Coronavirus in Toscana: 37 nuovi positivi, età media 34 anni. I decessi sono 4

Coronavirus in Toscana: 37 nuovi positivi, età media 34 anni. I decessi sono 4

I ricoveri sono 114 (12 in meno rispetto a ieri), di cui 24 in terapia intensiva (4 in meno). Il bollettino odierno del Coronavirus in Toscana

Sono 244.274 i casi di positività al Coronavirus in Toscana, 37 in più rispetto a ieri (tutti confermati con tampone molecolare). I nuovi casi sono lo 0,02% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 235.596 (96,4% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 6.705 tamponi molecolari e 6.219 tamponi antigenici rapidi, di questi lo 0,3% è risultato positivo. Sono invece 4.813 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui lo 0,8% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 1.810, -8,2% rispetto a ieri. I ricoveri sono 114 (12 in meno rispetto a ieri), di cui 24 in terapia intensiva (4 in meno). Oggi si registrano 4 nuovi decessi: 3 uomini e una donna con un’età media di 85,3 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia di Coronavirus in Toscana.

L’età media dei 37 nuovi positivi odierni è di 34 anni circa (27% ha meno di 20 anni, 38% tra 20 e 39 anni, 27% tra 40 e 59 anni, 5% tra 60 e 79 anni, 3% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (tutti confermati con tampone molecolare). Sono 67.461 i casi complessivi ad oggi a Firenze (17 in più rispetto a ieri), 22.598 a Prato (1 in più), 23.022 a Pistoia (2 in più), 13.318 a Massa (2 in più), 24.672 a Lucca (2 in più), 29.235 a Pisa (2 in più), 17.505 a Livorno, 22.873 ad Arezzo (2 in più), 13.877 a Siena (5 in più), 9.158 a Grosseto (4 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 20 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 6 nella Nord Ovest, 11 nella Sud est.

La Toscana si trova al 12° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 6.659 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 7.187 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 8.826 casi x100.000 abitanti, Pistoia con 7.916, Pisa con 7.020, la più bassa Grosseto con 4.191.
Complessivamente, 1.696 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (150 in meno rispetto a ieri, meno 8,1%).
Sono 8.989 (415 in meno rispetto a ieri, meno 4,4%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 4.641, Nord Ovest 3.946, Sud Est 402).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 114 (12 in meno rispetto a ieri, meno 9,5%), 24 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri, meno 14,3%).
Le persone complessivamente guarite sono 235.596 (195 in più rispetto a ieri, più 0,1%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 235.596 (195 in più rispetto a ieri, più 0,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 4 nuovi decessi: 3 uomini e una donna con un’età media di 85,3 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 1 a Prato, 1 a Pistoia, 1 a Arezzo, 1 a Siena.

Sono 6.868 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 2.215 a Firenze, 598 a Prato, 629 a Pistoia, 526 a Massa Carrara, 666 a Lucca, 702 a Pisa, 416 a Livorno, 506 ad Arezzo, 334 a Siena, 185 a Grosseto, 91 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 187,2 x100.000 residenti contro il 215,2 x100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (277,1 x100.000), Prato (233,6 x100.000) e Firenze (224,6 x100.000), il più basso a Grosseto (84,7 x100.000).

L'articolo Coronavirus in Toscana: 37 nuovi positivi, età media 34 anni. I decessi sono 4 da www.controradio.it.

Larissa Iapichino infortunata, non andrà alle Olimpiadi di Tokyo

Larissa Iapichino infortunata, non andrà alle Olimpiadi di Tokyo

“È amaro ma non smetto di sognare”: il commento di Larissa Iapichino giovane saltatrice in lungo fiorentina, figlia di Fiona May

Brutta sorpresa per la rappresentativa italiana alle Olimpiadi di Tokyo in programma dal 23 luglio: della squadra azzurra non farà parte Larissa Iapichino. La saltatrice in lungo, figlia di Fiona May e attualmente allenata dal padre Gianni Iapichino, si è infatti infortunata in modo serio ai campionati italiani dei giorni scorsi di Rovereto.

