Caldo: sale ozono a Firenze, appello a restare in casa

Caldo: sale ozono a Firenze, appello a restare in casa

Con un valore di 203 microgrammi per metro cubo d’aria, è di gran lunga superata la quantità massima di ozono, fissata dai limiti di legge a 180. Il caldo record registrato in questi giorni ha alzato la soglia di ozono nell’aria fiorentina. Per oggi e domani, avvisa il Comune di Firenze in una nota, si prevedono condizioni di alta pressione che sono favorevoli a ulteriori aumenti dei livelli di concentrazione di questo inquinante.

Per questi dati allarmanti, il sindaco Dario Nardella ha emesso un avviso alla popolazione per invitare i cittadini a evitare attività ricreative con esercizio fisico intenso all’aperto nelle ore più calde della giornata e, nei lavori all’aperto, di concentrare nella fascia pomeridiana le attività faticose (oltre ad effettuare pause in zone o strutture all’ombra). Ai soggetti più sensibili si raccomanda di evitare la permanenza all’aria aperta.

L’assessore comunale all’ambiente Cecilia Del Re lancia un appello “ai soggetti più sensibili, bambini, anziani, asmatici o persone affette da malattie dell’apparato respiratorio, ad evitare la permanenza all’aria aperta nei luoghi soleggiati. In questi giorni, poi, abbiamo aggiornato la mappa dei luoghi pubblici nei quali è possibile trovare aria condizionata, senza necessità di consumare: sono undici e sono disponibili in rete civica anche in formato open data”. Lo sforamento, il primo quest’anno, è stato registrato dalla centralina di Settignano.

L'articolo Caldo: sale ozono a Firenze, appello a restare in casa proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi