Operazione “Arlecchino”, Municipale contro abbandono rifiuti tessili

Operazione “Arlecchino”, Municipale contro abbandono rifiuti tessili

🔈Firenze, 12 furgoni sequestrati e 36 “corrieri illegali” denunciati, di cui 6 per abbandono dei rifiuti e 30 per trasporto irregolare e gestione non autorizzata sempre di rifiuti tessili.

Sacchi colmi di rifiuti tessili: pezzi di stoffa scarti dell’industria tessile che finivano nei cassonetti oppure venivano abbandonati a terra. Furgoni intestati a prestanome o a società di comodo utilizzati da persone senza legami diretti con le varie proprietà.

È quanto ha scoperto la Polizia Municipale che negli ultimi mesi ha effettuato un’operazione su vasta scala di contrasto all’abbandono degli scarti dell’industria tessile. L’operazione, denominata “Arlecchino” per i vari colori degli scarti di stoffa recuperati, è stata illustrata questa mattina dall’assessore alla Polizia Municipale Stefano Giorgetti.

“Si tratta di un’operazione di grande rilievo portata avanti dalla Polizia Municipale, che ringrazio per l’attività svolta, e che ha visto anche una importante collaborazione dei cittadini – ha dichiarato l’assessore Giorgetti – . È anche sulla base delle loro segnalazioni, oltre che dai controlli sul territorio e gli appostamenti spesso notturni effettuati dagli agenti e dell’utilizzo delle strumentazioni tecniche come le foto trappole, che è stato possibile denunciare 36 persone e sequestrare 12 furgoni. Si tratta sia di titolari di aziende che smaltiscono in modo irregolare i rifiuti prodotti dalla lavorazione sia di persone che forniscono un servizio di smaltimento, sempre illegale, a realtà produttive. Un fenomeno preoccupante che dobbiamo e vogliamo contrastare e le denunce e i sequestri sono un deterrente importante. Per questo i controlli andranno avanti”.

Nel merito dell’operazione “Arlecchino” sono state le numerose segnalazioni dei cittadini e i sopralluoghi effettuati dagli agenti in servizio sul territorio a evidenziare l’opportunità di predisporre un progetto mirato di controllo capillare del territorio coordinato dai responsabili dell’Area Sicurezza Urbana dei quartieri Chiara Brinati e dell’Area Ambiente e Territorio Massimo Billi.

Per gli accertamenti sono state utilizzate non solo tutte le strumentazioni tecnologiche a disposizione (foto trappole e telecamere) ma anche e soprattutto la più classica delle tecniche di investigazione: il contatto con i cittadini e il loro supporto sommati da numerosi appostamenti e sopralluoghi, soprattutto in orario notturno. Per questi controlli, effettuati in borghese con auto civetta sia in orario diurno che in orario notturno, sono state impegnate diverse decine di operatori tra agenti e ufficiali.

Gimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore Giorgetti:

L'articolo Operazione “Arlecchino”, Municipale contro abbandono rifiuti tessili proviene da www.controradio.it.

Municipale intensifica controlli su trasporto merci in centro

Municipale intensifica controlli su trasporto merci in centro

Firenze, continua il lavoro della una task force della Polizia Municipale, dedicata al controllo dei mezzi del trasporto merci che accedono alla Ztl.

Nel mese di ottobre la Polizia Municipale ha effettuato verifiche mirate ai furgoni che ogni giorno riforniscono le attività economiche del centro storico, in particolare nel cosiddetto Castrum, in particolare l’area di piazza della Repubblica, via dei Calzaiuoli, via Strozzi e piazza San Firenze.

Gli agenti del distaccamento della Zona Centrale hanno staccato 87 verbali per varie violazioni (dal transito fuori orario alla mancanza di autorizzazione) e ritirato sul momento 24 permessi.

Insieme alla sanzione pecuniaria, pari a 83 euro, scatta anche la sospensione del tagliando per 15 giorni.

Dall’inizio dell’anno sono stati 331 i veicoli del trasporto merci sanzionati e 79 i permessi ritirati.

L'articolo Municipale intensifica controlli su trasporto merci in centro proviene da www.controradio.it.

Sicurezza, Firenze: associazione dona bici ai vigili urbani

Sicurezza, Firenze: associazione dona bici ai vigili urbani

Il parco mezzi dei reparti anticrimine e antidegrado della Polizia municipale di Firenze si arricchisce di due nuove mountain bike donate dall’associazione ‘I sopravvissuti del San Lorenzo’.

L’associazione è nata nell’ottobre 2015 e ha lo scopo di aiutare le istituzioni a riqualificare il quartiere dove lavorano: è composta da ambulanti e simpatizzanti che hanno a cuore la riqualifica, la legalità, la promozione e le tradizioni di San Lorenzo.

“La nostra associazione ha deciso di donare queste due mountain bike alla Polizia municipale – ha detto il presidente Roberto Calamai – per rafforzare i reparti anticrimine e antidegrado dei quali abbiamo potuto apprezzarne l’operato ma che a nostro avviso deve essere incrementato. Per questo è necessario un investimento anche di mezzi come le due bici da noi donate”.

“E’ un bell’esempio – ha dichiarato l’assessore alla sicurezza urbana di Palazzo Vecchio Andrea Vannucci – di sicurezza partecipata in cui un gruppo di persone che lavorano e vivono nel quartiere, e che amano questo rione, decidono di fare un dono alla Polizia municipale affinché possa lavorare al meglio”.

L'articolo Sicurezza, Firenze: associazione dona bici ai vigili urbani proviene da www.controradio.it.

Scritte su muri Firenze, scoperto e denunciato ‘writer’

Scritte su muri Firenze, scoperto e denunciato ‘writer’

Scoperto e denunciato dalla polizia municipale, dopo due mesi di indagine, un 34enne, italiano, ritenuto l’autore di nove scritte realizzate in una sola notte nel centro di Firenze tra il 14 e il 15 giugno scorso. Le scritte, nove, ormai tutte cancellate, erano state fatte dal writer in pieno centro, via del Parione e nelle strade dell’Oltrarno.

L’indagine della polizia municipale, reparto zona centrale, ha permesso di risalire al writer e di denunciarlo. L’indagine, grazie anche all’utilizzo delle immagini riprese dalle telecamere e a ricerche sui social network, ha consentito di risalire al responsabile che adesso dovrà rispondere del reato di danneggiamento e imbrattamento.

Gli agenti hanno fotografato le scritte e, dopo aver informato la Sovrintendenza per i Beni Artistici e Storici, hanno avviato le indagini. Prima ascoltando i testimoni, poi analizzando le riprese delle telecamere e successivamente ricercando i nominativi presenti nelle scritte sui vari social network.

“Ringraziamo la polizia municipale – hanno detto gli assessori alla Polizia municipale Stefano Giorgetti e al Decoro urbano Alessia Bettini – che svolge controlli ed azioni mirate contro chi deturpa la nostra città e contro gli imbrattatori. Una sensibilità al tema e una attenzione che hanno portato a importanti risultati nel trovare gli autori di questi danneggiamenti”.

L'articolo Scritte su muri Firenze, scoperto e denunciato ‘writer’ proviene da www.controradio.it.

Scritte su muri Firenze, scoperto e denunciato ‘writer’

Scritte su muri Firenze, scoperto e denunciato ‘writer’

Scoperto e denunciato dalla polizia municipale, dopo due mesi di indagine, un 34enne, italiano, ritenuto l’autore di nove scritte realizzate in una sola notte nel centro di Firenze tra il 14 e il 15 giugno scorso. Le scritte, nove, ormai tutte cancellate, erano state fatte dal writer in pieno centro, via del Parione e nelle strade dell’Oltrarno.

L’indagine della polizia municipale, reparto zona centrale, ha permesso di risalire al writer e di denunciarlo. L’indagine, grazie anche all’utilizzo delle immagini riprese dalle telecamere e a ricerche sui social network, ha consentito di risalire al responsabile che adesso dovrà rispondere del reato di danneggiamento e imbrattamento.

Gli agenti hanno fotografato le scritte e, dopo aver informato la Sovrintendenza per i Beni Artistici e Storici, hanno avviato le indagini. Prima ascoltando i testimoni, poi analizzando le riprese delle telecamere e successivamente ricercando i nominativi presenti nelle scritte sui vari social network.

“Ringraziamo la polizia municipale – hanno detto gli assessori alla Polizia municipale Stefano Giorgetti e al Decoro urbano Alessia Bettini – che svolge controlli ed azioni mirate contro chi deturpa la nostra città e contro gli imbrattatori. Una sensibilità al tema e una attenzione che hanno portato a importanti risultati nel trovare gli autori di questi danneggiamenti”.

L'articolo Scritte su muri Firenze, scoperto e denunciato ‘writer’ proviene da www.controradio.it.