Pinocchio Live Jazz XXVI edizione

Pinocchio Live Jazz XXVI edizione

Pinocchio Live Jazz XXVI edizione, dal 9 novembre 2019 al 29 febbraio 2020. “Un Jazz a parte…” il titolo per questa stagione della nota rassegna fiorentina. Prossimo appuntamento con Vincenzo Vasi e Valeria Sturba

Sabato 16 novembre 2019

VINCENZO VASI & VALERIA STURBA  OoopopoiooO Presentano “Elettromagnetismo e Libertà” (Oopart)

VALERIA STURBA voce, theremin, violino, elettronica, giocattoli, effetti, looper/  VINCENZO VASI voce, theremin, basso, elettronica, giocattoli, percussioni, effetti, looper

Gli OoopopoiooO, alias i vulcanici ed “elettro”- magnetici Vincenzo Vasi e Valeria Sturba, presentano il loro secondo disco intitolato “Elettromagnetismo e Libertà”, come uno dei brani in scaletta firmato dal violoncellista free Tristan Honsinger. Il lavoro, una sorta di manifesto surreal-pop -dadaista per voci, theremin e cianfrusaglie elettroacustiche e si dipana attraverso ludici ribaltamenti di forme musicali consuete, creando una miscela pop costruita su armonie e combinazioni stilistiche distanti fra loro: musica contemporanea, minimalismo, tarantelle, techno rap, musica popolare e filastrocche visionarie. Una sorta di luna park sonoro, caratterizzato da un originalissimo e dissacrante polistilismo ludico focalizzato sulla forma canzone,  dove si respira un’aria di anarchica e  stravagante libertà creativa.

Sabato 23 novembre 2019

ANTONIO FARAO’ TRIO. ANTONIO FARAO’ piano/PAT SENATORE contrabbasso/MIKE BAKER batteria

“Non mi capita spesso di essere sorpreso da registrazioni di musicisti, come lo sono stato quando per la prima volta ascoltai uno degli ultimi CD di Antonio Faraò.(…) Mi ha immediatamente attratto la sua concezione armonica, la gioia dei suoi ritmi e il suo senso di swing, la grazia e il candore delle sue linee melodiche improvvisate. Antonio non è solo un ottimo pianista, è un grande”. Herbie Hancock Scorrendo le biografie di questi tre musicisti si incontrano Herbie Hancock, che da anni è un dichiarato estimatore di Antonio Faraò,  Witney Huston, per la quale l’americano Mike Baker è stato direttore musicale e batterista per 18 anni, l’Orchestra di Stan Kenton, dove ha militato il contrabbassista Pat Senatore,  classe 1935 (!). Ma sono molte altre le illustri collaborazioni e riconoscimenti che costellano la carriera dei componenti di questo “super” trio, guidato da una punta di diamante del jazz italiano tra le più apprezzate all’estero. Antonio Faraò ha plasmato il suo stile inconfondibile, confrontandosi con jazzisti del calibro di Joe Lovano, Miroslav Vitous, Jack Dejohnette, Chris Potter, Benny Golson…raggiungendo una brillantezza tecnica, carica di pathos, e una vena compositiva fluente, dal travolgente senso ritmico.

Sabato 30 novembre 2019

SILVIA BOLOGNESI YOUNG SHOUTS. Presenta “aLive Shouts”an homage to Bessie Jones (Fonterossa Records). SILVIA BOLOGNESI contrabbasso, voce/ATTILIO SEPE sax alto/EMANUELE MARSICO tromba, voce/SERGIO BOLOGNESI batteria

Bessie Jones (1902-1984), cantante gospel e folk afroamericana che Alan Lomax definì “The Mother Courage of American Black Traditions”, è rievocata da Silvia Bolognesi e i suoi Young Shouts in questo nuovo progetto e disco di composizioni originali, firmate dalla leader. Il lavoro, realizzato con tre giovani talenti fioriti fra le aule di Siena Jazz, dove la musicista è docente, ritrae, con un linguaggio moderno e avvincente, l’anima di una delle protagoniste di quelle radici blues, folk, spiritual che stanno all’origine di tutti i percorsi della musica nero americana, una musica da sempre al centro di progetti e collaborazioni della contrabbassista toscana, come dimostra anche la sua attuale – prestigiosa – militanza negli Art Ensemble of Chicago.

 

 

 

 

L'articolo Pinocchio Live Jazz XXVI edizione proviene da www.controradio.it.

