Abbonamenti Tpl: giunta comunale proroga agevolazioni per universitari

Abbonamenti Tpl: giunta comunale proroga agevolazioni per universitari

La giunta comunale ha approvato la proroga dell’accesso a tariffa agevolata al Tpl nell’area fiorentina per tutti gli studenti in possesso della “Carta dello studente universitario della Toscana”. Di nuovo approvato lo schema di convenzione Regione, Università di Firenze e ARDSU, su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti. L’atto segue la delibera con cui la giunta regionale ha prorogato la sperimentazione.

L’esprimento di questo sistema ha avuto inizio il 1 novembre 2018 e si concluderà il prossimo 31 dicembre. Circa oltre l’80% degli studenti universitari aveva aderito. Decisa inoltre l’obbligatorietà per l’eventuale soggetto che gestirà il servizio di Tpl a partire dal 1 gennaio 2020. Il rinnovo annuale sarà tacito salvo recesso.

Il contributo del Comune  per il servizio di trasporto pubblico è stato inoltre prorogato. Esso consiste nei rimborsi diretti per gli abbonamenti studenti e ordinari per i residenti che hanno un Isee fino a 12.500 euro. Questa decisione ha azzerato gli aumenti scattati l’anno corso in particolar modo per quanto riguarda gli studenti a seguito dell’entrata in vigore del nuovo sistema tariffario regionale nel 2018.

Per vedere i criteri e le modalità con cui richiedere o rinnovare la richiesta per le agevolazioni: https://servizi.comune.fi.it/servizi/scheda-servizio/agevolazioni-tariffarie-tpl-comune-di-firenze.

L’articolo Abbonamenti Tpl: giunta comunale proroga agevolazioni per universitari proviene da www.controradio.it.

Tpl: avviso Mobit sui media, “Regione attenda Consiglio Stato”

Tpl: avviso Mobit sui media, “Regione attenda Consiglio Stato”

Un avviso a pagamento per dire no a “forzature” sull’aggiudicazione della gara per il tpl della Toscana da parte della Regione a cui viene chiesto di aspettare la decisione del Consiglio di Stato.

E’ quanto fatto pubblicare oggi a tutta pagina su tre quotidiani dal consorzio Mobit. Quest’ultimo ricorda che domani “la Corte di giustizia europea, investita dal Consiglio di Stato sulla legittimità della partecipazione alla gara toscana del tpl di Autolinee toscane, appartenente al gruppo francese Ratp, pubblicherà le sue risposte ai quesiti del tribunale italiano” che, su ricorso della stessa Mobit, “oltre al diritto stesso di partecipazione alla gara da parte dei francesi”, si “dovrà pronunciare su ulteriori otto motivi di ricorso”.
“Anzichè attendere la sentenza del Consiglio di Stato – si legge sull’avviso a pagamento – i vertici della Regione Toscana hanno già annunciato pubblicamente che l’amministrazione procederà all’aggiudicazione definitiva del servizio immediatamente dopo la pronuncia della Corte europea. La Regione Toscana intende quindi sostituirsi all’autorità giudiziaria”.
Mobit contesta poi quanto affermato dalla Regione, ovvero che il contratto ponte per il tpl non può prorogarsi oltre il 31 dicembre prossimo: se è vero che nessuno invoca una proroga, in caso di mancata individuazione alla scadenza dell’aggiudicatario della gara “non si avrebbe alcun cataclisma ma la semplice riproposizione di quanto accaduto nei 7 anni che hanno preceduto la firma del contratto ponte”.

L'articolo Tpl: avviso Mobit sui media, “Regione attenda Consiglio Stato” proviene da www.controradio.it.

Toscana: bus extraurbani, novità per gli utenti

Toscana: bus extraurbani, novità per gli utenti

A partire dal primo febbraio 2019 per il servizio di TPL (Trasporto Pubblico Locale) extraurbano: tornano gli abbonamenti settimanali e diminuiscono i costi dei biglietti fatti a bordo.

“Si tratta – spiega l’assessore a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli – di due misure di ulteriore affinamento e di equità del servizio. Da un lato reintroduciamo l’abbonamento settimanale utile per chi ha bisogno di una maggiore flessibilità del servizio, mentre dall’altro veniamo incontro alle esigenze di chi vive nei territori montani e più periferici, dove i servizi agli utenti sono minori ed a volte è complicato acquistare i biglietti prima di salire sui mezzi. Questa scelta – conclude – è frutto dell’intesa con il gestore ONE Scarl, del monitoraggio del servizio svolto in questi mesi e accoglie le richieste arrivate dai passeggeri e dai i sindaci”.

Gli abbonamenti extraurbani settimanali potranno essere acquistati – nelle biglietterie aziendali e nelle rivendite automatizzate ove presenti – dagli utenti del trasporto pubblico locale che utilizzano tutte le tipologie di servizi extraurbani effettuati sul territorio toscano da ONE Scarl.

L'articolo Toscana: bus extraurbani, novità per gli utenti proviene da www.controradio.it.

Tpl: UE conferma legittimità gara toscana

Tpl: UE conferma legittimità  gara toscana

L’avvocato generale della Corte di Giustizia Ue, Henrik Saugmansdsgaard Øe, sulla compatibilità tra il “Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n.1370/2007” e l’aggiudicazione tramite gara di un contratto di servizio di trasporto ad Autolinee Toscane

“L’avvocato generale della Corte di Giustizia europea ha dichiarato stamani a Bruxelles che nessuna disposizione osta ‘all’aggiudicazione tramite gara di un contratto di servizio di trasporto pubblico ad un operatore quale Autolinee Toscane (Tpl)'”.

