M.Arte il “Cinema Tascabile” debutta anche ad Open City. Grazie a questo progetto il grande schermo mette le ruote e diventa itinerante. In programma una selezione di film surreali, come il periodo che stiamo vivendo. Il pulmino Volkswagen originale anni ’70 di “Cinema Tascabile” raggiungerà vari luoghi dei quartieri scandiccesi. In calendario anche performance live di danza, musica e teatro (dal 20 al 23 luglio e dal 27 al 30 luglio).

Dalle finestre, dalle strade o dalle panchine, sarà possibile fruire dei componimenti poetici di luce dello spettacolo “Sonet”, video d’artista curati da David Hartono e musicate dal vivo dalla performer Coqò Djette. L’evento è proposto dall’Associazione Heyart e si tiene sulle facciate del CNA di Scandicci e su un ampio muro ubicato in Via Togliatti (22/23 Luglio 2020).

Nelle aziende e negli agriturismi delle colline scandiccesi la pro loco San Vincenzo a Torri propone “It’s JAZZ Time”: 4 concerti jazz in tutte le sue sfumature. Dall’american standard jazz, al bebop con tocchi manouche, fino al jazz melodico moderno (18/25/26 luglio – 6 settembre), e con “PievIncanto” due concerti di cori polifonici di musica sacra nelle chiese delle colline (13/27 settembre).

STA – Spazio Teatrale Allincontro porta ad Open City tre spettacoli. Il primo s’intitola “Bartali: prima tappa” ed è uno spettacolo itinerante in bicicletta che mira ad approfondire tematiche storiche connesse agli anni dell’occupazione nazista (partenza dalla pista anello San Giusto – 17 luglio). Grazie a “Home Delivery Theatre” sarà possibile prenotare uno spettacolo teatrale sotto la propria abitazione della durata di 10 minuti (30 agosto), mentre con “Assedio all’Alba”, STA propone un “assedio pacifico” alle prime luci del giorno al Castello dell’Acciaiolo, una sorta di spettacolo itinerario per conoscere la storia e l’arte del monumento simbolo della città (13 settembre).

L’associazione Green Philosophy partecipa ad Open City con due progetti. ll primo si chiama Sdraiv In “Il cinema nel bosco”: nelle sere di fine estate, seduti comodamente su una sdraio tra quinte ombrose del bosco di Poggio Valicaia, un film ed un aperitivo a tema, (20/21/22/23 agosto e 3/4/5/6 settembre). Con “Urbano | Il primo giorno possibile”, Green Philosophy propone invece un progetto audioguidato per 40 spettatori tra Piazza Togliatti, Parco Poggio Valicaia e Piazza Resistenza. Interpellati attivamente dalle voci del passato trasmesse in cuffia, i partecipanti sono chiamati a misurare il proprio presente con il futuro possibile immaginato dagli autori, a rispondere alle loro domande, a guardarsi in faccia, a contarsi, a prendere posizione o a emozionarsi di fronte all’evocazione di un mondo nuovo del dopo-pandemia (29/30 agosto).

Alla piastra polivalente di Casellina “Cantanapoli”, la classica rassegna della canzone napoletana giunge alla sua 36° edizione (29 agosto), mentre fra le new entry di quest’anno troviamo una “Tuscany Edition” del Florence Folks Festival. La rassegna si adatta al contesto che cambia e si evolve stringendosi intorno alla propria comunità e alla gente di Toscana.  Al Parco dell’Acciaiolo quattro giorni di musica, cibo, convivialità, area market, laboratori per bambini e presentazioni di libri. Tra gli spettacoli e gli ospiti in calendario si segnalano: Giovanni Truppi, Guido Catalano, Bobo Rondelli, Tommaso Novi ed Erriquez Love Trio “Tra Jannacci e Stromae” (dal 30 luglio al 2 agosto).

Aria Network Culturale presenta “Cirk Fantastik! Festival internazionale di circo contemporaneo” al Parco dell’Acciaiolo: cinque giorni di magia e incanto con artisti provenienti da varie parti del mondo per condurre lo spettatore in un’atmosfera in bilico tra realtà e illusione alla scoperta del circo di creazione. Un’immersione nella poesia del circo grazie a proposte artistiche di qualità, dal linguaggio accessibile a tutti, dagli adulti ai più piccoli. Artisti pluripremiati in grado di emozionare, divertire, stimolare, incuriosire e stupire avvolgendo il pubblico in un’atmosfera sospesa e senza tempo (dal 2 al 6 settembre).

