Consegnati i riconoscimenti ai vincitori del ‘Premio Ricerca Città di Firenze’ e del ‘Premio Istituto Sangalli per la storia religiosa’

Consegnati i riconoscimenti ai vincitori del ‘Premio Ricerca Città di Firenze’ e del ‘Premio Istituto Sangalli per la storia religiosa’

d41846 26 Settembre 2018

Cerimonia questo pomeriggio in Palazzo Vecchio con la vicesindaca Giachi

Consegnati, questo pomeriggio a Palazzo Vecchio, i riconoscimenti ai vincitori del ‘Premio Città di Firenze’ 2017 e del ‘Premio Istituto Sangalli per la storia religiosa’ 2017. L’iniziativa ha come obiettivo quello di sostenere la ricerca scientifica dei giovani studiosi nell’area umanistica e delle scienze umane e prevede la pubblicazione di nove monografie inedite. 
Uno dei sette riconoscimenti del ‘Premio Città di Firenze’ 2017 è intitolato a Valentina Gallo, Lucrezia Borghi ed Elena Maestrini, le tre studentesse dell'università di Firenze morte nel 2016 in un incidente stradale in Spagna. 
Erano presenti la vicesindaca Cristina Giachi e il presidente dell’Istituto Sangalli, Maurizio Sangalli.
I vincitori ‘Premio Città di Firenze’ 2017 sono Michele Bosco, («Ragion di stato e salvezza dell'anima. Il riscatto  dei  cristiani  captivi  in Maghreb attraverso le redenzioni mercedarie (1575-1725)»); Ferdinando Gizzi («Le Passioni nel cinema delle origini (1897-1912): questioni iconografiche. iconologiche e culturali»); Costanza Masciotta, («La tutela dei diritti fondamentali tra Corte costituzionale e Corte cdu alla prova di questioni eticamente controverse»); Cristina Acucella, («Commento alle Lettere e rime di Chiara Matraini (1597)»); Luca Pesini («Tra coordinazione e subordinazione: la paraipotassi in italiano antico»); Cecilia Valentini («L'evoluzione della codifica del genitivo dal tipo sintetico al tipo  analitico nelle Carte del codice diplomatico longobardo»); Maria Pina Fersini («Diritto e violenza. Un'analisi giusletteraria»). Queste sette monografie saranno pubblicate e distribuite in edizione cartacea e digitale on-line dalla Firenze University Press.
Francesca Campigli e Silvia Manzi sono invece le vincitrici del Premio Istituto Sangalli per la storia religiosa. La traduzione in volgare delle bolle pontificie nell'Italia del Cinque-Seicento e la prima ricostruzione storico-critica del percorso del movimento dei neo-catecumenali gli argomenti delle due tesi dottorali premiate. I due testi verranno ospitati all’interno della collana dell'Istituto, pubblicata sempre dalla Firenze University Press. (fn)

I commenti sono chiusi