L’atleta fiorentina doveva far parte di una squadra azzurra di atletica piena di talento e ricca di tante promesse. Saltatrice in lungo come la madre che alle Olimpiadi ottenne due argenti, era salita alla ribalta con il record mondiale indoor U.20, un 6.91 che eguagliava il primato di Fiona. Era stata al suo fianco come personaggio pubblico sin da bambina, nelle pubblicità, poi l’ha appaiata in pedana. Ma ora un “infortunio agli assoluti” la costringe a fermarsi, come anticipato dall’ANSA e poi confermato dalla stessa azzurra e dalla Fidal. “Sabato sera durante la mia gara ai campionati italiani assoluti ho avuto un incidente al quinto salto chiudendo in sabbia – ha spiegato Larissa – essendo purtroppo, o per fortuna, un tipo molto testardo ho comunque voluto concludere la serie dei salti. In seguito a degli accertamenti svolti mi è stato diagnosticata una distrazione del legamento deltoideo del piede di stacco. Devo ancora fare ulteriori accertamenti ma, a detta degli specialisti, il periodo di guarigione e recupero mi impediranno purtroppo la partecipazione alle Olimpiadi”. Inevitabile l’amarezza. “Sono dispiaciuta ed amareggiata per questa situazione, ma cercherò di affrontare il tutto con la mia solita positività e motivazione. nonostante sia molto giovane ammetto che non sia facile vedersi scivolare di mano il sogno olimpico, ma penso che l’appuntamento sia solo rimandato. O almeno è ciò che continuerò a sognare. A presto!”. La brutta botta arriva in un momento delicato della carriera di Larissa, impegnata quest’anno anche nella maturità. E’ solo di pochi giorni fa il cambio di allenatore, dallo storico Gianni Cecconi al padre, Gianni. “Sono felice di andare a Tokyo – aveva detto in quell’occasione – l’obiettivo è arrivare in finale, e visto i valori in campo, non è per nulla scontato”. Ora invece è certo che non potrà misurare il suo salto e la crescita del suo talento in chiave olimpica.

“Dispiace per Larissa – dice il presidente della Fidal, Stefano Mei – Sono certo che questo inconveniente non arresterà la crescita: ci si ferma ora, per tornare più forti”. “Ha mostrato una maturità straordinaria – le parole del dt, Antonio Latorre – La sua sarebbe stata una prima lezione in attesa del momento giusto per salire in cattedra. Ma considerato l’orizzonte che ha davanti, è giusto usare tutta la cautela necessaria per preservarne l’evoluzione e la crescita”. A giorni, Larissa e papà-coach Gianni diranno tutto, in una conferenza.

L'articolo Larissa Iapichino infortunata, non andrà alle Olimpiadi di Tokyo da www.controradio.it.

Nursind Toscana,inaccettabile infermieri Asl in soccorso Rsa in estate

Nursind Toscana,inaccettabile infermieri Asl in soccorso Rsa in estate

Giampaolo Giannoni, segretario regionale del Nursind Toscana, commenta l’ordinanza del presidente della Regione Eugenio Giani sulle Rsa

“Dopo mesi di mancati incontri, richieste inascoltate e promesse mai realizzate, il presidente della Regione Eugenio Giani firma un’ordinanza che ci lascia allibiti: inaccettabile chiedere al personale delle Asl, già gravate da una endemica carenza di organico di andare in soccorso delle Rsa nella stagione estiva”. Così Giampaolo Giannoni, segretario regionale del Nursind Toscana, commenta l’ordinanza del presidente della Regione sulle Rsa. “In pratica – spiega Giannoni in una nota – con questa ordinanza si chiede alle Aziende sanitarie locali di assegnare personale infermieristico alle Rsa del settore privato che si trovino in condizione di non poter rispettare gli standard del servizio a causa di ferie, malattie o altri fattori che determinino una carenza di personale”.

Per il segretario Nursind, “peccato che le stesse Asl soffrano da anni di un organico sotto la soglia e tanto più sotto pressione nell’ultimo anno e mezzo segnato da pandemia e campagna vaccinale. Per di più, in attesa di adeguata valorizzazione economica, riconoscimento e tutela professionale, nonostante i ripetuti appelli delle organizzazioni sindacali”.

“Stendendo un velo pietoso sui concorsi – osserva ancora il segretario Nursind – la Regione dovrebbe attingere dalla graduatoria Estar. Invece ci troviamo a dover sostenere anche il settore privato, con un’ordinanza firmata alle porte della stagione estiva, con ferie arretrate da mesi o anni ancora da programmare”. “Dopo aver sostenuto il Servizio sanitario regionale con dedizione e spirito di sacrificio durante una delle pagine più difficili per la sanità – conclude -, come infermieri e professionisti ci sentiamo offesi. E chiediamo al presidente Giani di darci ascolto, prima di dover ricorrere a strumenti più duri, fino alla mobilitazione”.

L'articolo Nursind Toscana,inaccettabile infermieri Asl in soccorso Rsa in estate da www.controradio.it.

🎧 “Stiamo lavorando per una scuola in presenza”, il ministro dell’Istruzione a Firenze

🎧 “Stiamo lavorando per una scuola in presenza”, il ministro dell’Istruzione a Firenze

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi in visita prima all’istituto comprensivo Piero della Francesca e poi all’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire)

“Stiamo lavorando per una scuola in presenza con molta attenzione alla socialità”: il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi oggi in visita a Firenze all’istituto comprensivo Piero della Francesca, una delle scuole che stanno partecipando al Piano estate. Si tratta del progetto messo a punto dal Ministro dell’Istruzione per il recupero dell’apprendimento e della socialità perduta nei mesi di didattica a distanza. In Toscana sono stati investiti 29 milioni di euro per il piano estate.

Il ministro è stato accolto da un gruppo di bambini e bambine che hanno cantato l’Inno d’Italia e prima di visitare la scuola ha parlato della ripartenza dell’anno scolastico in vista di settembre. “Mi sembra difficile dettare da Roma come dovranno organizzarsi le scuole”, continua il ministro, “Stiamo lavorando perché ci siano gli insegnanti in classe. Stiamo lavorando per non trovarci nella situazione dell’anno scorso”.

“Faremo una gestione assolutamente cauta per prendere in considerazione tutti questi rischi”, ha concluso il ministro in relazione ai possibili rischi causati dal diffondersi delle varianti.

Erano presenti Sara Funaro l’assessora educazione e welfare del Comune di Firenze e Alessandra Nardini, l’assessora regionale al welfare.

Dopo la visita all’istituto comprensivo Piero della Francesca la visita del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi è continuata all’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire).

 

 

L'articolo 🎧 “Stiamo lavorando per una scuola in presenza”, il ministro dell’Istruzione a Firenze da www.controradio.it.

🎧 Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 25 giugno 2021

🎧 Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 25 giugno 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

CONTRORADIO INFONEWS-Nicola Tanturli, il bimbo di 21 mesi ritrovato vivo nei boschi di Palazzuolo sul Senio dove era scomparso per quasi due giorni, è stato dimesso dall’ospedale pediatrico Meyer di Firenze . Anche il fratello più grande, 4 anni, si sarebbe allontanato da casa in passato secondo il racconto di un testimone. I carabinieri hanno inviato gli atti della vicenda alla procura di Firenze che ha aperto un fascicolo conoscitivo al momento senza ipotesi di reato. L’ipotesi dell’allontanamento del bambino dall’abitazione sembra la più plausibile, secondo i carabinieri.

CONTRORADIO INFONEWS-In Francia due giovani donne sono state arrestate e poste sotto custodia della polizia, sospettate di aver investito con uno monopattino elettrico a Parigi, Miriam S. un’italiana di 31 anni di Capalbio e residente a Parigi, morta per le ferite riportate,. L’incidente era avvenuto poco dopo la mezzanotte del 14 giugno in una stradina pedonale lungo la Senna, dove erano radunate una cinquantina di persone.

CONTRORADIO INFONEWS-La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio per un imprenditore 34enne, indagato nell’ambito dell’inchiesta sul più grande attacco cyber-finanziario mai avvenuto in Italia. L’uomo, amministratore unico di una società che gestisce criptovalute, sarebbe al centro di una maxi-truffa che ha prodotto un ‘buco’ di 120 milioni di euro sulla piattaforma informatica hackerata, con oltre 230mila risparmiatori danneggiati. I reati ipotizzati sono quelli di frode informatica, autoriciclaggio, bancarotta fraudolenta e violazione del testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria.

CONTRORADIO INFONEWS-Partono dai dipartimenti di Prevenzione delle Asl le diffide per i professionisti sanitari che ancora non hanno assolto all’obbligo vaccinale. Sono 15.795 in Toscana (l’11% del totale). Chi riceve la comunicazione, ha 5 giorni di tempo per spiegare la ragione della mancata vaccinazione (ad esempio particolari condizioni di salute) e, se decide di farlo, per prenotarsi per la vaccinazione. Senza risposta alla diffida si rischia il demansionamento e in caso estremo la sospensione dal servizio, senza stipendio fino al 31 dicembre.

CONTRORADIO INFONEWS-Rischia di chiudere l’asilo nido del Palazzo di giustizia di Firenze, dopo nove anni. La Corte di appello di Firenze ha dichiarato che, senza l’intervento del ministero della Giustizia, non potrà procedere al rinnovo della concessione di servizi per l’infanzia. L’attuale appalto alla cooperativa sociale scadrà il 31 luglio. Lo rende noto la Fp Cgil. L’asilo non è solo per i figli dei dipendenti ma degli oltre trenta bambini ospitati, la maggior parte sono del quartiere. Il sindacato intende richiamare l’attenzione delle istituzioni affinché “venga presa in considerazione la proroga della concessione”

CONTRORADIO INFONEWS-Stamani a Firenze visita del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi all’istituto Piero della Francesca, tra le scuole che stanno partecipando al Piano estate: progetto messo a punto dal Ministro dell’Istruzione per il recupero dell’apprendimento e della socialità perduta nei mesi di didattica a distanza .

CONTRORADIO INFONEWS-Inaugura lo spazio Ultravox, al parco delle Cascine, nell’ambito dell’Estate Fiorentina. Il nome nasce da un famoso gruppo di epoca punk-new wave e ogni sera ospiterà spettacoli, eventi e incontri. Al via stasera con il concerto dei Fast Animals and Slow Kids alle 18.

 

L'articolo 🎧 Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 25 giugno 2021 da www.controradio.it.