Piombino: investiti 15mln nella neo Liberty Magona

Piombino: investiti 15mln nella neo Liberty Magona

La Liberty Magona riceverà un investimento di 15mln da Liberty Steel. Sanjeev Gupta, presidente esecutivo del gruppo internazionale Gfg Alliance, lo ha annunciato oggi a Piombino. L’incontro ha visto la presenza di Gupta, il presidente della Regione Enrico Rossi e il sindaco di Piombino Francesco Ferrari.

La cerimonia ha decretato l’ingresso della Magona (Piombino), il più antico stabilimento siderurgico della città, nel gruppo Gfg Alliance, con il nuovo nome di ‘Liberty Magona’. L’investimento di 15 milioni avrà lo scopo di aumentare la produzione e garantire la sostenibilità di lungo periodo dell’impianto. Esso consentirà inoltre di produrre circa 800mila tonnellate annue di acciaio zincato e preverniciato, a fronte delle attuali 550mila tonnellate.

“Attualmente è in corso la fase di revisione dei 100 giorni in cui i manager stanno presentando le diverse idee che dovranno essere discusse e poi sarà presa una decisione nel giro di un mese per un piano che durerà due anni. Pensiamo di completare l’integrazione entro quest’anno, lentamente ma con molta attenzione”, ha spiegato Gupta. “Il gruppo – ha continuato – sta già facendo un importante investimento di 5 milioni per riavviare le linea di decapaggio che ci rende indipendenti”.

Il presidente di Gfg Alliance ha spiegato che il gruppo cercherà di produrre acciaio zingato sostenibile, ridurre a zero gli infortuni sul lavoro e incrementare la produzione del 50%. “Sono fiducioso che Piombino resterà un’importante realtà siderurgica. E questo anche grazie agli investimenti della Liberty Magona“, ha commentato Enrico Rossi.

L'articolo Piombino: investiti 15mln nella neo Liberty Magona proviene da www.controradio.it.

Piombino: investiti 15mln nella neo Liberty Magona

Piombino: investiti 15mln nella neo Liberty Magona

La Liberty Magona riceverà un investimento di 15mln da Liberty Steel. Sanjeev Gupta, presidente esecutivo del gruppo internazionale Gfg Alliance, lo ha annunciato oggi a Piombino. L’incontro ha visto la presenza di Gupta, il presidente della Regione Enrico Rossi e il sindaco di Piombino Francesco Ferrari.

La cerimonia ha decretato l’ingresso della Magona (Piombino), il più antico stabilimento siderurgico della città, nel gruppo Gfg Alliance, con il nuovo nome di ‘Liberty Magona’. L’investimento di 15 milioni avrà lo scopo di aumentare la produzione e garantire la sostenibilità di lungo periodo dell’impianto. Esso consentirà inoltre di produrre circa 800mila tonnellate annue di acciaio zincato e preverniciato, a fronte delle attuali 550mila tonnellate.

“Attualmente è in corso la fase di revisione dei 100 giorni in cui i manager stanno presentando le diverse idee che dovranno essere discusse e poi sarà presa una decisione nel giro di un mese per un piano che durerà due anni. Pensiamo di completare l’integrazione entro quest’anno, lentamente ma con molta attenzione”, ha spiegato Gupta. “Il gruppo – ha continuato – sta già facendo un importante investimento di 5 milioni per riavviare le linea di decapaggio che ci rende indipendenti”.

Il presidente di Gfg Alliance ha spiegato che il gruppo cercherà di produrre acciaio zingato sostenibile, ridurre a zero gli infortuni sul lavoro e incrementare la produzione del 50%. “Sono fiducioso che Piombino resterà un’importante realtà siderurgica. E questo anche grazie agli investimenti della Liberty Magona“, ha commentato Enrico Rossi.

L'articolo Piombino: investiti 15mln nella neo Liberty Magona proviene da www.controradio.it.

Piombino: bagnante incinta morsa da vipera

Piombino: bagnante incinta morsa da vipera

Una 37enne all’ottavo mese di gravidanza, residente nel Pisano, è stata morsa alla caviglia destra da una vipera mentre si trovava in località Spiaggialunga, a nord di Piombino (Livorno) ed è stata soccorsa sulla scogliera, via mare, dalla guardia costiera.

Da terra infatti il tragitto è impervio per i soccorsi del 118. La donna poi è stata trasportata via mare al porticciolo turistico di Salivoli dove ad attenderla c’era un’ambulanza che l’ha trasportata all’ospedale a Piombino.