“Restiamo in attesa della sentenza, ma siamo dinanzi a un’importante conferma del nostro lavoro. Coerente con le nostre scelte e con le sentenze del Tar.” Così il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta le conclusioni dell’avvocato generale della Corte di Giustizia Ue, Henrik Saugmansdsgaard Øe, sulla compatibilità tra il “Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio n.1370/2007” e l’aggiudicazione tramite gara di un contratto di servizio di trasporto ad Autolinee Toscane.

“Un esito positivo – prosegue – che ci sprona a ribadire la validità della gara e dell’assegnazione provvisoria e che ci aiuta a percorrere con serenità l’ultimo miglio per l’assegnazione definitiva. Il nostro interesse è quello dei cittadini toscani che hanno diritto a un servizio di trasporto di qualità: regolarità e puntualità delle corse, mezzi nuovi confortevoli, sicuri e non inquinanti. Un servizio moderno e razionale, adeguato ai bisogni delle persone”.

“Prendiamo atto – dice da parte sua l’assessore a trasporti e infrastrutture, Vincenzo Ceccarelli – della posizione resa nota oggi dell’avvocato generale dell’Unione Europea sulla questione che attiene alla conflittualità in relazione all’esito della gara unica fatta dalla Regione per individuare il futuro gestore del Tpl in Toscana. Restiamo, ovviamente, in attesa della sentenza della Corte di Giustizia Europea e di quella successiva del Consiglio di Stato, che dovranno dirimere definitivamente la questione. Per il momento – continua – registriamo con soddisfazione un nuovo passo in avanti verso la definizione del contenzioso tra i partecipanti, che rappresenta una ulteriore conferma della correttezza dell’operato della Regione. Nel frattempo – conclude l’assessore -, andremo avanti nell’attuazione di quanto previsto dal contratto-ponte, grazie al quale, a partire dallo scorso gennaio, abbiamo potuto cominciare ad avviare una prima parte del progetto messo a gara, nell’interesse dei cittadini toscani”.

L'articolo Tpl: UE conferma legittimità gara toscana proviene da www.controradio.it.

Lastra a Signa, trasporto pubblico locale: appello alla Regione del sindaco Bagni

Lastra a Signa, trasporto pubblico locale: appello alla Regione del sindaco Bagni

Il sindaco Bagni fa appello alla Regione Toscana per rivedere il costo del biglietto ferroviario da Lastra a Signa a Firenze o istituire un biglietto metropolitano integrato, a fronte dei maggiori costi che i cittadini lastrigiani che prendono il treno per Firenze devono affrontare, rispetto alle stesse tratte urbane utilizzando l’autobus.

Il sindaco di Lastra a Signa Bagni ha chiesto un incontro in Regione proprio sull’argomento. “Nel corso degli ultimi due mesi – spiega il sindaco – ho chiesto più volte all’assessorato alle infrastrutture e mobilità la possibilità di un incontro per affrontare la questione. L’assessore Ceccarelli infatti, con lettera del 28 giugno 2018, ci ha comunicato dell’entrata in vigore dal 1° luglio  della nuova tariffa regionale relativa al TPL su gomma. Una delle motivazioni dell’applicazione della nuova disciplina è quello di avere tariffe omogenee ed integrate su tutta la regione nelle varie modalità di trasporto (gomma, ferro, nave), principio più che condivisibile”.

“Oggi, tuttavia, – aggiunge ancora il sindaco- il costo del collegamento da Lastra a Signa a Firenze su gomma è inferiore a quello su ferro: sul TPL è applicata la tariffa urbana, con costo del biglietto singolo dal 1 luglio aumentato da 1,20 a 1,50 euro, a fronte del biglietto ferroviario di sola andata ammontante a 2,60 euro e determinato dall’applicazione della tariffa della fascia chilometrica da 10 a 20 km”.

“Pertanto – prosegue il sindaco Bagni-, al fine di raggiungere l’obiettivo del riallineamento tra costo del biglietto su gomma e quello su rotaia, chiediamo la diminuzione del prezzo del biglietto ferroviario per quelle tratte che a livello di TPL sono considerate tratte urbane, come il collegamento Lastra a Signa/Firenze. A questo si aggiunge il problema di chi, dopo il treno, deve prendere l’autobus: a quel punto si arriva a costi sproporzionati per chi si muove nell’area della Città metropolitana: ad esempio per raggiungere l’Ospedale di Careggi da Lastra a Signa, prendendo treno e autobus, servono addirittura 8,20 euro (a/r)”.

“Occorre muoversi in maniera condivisa sul tema, per questo – aggiunge il sindaco –  penso di coinvolgere anche i comuni limitrofi della Piana dove, come succede da noi, si registra un ampio utilizzo del treno per muoversi verso Firenze: abbiamo tutti la stessa problematica che molti cittadini, a ragione, vivono come un’ingiustizia. Propongo quindi – conclude- o la diminuzione del costo del biglietto del treno o l’istituzione di un biglietto integrato che consenta di utilizzare, con lo stesso tagliando, due mezzi (autobus/tramvia e treno) per le tratte urbane nell’area della Città metropolitana”.

L'articolo Lastra a Signa, trasporto pubblico locale: appello alla Regione del sindaco Bagni proviene da www.controradio.it.