Femina Ridens il nuovo album “Kalenda Maya”

Femina Ridens il nuovo album “Kalenda Maya”

Femina Ridens torna con il terzo album “Kalenda Maya”, in uscita il 13 maggio per RadiciMusic Records. Liberamente ispirato ad alcuni brani contenuti in manoscritti medievali. Vi si trovano canzoni in occitano, italiano volgare, lingua d’oil, galiziano-portoghese e latino, scritte tra il X ed il XIV secolo. L’intervista a cura di Giustina Terenzi

Femina Ridens torna con il terzo album “Kalenda Maya”, in uscita il 13 maggio 2022 per
RadiciMusic Records.

Alcuni di questi brani presentano ancora residui pagani ma non si vuole riprodurre l’idea di un passato romantico. Non vi aspettate il classico lavoro sulla musica medievale. Come scriveva Gustav Mahler “la tradizione è la salvaguardia del fuoco, non l’adorazione della cenere”. La chiave di questo excursus non è filologica bensì visionaria. Qui il suono si fa meno puro, le influenze medievali si aprono al folk rock ma sono solo richiami: qui tutto è stato amalgamato, mescolato al ritmo ondeggiante ed impetuoso che trasporterà l’ascoltatore in nuove storie.
Kalenda Maya prende forza da ritmiche marziali, armonie vorticose e chitarre indiavolate
spalancando nuovi orizzonti psichedelici. Un’attenta combinazione di strumenti antichi e moderni amplifica l’energia grezza che ispirava la musica profana.
Il dialogo tra la natura e il soprannaturale che risuona in questi canti si fa vettore di immaginazione ed offre all’ascoltatore un ponte tra passato e futuro.

Line-up
Francesca Messina: voce, chitarra
Massimiliano Lo Sardo: synth, harmonium indiano
Alice Chiari: violoncello
Nicola Savelli: percussioni

Data di uscita: 13 maggio 2022, RadiciMusic Records – Formato CD – DD

Distribuzione fisica Italia: Goodfellas; Distribuzione fisica estero: Xango Music; Distribuzione digitale: Belive

BIO:

Francesca Messina, aka Femina Ridens, è una cantante, musicisa, attrice e compositrice che non ha mai smesso di sperimentare sulla sua vocalità, cimentandosi in progetti tanto eterogenei quanto prestigiosi. Comincia negli anni ’90 come solista dell’ensemble vocale Jubilee Shouters collaborando con artisti di fama internazionale: Momix, Take Six, Trilok Gurtu, Daniel Ezralow, C.S.I., etc.

Alla fine degli anni ‘90, sotto lo pseudonimo di Lady Violet, approda al mondo della dance
ottenendo un successo planetario (Disco d’Oro in Svezia e Danimarca, Festivalbar, etc.).
Nei primi anni Duemila canta con il coro Harmonia Cantata il “Carmina Burana” di Orff.

Nel 2008, insieme a Massimiliano Lo Sardo ed Umberto Bartolini, forma la band indie-rock “La Materia Strana” con la quale pubblica l’ep “Raptus”(2010).
Nel 2013 e nel 2015, sempre con la collaborazione di Massimiliano Lo Sardo, pubblica i primi due album da solista sotto il nome di Femina Ridens

L'articolo Femina Ridens il nuovo album “Kalenda Maya” da www.controradio.it.

Manuale di storia della popular music e del jazz. Undicesima Puntata

Manuale di storia della popular music e del jazz. Undicesima Puntata

Nuovo appuntamento con il musicologo Fabrizio Basciano, autore del “Manuale di storia della popular music e del jazz”. Nella puntata di venerdì 6 maggio si parla del rock alternativo, della scena dark e new wave, ma anche del pop anni 80 e dell’impatto di Thriller di Michael Jackson

L'articolo Manuale di storia della popular music e del jazz. Undicesima Puntata da www.controradio.it.

Hugo Race il minilive a Controradio

Hugo Race il minilive a Controradio

Once upon a time in Italy è il nuovo album di Hugo Race. Il cantautore (che ha fatto parte tra gli altri del gruppo di Nick Cave and the Bad Seeds) è stato intervistato per l’occasione da Davide Agazzi.

Il nuovo album di Hugo Race “Once Upon A Time In Italy” uscito venerdì 8 aprile su Santeria/Audioglobe è un tour de force musicale e lirico.
 
Registrato con la sua band Fatalists e le guest star australiane Georgia Knight e TJ Howden, l’album contiene 10 nuove canzoni fortemente emotive e una cover – Hurdy Gurdy Man di Donovan. Questo album speciale è stato realizzato durante gli anni di isolamento 2020-22 e, nella sua versione europea, include un EP bonus di 4 tracce in versione italiana.
 
Hugo è una leggenda vivente dell’underground internazionale, ex-Bad Seeds, ex degli Oz postpunkers The Wreckery e dal 1989 un produttore anticonformista, oltre che performer e songwriter con Dirtmusic e The True Spirit.
  
