Cannabis: ok Regione per nuovo progetto per produzione e studi 

Cannabis: ok Regione per nuovo progetto per produzione e studi 

E’ stato approvato un nuovo progetto congiunto finalizzato alla produzione di cannabis e alla realizzazione di studi clinici. La nuova iniziativa è congiunta tra Regione Toscana e Agenzia industrie difesa-Stabilimento chimico farmaceutico militare. I risultati saranno utili a consolidare i profili di sicurezza ed efficacia riguardo all’utilizzo terapeutico della cannabis. Il progetto è stato approvato con una delibera presentata dall’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi nel corso dell’ultima seduta della Giunta regionale.

Il progetto operativo, al momento dalla durata triennale ma prorogabile, si svilupperà in tre ambiti di intervento. La produzione di infiorescenze di cannabis nell’ambito del suo impiego terapeutico, standardizzazione di estratti oleosi, disegno e conduzione di sperimentazioni cliniche. Il costo totale ammonta a quasi 1mln e 400mila euro. 600.000 a carico dell’Agenzia industrie difesa-Stabilmentio chimico farmaceutico militare (Aid-Scfm), e 795.000 come contributo della Regione a Aid-Scfm.
La Regione Toscana e Agenzia industrie difesa-Stabilimento chimico farmaceutico militare, con l’intesa del 2017, hanno posto le basi, per una collaborazione. L’obiettivo è la valorizzazione delle capacità delle reciproche strutture e piattaforme di produzione, ricerca e assistenza, per integrare le azioni previste dal protocollo nel contesto della innovazione farmaceutica e tecnologica. La Regione aveva esigenza di acquisire dati clinici ed epidemiologici per avvalorare i profili di sicurezza ed efficacia della cannabis e dei suoi derivati da parte del Servizio sanitario toscano. Da qui, dunque, la decisione di avviare la realizzazione del nuovo progetto congiunto.

L'articolo Cannabis: ok Regione per nuovo progetto per produzione e studi  proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi