Cooperative di comunità, istruzioni per l’uso. Giornata di lavoro con l’assessore Bugli

FIRENZE - Si chiama "Reti e bussole, orientamento per cooperative di comunità" ed è una giornata che la Regione, in collaborazione con Anci Toscana, organizza per promuovere gli strumenti a disposizione delle cooperative di comunità che si sono formate in Toscana a seguito del bando lanciato dalla Regione, che ha stanziato per questo un milione e duecentomila euro. Domani, venerdì 28 giugno in Sala Pegaso, a Palazzo Strozzi Sacrati (piazza Duomo 10, Firenze), dalle 10 alle 17, tutti gli attori delle 25 cooperative attive in Toscana potranno confrontarsi sui problemi affrontati nel corso delle loro esperienze.

Le cooperative di comunità, come noto, sono uno strumento che vede la partecipazione attiva di tutti gli abitanti di un paese, che fa squadra attorno ad alcuni punti di forza per trovare nuove opportunità di sviluppo e scongiurare così lo spopolamento e l'abbandono tipici di tante realtà rurali, montane o marginali attraverso forme di economia collaborativa.

Per far fare ulteriori passi avanti a una realtà che ha visto adesioni entusiastiche da parte di tante comunità coinvolte, enti locali e cittadini, la Regione sta lavorando ad una proposta di legge su questo tema. Ne parlerà l'assessore alla presidenza Vittorio Bugli intervenendo alle 10 dopo l'apertura dei lavori.
Seguiranno una sessione di formazione per i membri delle cooperative e, nel pomeriggio, alle 15, workshop e simulazioni su casi di studio. 

I commenti sono chiusi