Ambiente: 12 mln stanziati per tutalare il patrimonio forestale toscano

Ambiente: 12 mln stanziati per tutalare il patrimonio forestale toscano

La Regione Toscana mette a disposizione 12 mln di euro per interventi  sul patrimonio forestale pervisti dal Psr 2014-2020. Tra le misure contenute c’è il ripristino delle foreste di pino marittimo danneggiate dai parassiti, interventi sulle aree boschive colpite da calamità naturali e incendi, e mitigazione degli effetti del cambiamento climatico.

L’assessore all’Agricoltura della Regione Marco Remaschi spiega che “Si tratta di risorse che vengono da economie sulle misure del settore forestale, per rinunce o per minori spese effettuate, e che consentiranno di ampliare il numero degli interventi a favore delle imprese e degli Enti pubblici”.

“E’ un’operazione importante, che non solo conferma l’attenzione della giunta regionale al grande patrimonio forestale toscano, ma che consente anche di rispettare i tempi di conclusione del periodo di spesa dei fondi comunitari del Psr 2014-2020 per i quali la tempestività e l’ efficienza, in termini di velocità di erogazione dei fondi pubblici, – aggiunge l’assessore – sono elementi essenziali per assicurare comunque alle imprese ed al settore in generale un completo utilizzo delle risorse disponibili”.

I 12 milioni saranno dunque utilizzati per soddisfare le varie richieste. Circa 3 milioni sono destinati al ripristino delle pinete di pino marittimo danneggiate dal Matsucoccus feytaudi (Ducasse). Mentre 2,5 milioni invece saranno finalizzati a raggiungere impegni e obiettivi ambientali contribuendo all’obiettivo mondiale di mitigare i cambiamenti climatici. Circa 4,5 mln saranno utilizzati per la prevenzione dei danni che incendi, eventi naturali hanno provocato alle foreste. Invece 2.2 milioni saranno accantonati dall’utilizzo per essere destinati alla disponibilità del prossimo bando, specie per le imprese, in modo da incentivare il sostegno agli investimenti. Le aziende interessate sono quelle che si occupano di tecnologie silvicole, trasormazione, mobilitazione, commercializzazione dei prodotti delle foreste.

L'articolo Ambiente: 12 mln stanziati per tutalare il patrimonio forestale toscano proviene da www.controradio.it.

Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr

Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr

Finanziare 49 progetti di innovazione, aggregazione e agricoltura sociale. E’ l’obiettivo per cui la Regione Toscana, attraverso economie e rimodulazioni, stanzierà altri 18 milioni e mezzo di euro in favore di iniziative che, per altro, erano già in graduatoria all’interno del Psr 2014-20 sostenuto con fondi europei.

“E’ un bel segnale – ha detto l’assessore regionale all’agricoltura, Marco Remaschi – che diamo a un mondo che soffre, che sta portando avanti progetti di grande valenza, con risorse per aggregare la filiera, risorse per valorizzare molti progetti innovativi”.

Marco Remaschi
Marco Remaschi alla conferenza stampa di questa mattina

Tra i beneficiari ci sono i Pif, progetti integrati di filiera agroalimentare: saranno finanziati con 9,472 milioni di euro sei iniziative su valorizzazione del latte bovino toscano e il vino organico, filiera ortofrutticola (in particolare la raccolta e la lavorazione di castagne e piccoli frutti della montagna) e l’olio, florovivaistica, produzione e trasformazione del tabacco. Quasi 7,4 mln saranno poi destinati a 25 Ps-Go (piani strategici dei gruppi operativi) sull’innovazione, mentre per l’integrazione nell’attività agricola di soggetti disabili e svantaggiati la giunta aggiunge 1,6 mln di euro al milione già stanziato in precedenza.

Sentiam l’assessore all’agricoltura Marco Remaschi

L'articolo Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr proviene da www.controradio.it.

Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr

Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr

Finanziare 49 progetti di innovazione, aggregazione e agricoltura sociale. E’ l’obiettivo per cui la Regione Toscana, attraverso economie e rimodulazioni, stanzierà altri 18 milioni e mezzo di euro in favore di iniziative che, per altro, erano già in graduatoria all’interno del Psr 2014-20 sostenuto con fondi europei.

“E’ un bel segnale – ha detto l’assessore regionale all’agricoltura, Marco Remaschi – che diamo a un mondo che soffre, che sta portando avanti progetti di grande valenza, con risorse per aggregare la filiera, risorse per valorizzare molti progetti innovativi”.