Come nasce una fiaba? Lo raccontano gli operatori dell’Associazione Culturale Art-U con “La fabbrica delle fiabe” al Giardino della Biblioteca di Scandicci, (4/11/18/25 settembre). Il laboratorio porta i bambini all’interno del mondo magico delle fiabe con letture e giochi ludici per imparare, divertendosi, come nascono le storie che ci vengono raccontate. Quattro incontri per stimolare la creatività e al contempo fornire gli strumenti necessari, sotto forma di gioco, all’analisi della fiaba classica.

Centro Opus Ballet presenta alla città di Scandicci “Incontro Danza”, un evento dedicato alla presentazione di coreografie create appositamente per l’occasione con esibizioni di ballerini professionisti e allievi. Nella stessa serata – prevista in Piazza Vittorio Veneto a Badia a Settimo – in programma altre performance delle scuole di danza del territorio (11 settembre).

Infine spazio al teatro d’ombra, in dialogo con il linguaggio della poesia grazie all’appuntamento “Sonetti/Insetto”; curato dall’associazione culturale “L’appartamento” e realizzato dall’artista Laura Castellucci. Una performance site-specific pensata per essere messa in scena nella cornice naturale del parco di Poggio Valicaia, in cui le immagini ricercate dalle ombre andranno ad “accompagnare” e ad estendere l’ascolto poetico dei vari autori che hanno trattato o anche solo “toccato” il tema degli insetti (Sabato 12 settembre).

L'articolo Scandicci Open City 2020 – Lo spettacolo di stare insieme proviene da www.controradio.it.

Più Compagnia presenta “I gangsters”, per la rassegna Deviazioni Pericolose

Più Compagnia presenta “I gangsters”, per la rassegna Deviazioni Pericolose

Ultima pellicola per la rassegna dedicata ad uno dei generi cinematografici più importanti e amati: il Noir. Appuntamento con il capolavoro di Robert Siodmak del 1946: I gangsters. Il film sarà preceduto da una introduzione critica. Mercoledì 8 luglio, ore 21.00

Detective tormentati, dark ladies, personaggi ai margini della società, rapine, confessioni in punto di morte, club polverosi, vicoli illuminati solo dalla luce lunare e oggetti rivelatori. Di questo e molto altro si ciba il Noir, genere letterario e cinematografico tra i più codificati e rivisitati della storia, il cui nome si deve alla critica francese che lo mutuò dal colore delle copertine dei romanzi pubblicati in Francia dall’editore Gallimard.

Il genere rappresentò anche un “rifugio” artistico per registi europei sfuggiti alla follia nazista e approdati a Hollywood.

La rassegna (Evento in sala virtuale Più Compagnia) si conclude con I Gangsters di Robert Siodmak (1946, USA, durata: 105 min).Un ex pugile viene ucciso da due killer nella sua casa. Un agente assicurativo, deve rintracciare gli eredi del pugile che ha lasciato una polizza di 2.500 dollari. Con l’aiuto di un investigatore, amico dell’uomo assassinato, Jim ricostruisce il suo passato, scoprendo che, anni addietro, il pugile si era unito a una banda per compiere una rapina. Accedi alla sala virtuale 

 

L'articolo Più Compagnia presenta “I gangsters”, per la rassegna Deviazioni Pericolose proviene da www.controradio.it.

Oshinoko Bunker Orchestra l’intervista!

Oshinoko Bunker Orchestra l’intervista!

A dieci anni di distanza dal precedente lavoro, è fuori il nuovo album della Oshinoko Bunker Orchestra, meglio conosciuta come O.B.O. Ascolta l’intervista a cura di Davide Agazzi

A dieci anni di distanza dal precedente lavoro, è fuori il nuovo album della Oshinoko Bunker Orchestra, meglio conosciuta come O.B.O.

Album senza titolo, così come per i precedenti lavori della band fiorentina, il disco è un concentrato di rumori e distorsioni, quasi interamente strumentale: voci e urla fanno capolino qua e là fra le tracce.

Al momento disponibile solo per il mercato digitale (la nuova uscita segna anche l’ingresso del trio toscano nel roster dell’etichetta Black Candy Records); l’idea è quella di pubblicare l’album in formato vinilico in autunno, possibilmente associandone l’uscita con la ripresa dell’attività dal vivo.

Vanni, chitarrista della band, è stato ospite nei nostri studi per presentare il nuovo lavoro.
ASCOLTA:

L'articolo Oshinoko Bunker Orchestra l’intervista! proviene da www.controradio.it.

Su Più Compagnia Omaggio a Michel Piccoli

Su Più Compagnia Omaggio a Michel Piccoli

Nella sala virtuale del cinema La Compagnia, un ricordo del grande attore francese, scomparso lo scorso 12 maggio. Proiezione del film Il Disprezzo di Jean-Luc Godard. Venerdì 3 luglio, ore 21.00

Rende omaggio all’attore Michel Piccoli, a un mese della sua scomparsa, la proiezione de Il disprezzo, di Jean-Luc Godard, film del 1963, tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia che lo rese famoso presso il pubblico internazionale; in programma venerdì 3 luglio, alle ore 21.00 su Più Compagnia, la sala virtuale del cinema La Compagnia di Firenze (versione originale, con i sottotitoli in italiano, ingresso 3,99 euro).

Il Disprezzo racconta la storia dello scrittore francese Paul Javal (Michel Piccoli) mentre si trova a Roma, con la sua bellissima moglie Camille (Brigitte Bardot), per riscrivere la sceneggiatura di un film sull’Odissea, diretto dal famoso regista Fritz Lang (nel ruolo di sé stesso). Tra Camille e Paul si crea, però, un malinteso che avrà un grande impatto sul futuro e l’armonia della coppia.

Il film sarà accompagnato da “Anatomia di una scena”, il format online, a cura dello staff del cinema La Compagnia, che proporrà l’analisi di uno dei film più “censurati” di sempre, a partire dal contesto storico e artistico in cui è stato realizzato. La proiezione è organizzata in collaborazione con CG DIGITAL.

Per accedere alla sala virtuale basta andare sul sito www.cinemalacompagnia.it

Sarà possibile acquistare il biglietto fino a 2 ore dopo l’orario di inizio dello spettacolo (ore 23.00). Il codice d’acquisto è valido fino a 24 ore dopo l’orario di inizio.

L'articolo Su Più Compagnia Omaggio a Michel Piccoli proviene da www.controradio.it.

Museo Novecento: arte, teatro musica

Museo Novecento: arte, teatro musica

Inizia l’estate del Museo Novecento di Firenze con reading teatrali, concerti, lectures: un programma intenso di eventi serali gratuiti, aperti al pubblico nel rispetto delle norme di sicurezza

Giovedì 2 luglio parte il ciclo Reading Pratolini, progetto teatrale dedicato al grande scrittore fiorentino, mentre venerdì 3 luglio prende il via la rassegna di concerti Piano Novecento. Nelle settimane seguenti, saranno protagoniste nel chiostro del Museo anche le opere dei grandi artisti del Novecento con Made in Italy, lezioni- racconto tenute dal direttore del museo, Sergio Risaliti. Gli eventi – con inizio alle ore 21.00 – proseguiranno no ai primi di ottobre quando il programma si concluderà fuori dagli spazi canonici del museo con una grande performance in Piazza Santa Maria Novella.

Tutti gli eventi si svolgeranno negli ambienti all’aperto del Museo. L’ingresso è gratuito no a esaurimento posti. L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale. Tutti i visitatori sono invitati a evitare assembramenti e a rispettare le norme di sicurezza e sul distanziamento fisico.

Ingresso gratuito per MASSIMO 100 SPETTATORI, fino a esaurimento posti. INFO

READING PASOLINI

→ giovedì 2 luglio ore 21.00, Il quartiere, Maria Lucia Bianchi, Sebastiano Spada, Fabio Facchini, Federica Cavallaro
→ giovedì 23 luglio ore 21.00, Metello, Francesco Grossi, Laura Pinato, Nadia Saragoni Lorenzo Volpe
→ giovedì 24 settembre ore 21.00, Le ragazze di San Frediano, Anastasia Ciullini, Athos Leonardi, Claudia Ludovica Marino, Luca Pedron
→ venerdì 2 ottobre ore 21.00, Cronache di poveri amanti, Maddalena Amorini, Davide Arena, Alessandra Brattoli, Beatrice Ceccherini, Davide Diamanti, Ghennadi Gidari, Erica Trinchera, Filippo Lai

LECTURES DI SERGIO RISALITI, DIRETTORE ARTISTICO MUSEO NOVECENTO

→ giovedì 16 luglio alle ore 21.00 Sergio Risaliti ha scelto di raccontare al pubblico la vita e le opere di Mario Mafai (Roma 1902 –1965) e Scipione, quale omaggio alla mostra monografica dedicata a Mafai ospitata al secondo piano del museo.