Roberto Ottaviano 4tet “Eternal Love” ospite del Pinocchio Live Jazz

Roberto Ottaviano 4tet “Eternal Love” ospite del Pinocchio Live Jazz

Concerto speciale in anteprima della XXIV edizione di Metastasio Jazz, sabato 2 febbraio al Pinocchio Live Jazz di Firenze Roberto Ottaviano 4tet che presenta il suo ultimo progetto “Eternal Love”

“È la prima volta che sento il bisogno di un “bagno mistico” in cui il Jazz si fa infine Musica Totale, ma soprattutto travalica l’idea fine a se stessa di fare musica, per scavare a fondo nel nostro ego e per capire se esiste un “noi” universale da cui ripartire”. Così Roberto Ottaviano introduce il suo ultimo progetto “Eternal Love”, un omaggio all’Africa, alla sua cultura, alla sua musica e al suo popolo, in un’epoca di migrazioni e intolleranze razziali che sembra riportarci all’America degli Anni ’50 e ’60, di Rosa Parks e Martin Luther King. Con una selezione di composizioni di Don Cherry, Abdullah Ibrahim, Charlie Haden, John Coltrane, Dewey Redman, Elton Dean, e brani originali, il sassofonista pugliese costruisce un percorso emozionante, condiviso con partner di indiscussa eccellenza, che invita gli ascoltatori ad andare oltre le note alla ricerca di uno spessore interiore senza il quale è difficile potersi proporre come modelli alle nuove generazioni, non solo di artisti. “Dedico questo lavoro – conclude Ottaviano – ai mei figli e a tutti i figli dell’umanità, che possano perdonarci per come gli stiamo consegnando questo mondo

ROBERTO OTTAVIANO sax/GIORGIO PACORIG piano/GIOVANNI MAIER contrabbasso/ZENO DE ROSSI batteria

INFO: Pinocchio Jazz
Associazione Vie Nuove
V.le D. Giannotti, 13 – Firenze
Tel. 055.683388
Mail: INFO@PINOCCHIOJAZZ.IT

L'articolo Roberto Ottaviano 4tet “Eternal Love” ospite del Pinocchio Live Jazz proviene da www.controradio.it.

Alessandro Lanzoni solo pianoforte

Alessandro Lanzoni solo pianoforte

Sabato 13 gennaio 2018, alle ore 21.45, dopo la pausa delle feste, riparte il cartellone della XXIV edizione del Pinocchio Live Jazz. La rassegna fiorentina inaugura l’anno con un grande ritorno: quello del pianista Alessandro Lanzoni

La rassegna fiorentina inaugura l’anno con un grande ritorno: quello del pianista Alessandro Lanzoni. Uno dei maggiori talenti che la Toscana abbia “coltivato” in questi ultimi anni e ormai noto a livello internazionale, nonostante la (ancora)  giovane età, come dimostrano i riconoscimenti che gli sono sempre stati assegnati: nel 2006, ricordiamo, Lanzoni ha vinto il premio Massimo Urbani, nel 2010 il più prestigioso concorso francese, il premio Martial Solal, proprio come solista, e nel 2013 la consacrazione anche in Italia con il trionfo al Top Jazz come miglior talento dell’anno. (ore 21.45 Pinocchio Jazz / Ass.ne Vie Nuove – Viale Giannotti, 13 Firenze  info@pinocchiojazz.it )

Se confrontarsi in solitudine con il proprio strumento è solitamente una tappa importante, che segna un percorso di maturità e di crescita, Alessandro ha dimostrato di essere a pieno titolo un artista in continua evoluzione. Il suo stile – una sintesi della grande tradizione che va dal bebop agli anni Sessanta e Settanta, senza perdere di vista il jazz europeo –  si caratterizza per un gusto melodico contemporaneo che traspare, oltre che nell’improvvisazione, anche nella sua attività compositiva. Nei concerti in piano solo, Lanzoni si esprime alternando spazi di libertà improvvisativa a brani originali e del repertorio jazzistico, interpretati con il lirismo e l’intensità che contraddistinguono il suo universo musicale. Dopo i primi Album realizzati con Philology (‘’I Sould Care’’, ‘’On the snow’’ e ‘‘Poetical Lee’’ con la partecipazione di Lee Konitz), l’ uscita di “Dark Flavour” per l’etichetta CAM JAZZ inciso col suo nuovo trio (Matteo Bortone cb.  Enrico Morello drums) ha suscitato l’interesse della stampa e della critica specializzata, che ha definito questo lavoro “di una bellezza cristallina” (Jacopo Cosi – L’Unità) dove “Il pianista padroneggia egregiamente le strutture e le manipola con creatività, plasma la materia musicale e la forgia nuovamente seguendo il fertile estro della propria sensibilità” (Paola Parri –  Pianosolo.it).
A “Dark Flavour” ha fatto seguito la recente incisione di “Seldom”, nuovo Album della CamJazz in cui il trio di Alessandro si avvale anche della prestigiosa collaborazione col trombettista statunitense Ralph Alessi. 

Sabato 13.01.2018
Assoc.ne “Vie Nuove” Viale D. Giannotti, 13

Firenze tel. 055.683388
Concerto ore 21.45
Ingresso riservato soci Arci-Uisp
Ingresso Under 21 – gratuito con tessera
Posto unico 10,00 € / Ridotto studenti 7,00 €

Riservato soci Arci Uisp

L’articolo Alessandro Lanzoni solo pianoforte proviene da www.controradio.it.