Marco Remaschi
Marco Remaschi alla conferenza stampa di questa mattina

Tra i beneficiari ci sono i Pif, progetti integrati di filiera agroalimentare: saranno finanziati con 9,472 milioni di euro sei iniziative su valorizzazione del latte bovino toscano e il vino organico, filiera ortofrutticola (in particolare la raccolta e la lavorazione di castagne e piccoli frutti della montagna) e l’olio, florovivaistica, produzione e trasformazione del tabacco. Quasi 7,4 mln saranno poi destinati a 25 Ps-Go (piani strategici dei gruppi operativi) sull’innovazione, mentre per l’integrazione nell’attività agricola di soggetti disabili e svantaggiati la giunta aggiunge 1,6 mln di euro al milione già stanziato in precedenza.

Sentiam l’assessore all’agricoltura Marco Remaschi

L'articolo Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr proviene da www.controradio.it.

Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr

Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr

Finanziare 49 progetti di innovazione, aggregazione e agricoltura sociale. E’ l’obiettivo per cui la Regione Toscana, attraverso economie e rimodulazioni, stanzierà altri 18 milioni e mezzo di euro in favore di iniziative che, per altro, erano già in graduatoria all’interno del Psr 2014-20 sostenuto con fondi europei.

“E’ un bel segnale – ha detto l’assessore regionale all’agricoltura, Marco Remaschi – che diamo a un mondo che soffre, che sta portando avanti progetti di grande valenza, con risorse per aggregare la filiera, risorse per valorizzare molti progetti innovativi”.

Marco Remaschi
Marco Remaschi alla conferenza stampa di questa mattina

Tra i beneficiari ci sono i Pif, progetti integrati di filiera agroalimentare: saranno finanziati con 9,472 milioni di euro sei iniziative su valorizzazione del latte bovino toscano e il vino organico, filiera ortofrutticola (in particolare la raccolta e la lavorazione di castagne e piccoli frutti della montagna) e l’olio, florovivaistica, produzione e trasformazione del tabacco. Quasi 7,4 mln saranno poi destinati a 25 Ps-Go (piani strategici dei gruppi operativi) sull’innovazione, mentre per l’integrazione nell’attività agricola di soggetti disabili e svantaggiati la giunta aggiunge 1,6 mln di euro al milione già stanziato in precedenza.

Sentiam l’assessore all’agricoltura Marco Remaschi

L'articolo Agricoltura: da Regione Toscana altri 18,5 mln su progetti Psr proviene da www.controradio.it.

Operai forestali, Regione Toscana sostiene costi aggiuntivi

Operai forestali, Regione Toscana sostiene costi aggiuntivi

La Regione interverrà direttamente per sostenere i costi aggiuntivi del contratto che interessa oltre 400 operai forestali: complessivamente l’operazione sarà di 500mila euro che saranno liquidate in due tranche entro il 31 dicembre di quest’anno. Ad annunciarlo l’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi nel corso di una conferenza stampa a Firenze, a Palazzo Strozzi Sacrati.

Dopo aver contribuito a favorire il percorso per il rinnovo del contratto integrativo regionale tra sindacati e Anci (gli operai sono dipendenti di Unioni dei Comuni e Comuni), firmato nello scorso maggio, la Regione si impegnerà a sostenere per il 2019 gran parte dei costi aggiuntivi previsti: circa 1.220 euro a operaio (su un totale di 1.700 operai forestali).

“L’intervento regionale vuol evidenziare il valore che attribuiamo al nostro contingente di operai forestali, alla loro competenza e professionalità e al loro ruolo decisivo, non solo per la valorizzazione e riqualificazione del patrimonio forestale, ma anche per la lotta agli incendi boschivi e per la difesa del suolo. Con il contratto nazionale che manca da oltre sei anni il recente rinnovo dell’integrativo compenserà la perdita di potere d’acquisto delle retribuzioni” secondo quanto spiegato dall’assessore Remaschi.

L’assessore regionale all’agricoltura si è detto “soddisfatto” per l’esito della trattativa, “gestita in maniera positiva da Anci, che ci rappresentava al tavolo, dai sindacati. C’è stato anche un grande senso di responsabilità da parte dell’Unione dei Comuni”. “Abbiamo fatto veramente un buon lavoro”, ha commentato il direttore di Anci Toscana Simone Gheri.

In Toscana, si ricorda, il patrimonio forestale occupa oltre il 50% della superficie regionale e il 10% è di proprietà della Regione Toscana: si tratta di oltre 100mila ettari.

L'articolo Operai forestali, Regione Toscana sostiene costi aggiuntivi proviene da www.controradio.it.