→ giovedì 17 settembre alle ore 21.00 sarà dedicato a Filippo De Pisis (Ferrara 1896 –Brugherio 1956), Felice Casorati (Novara 1883 –Torino 1963), Carlo Levi (Torino 1902 –Roma 1975) e Arturo Martini (Treviso 1889 –Milano 1947).

PRESENTAZIONE DEL LIBRO LASCIA PARLARE IL VENTO

→ lunedì 20 luglio alle ore 18.30 Lorenzo di Las Plassas presenta il suo romanzo Lascia parlare il vento edito da Baldini & Castoldi.

READING PRATOLINI

Reading Pratolini è un progetto teatrale tutto incentrato su Vasco Pratolini, celebre autore di narrativa e di opere teatrali, di testi poetici e articoli, oltre che sceneggiatore per alcuni tra i maggiori registi del Novecento italiano. I reading coinvolgeranno i giovani attori del progetto teatrale ‘iNuovi’, già noti al pubblico fiorentino, e non solo, per essersi cimentati al Teatro Niccolini con le Ragazze di San Frediano, sempre di Pratolini. Reading Pratolini nasce anche come progetto di valorizzazione della collezione del museo in un ideale confronto con le opere di Ottone Rosai, un altro ‘fiorentino doc’ che, come lo scrittore, ha saputo immortalare l’autenticità della Firenze più popolare. L’iniziativa è in collaborazione con Fondazione Teatro della Toscana a conferma della poliedrica attività culturale del Museo, quale punto di riferimento scientifico in città sulle arti del secolo scorso e del contemporaneo.
Dello scrittore, nato a Firenze in via dei Magazzini il 19 ottobre del 1913, saranno letti ben quattro celebri romanzi.

→ giovedì 2 luglio ore 21.00, Il quartiere, Maria Lucia Bianchi, Sebastiano Spada, Fabio Facchini, Federica Cavallaro
→ giovedì 23 luglio ore 21.00, Metello, Francesco Grossi, Laura Pinato, Nadia Saragoni Lorenzo Volpe
→ giovedì 24 settembre ore 21.00, Le ragazze di San Frediano, Anastasia Ciullini, Athos Leonardi, Claudia Ludovica Marino, Luca Pedron
→ venerdì 2 ottobre ore 21.00, Cronache di poveri amanti, Maddalena Amorini, Davide Arena, Alessandra Brattoli, Beatrice Ceccherini, Davide Diamanti, Ghennadi Gidari, Erica Trinchera, Filippo Lai

CONCERTI

Concerti, Rufufi e Narrazioni, in collaborazione con Associazione Musicale Euterpe, Direzione artistica Sergio Risaliti, A cura di Riccardo Sandiford

→ venerdì 3 luglio ore 21.00, Riccardo Sandiford pianoforte esegue: Johann Sebastian Bach

→ venerdì 10 luglio ore 21.00, Julia Farrés Llongueras soprano, Massimo Felici chitarra

→ venerdì 11 settembre ore 21.00, Federica Bortoluzzi pianoforte esegue: Claude Debussy (Saint-Germain-en-Laye 1862 –Paris 1918)

→ venerdì 18 settembre ore 21.00 Andrea Cassano pianoforte esegue: Johann Sebastian Bach (Eisenach 1685 –Lipsia 1750) Variazioni Goldberg

TUTTI GLI EVENTI SI SVOLGERANNO NEGLI AMBIENTI ALL’APERTO DEL MUSEO. L’INGRESSO È GRATUITO FINO A ESAURIMENTO POSTI. L’INGRESSO NON PREVEDE L’ACCESSO AL PERCORSO MUSEALE. TUTTI I VISITATORI SONO INVITATI A EVITARE ASSEMBRAMENTI E A RISPETTARE LE NORME DI SICUREZZA SUL DISTANZIAMENTO FISICO.

L'articolo Museo Novecento: arte, teatro musica proviene da www.controradio.it.