Poi da qui è stata trasferita con l’elicottero Pegaso all’ospedale di Grosseto per le cure necessarie e i successivi accertamenti.

L'articolo Piombino: bagnante incinta morsa da vipera proviene da www.controradio.it.

Delfini spiaggiati, in Toscana 4 casi in pochi giorni

Delfini spiaggiati, in Toscana 4 casi in pochi giorni

Arpat rende noto l’ennesimo caso di cetaceo spiaggiato, si tratta un delfino della specie Stenella, trovato spiaggiato presso le saline ad Orbetello (Grosseto). L’esemplare era già in avanzato stato di decomposizione e quindi non sarà possibile effettuare una necroscopia. Il veterinario del Parco della Maremma ha prelevato dei tessuti che saranno analizzati dall’Università di Siena. Si tratta del quarto caso in Toscana dal 21 luglio.

Ieri mattina erano stati trovati spiaggiati ben due delfini, della specie Tursiops truncatus, rispettivamente nel golfo di Baratti, a Piombino (Livorno) e in località La Mazzanta a Vada nel Comune di Rosignano Marittimo (Livorno). Sempre l’Arpat aveva ricevuto la segnalazione che, il 22 luglio, l’esemplare avvistato a Baratti, era stato segnalato ancora vivo ma in difficoltà.

Il 21 luglio era stato trovato senza vita sulla battigia della spiaggia di San Vincenzo, (Livorno) un esemplare femmina, ancora un Tursiupe. L’intervento dei militari della Guardia Costiera e di alcuni bagnanti aveva permesso il giorno prima al delfino di riguadagnare il largo ma poco dopo era stato avvistato, ancora smarrito e nuovamente in difficoltà, vicino al litorale di Baratti .

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana, sezione di Pisa, ha iniziato ieri, in collaborazione con l’Arpat, ad analizzare le carcasse ed effettuare una necroscopia per accertare le cause di morte. Il tursiope è una specie presente in tutto il Mediterraneo e nei mari italiani è la specie più diffusa sotto costa. L’Arpat ricorda che “tutte le attività di recupero di cetacei, tartarughe ed elasmobranchi che l’Arpat coordina sono svolte nell’ambito dell’attività dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità della Regione Toscana.

L'articolo Delfini spiaggiati, in Toscana 4 casi in pochi giorni proviene da www.controradio.it.

Delfini spiaggiati, in Toscana 4 casi in pochi giorni

Delfini spiaggiati, in Toscana 4 casi in pochi giorni

Arpat rende noto l’ennesimo caso di cetaceo spiaggiato, si tratta un delfino della specie Stenella, trovato spiaggiato presso le saline ad Orbetello (Grosseto). L’esemplare era già in avanzato stato di decomposizione e quindi non sarà possibile effettuare una necroscopia. Il veterinario del Parco della Maremma ha prelevato dei tessuti che saranno analizzati dall’Università di Siena. Si tratta del quarto caso in Toscana dal 21 luglio.

Ieri mattina erano stati trovati spiaggiati ben due delfini, della specie Tursiops truncatus, rispettivamente nel golfo di Baratti, a Piombino (Livorno) e in località La Mazzanta a Vada nel Comune di Rosignano Marittimo (Livorno). Sempre l’Arpat aveva ricevuto la segnalazione che, il 22 luglio, l’esemplare avvistato a Baratti, era stato segnalato ancora vivo ma in difficoltà.

Il 21 luglio era stato trovato senza vita sulla battigia della spiaggia di San Vincenzo, (Livorno) un esemplare femmina, ancora un Tursiupe. L’intervento dei militari della Guardia Costiera e di alcuni bagnanti aveva permesso il giorno prima al delfino di riguadagnare il largo ma poco dopo era stato avvistato, ancora smarrito e nuovamente in difficoltà, vicino al litorale di Baratti .

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e Toscana, sezione di Pisa, ha iniziato ieri, in collaborazione con l’Arpat, ad analizzare le carcasse ed effettuare una necroscopia per accertare le cause di morte. Il tursiope è una specie presente in tutto il Mediterraneo e nei mari italiani è la specie più diffusa sotto costa. L’Arpat ricorda che “tutte le attività di recupero di cetacei, tartarughe ed elasmobranchi che l’Arpat coordina sono svolte nell’ambito dell’attività dell’Osservatorio Toscano per la Biodiversità della Regione Toscana.

L'articolo Delfini spiaggiati, in Toscana 4 casi in pochi giorni proviene da www.controradio.it.