Queste le prossime date del tour confermate:
4 Maggio | PARMA Borgo Santa Brigida (solo show)
5 Maggio | BERGAMO Druso
6 Maggio | SAVONA Raindogs House
7 Maggio | CAORSO (PC) CineFox Caorso
12 Maggio | CITTANOVA (RC) 1840
13 Maggio | REGGIO CALABRIA Play Music Festival 
14 Maggio | COSENZA MOOD Social Club
15 Maggio | VITULAZIO (CE) Mr.Rolly’s – NUOVA DATA
18 Maggio | RIMINI Hobo’s Rimini (solo show)
20 Maggio | PISA Lumiere Pisa
21 Maggio | POGGIBONSI (SI) BOTTEGA26 – NUOVA DATA
25 Maggio | MILANO Arci Bellezza – NUOVA DATA
26 Maggio | TORINO BLAH BLAH
27 Maggio | LUGAGNANO (VR) Il Giardino 2.0 Music Club
28 Maggio | LONATE CEPPINO (VA) Black Inside
29 Maggio | CASSANO D’ADDA (MI) SolidarRock Festival 
 

 

L'articolo Hugo Race il minilive a Controradio da www.controradio.it.

Manuale di storia della popular music e del jazz. Decima Puntata

Manuale di storia della popular music e del jazz. Decima Puntata

Nuovo appuntamento all’interno del programma L’Acrobata di Giustina Terenzi con il musicologo Fabrizio Basciano, autore del “Manuale di storia della popular music e del jazz”.  In questa puntata glam, punk new wave, dark, e grunge (I parte)

L'articolo Manuale di storia della popular music e del jazz. Decima Puntata da www.controradio.it.

Riccardo Sinigallia ospite di “Tipo”. Ascolta l’intervista

Riccardo Sinigallia ospite di “Tipo”. Ascolta l’intervista

riRiccardo RIl prossimo appuntamento con Tipo è l’azienda Manteco, che vedrà nel suo bellissimo Archivio il palco con Riccardo Sinigallia. Sabato 30 novembre dalle 21.15, Montemurlo (Prato). Ascolta l’intervista a cura di Giustina Terenzi

Manteco nasce nel 1941, da filanda semidistrutta diventa fiore all’occhiello dell’industria tessile; oggi è arrivata alla terza generazione. A Resina, vicino a Napoli, venivano raccolti i capi militari provenienti da tutta Italia. Il fondatore dell’azienda Enzo Anacleto Mantellassi fece trasportare grandi quantità di coperte e indumenti militari di seconda mano a Prato, dove le merci iniziarono il loro viaggio di trasformazione in preziosi filati di lana riciclata, con un processo meccanico usato ancora oggi.

Oggi Manteco continua il proprio lavoro valorizzando sostenibilità, con soluzioni innovative e migliorando il sistema di punta a zero rifiuti, il design sostenibile e tracciabile. Aderisce ai principi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile ed è stata la prima azienda tessile ad applicare uno studio scientifico (Life Cycle Assessment) sui suoi tessuti di lana riciclata di lusso.

Ospite del nuovo appuntamento alle 21.15 Riccardo Sinigallia, uno dei più interessanti cantautori della scuola romana degli anni Ottanta-Novanta, la stessa che ha sfornato artisti come Niccolò Fabi, Federico Zampaglione, Max Gazzè, Daniele Silvestri e tanti altri ancora.
Scrive canzoni dall’età di 12 anni. Nel 1994 comincia la collaborazione come autore e produttore con Niccolò Fabi. Nel 1997 produce e firma alcune canzoni de “La favola di Adamo ed Eva” di Max Gazzè. È dello stesso periodo il ritornello di “Quelli che benpensano” di Frankie HI Nrg con il quale dirigerà anche il videoclip, iniziando una lunga collaborazione che lo vedrà dietro alla macchina da presa per molte delle sue produzioni musicali tra cui quella dei Tiromancino.

Nel 2015 viene chiamato da Valerio Mastrandrea a comporre la traccia dei titoli di coda di “Non essere cattivo” di Claudio Caligari, selezionato come film italiano per la candidatura agli Oscar 2015 e presentato al Festival del Cinema di Venezia dove “A cuor leggero” ha vinto il premio “Ho visto una canzone” assegnato da Assomusica e successivamente è stata candidata come miglior canzone ai David di Donatello del 2016, anno in cui scrive il testo di “Amami Amami” per Mina e Celentano e produce “La fine del vent’ anni” del cantautore Motta, miglior album d’esordio al Premio Tenco.
Nel 2018, “Prima di Andare Via” viene incluso nella colonna sonora del film “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino. Il 14 settembre 2018, il quarto album “Ciao cuore” viene pubblicato dalla Sugar Music. Il disco viene anticipato il 31 agosto 2018 dal singolo della title track, che viene accompagnato da un videoclip con protagonista Valerio Mastandrea, per la regia di Daniele ‘Dandaddy’ Babbo. Durante la 16esima edizione di Alice nella città, sezione Panorama Italia, alla Festa del Cinema di Roma, viene presentato Backliner, film biografico su Riccardo Sinigallia, per la regia di Fabio Lovino. Riccardo Sinigallia ha realizzato con i deProducers tre album di tre spettacoli: “Planetario” (2012), ” Botanica”(2017) e ” D.N.A.” (2019).

INFO Sabato 30/04 Riccardo Sinigallia in concerto. Alle ore 20.30 visita , alle  ore 21.15 concert ARCHIVIO MANTECO (Via della Viaccia, 19 59013 Montemurlo (PO) Italy)

L'articolo Riccardo Sinigallia ospite di “Tipo”. Ascolta l’intervista da www.controradio.it.