Firenze: ponte Vespucci chiuso (di nuovo) a mezzi pesanti

Firenze:  ponte Vespucci chiuso (di nuovo)  a mezzi pesanti

Il ponte chiuso fino al 30 giugno per tutti i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate. le opposizioni. “Non si vede la fine dei lavori, cittadini lo scoprono dai cartelli”

Torna la chiusura in Ponte Vespucci, a Firenze, fino al 30 giugno per tutti i mezzi
pesanti, superiori alle 3,5 tonnellate. Il percorso alternativo – come segnalato nei cartelli che indicano la chiusura – è via Sant’Onofrio, lungarno Soderini, via della Fonderia e Ponte alla Vittoria.
La chiusura ha suscitato qualche polemica da parte dell’opposizione: “Vengono deviati autobus e altri mezzi, non si intravede la fine dei lavori – ha affermato il capogruppo di Fdi
in Consiglio comunale Alessandro Draghi -. L’amaro in bocca è dato dal fatto che questi interventi non sono stati comunicati a mezzo stampa dall’amministrazione comunale. Per i cittadini, che hanno visto i cartelli affissi, una vera sorpresa”.

“Abbiamo fatto la comunicazione alle aziende di tpl – ha replicato l’assessore alla Mobilità di Palazzo Vecchio Stefano Giorgetti – ma non ai cittadini perché le auto possono passare
senza problemi”. Sul motivo della chiusura “abbiamo fatto i lavori di consolidamento sulla pila sinistra del ponte, adesso ci sono verifiche su quella destra, per capire se servono
interventi. E’ un monitoraggio, a giugno i lavori saranno completati”.

Intanto sul fronte della tramvia sabato saranno attivati i cantieri di Publiacqua in viale Lavagnini e viale Matteotti.

L’assessore Giorgetti ha rinnovato l’invito a utilizzare le viabilità alternative: “Chi arriva da viale Strozzi diretto verso piazza della Libertà – ha detto – può usare via Lorenzo il
Magnifico, ancora sottoutilizzato, per poi proseguire anche verso le Cure oppure verso Campo di Marte attraverso via Pier Capponi-via Benivieni. Per la direttrice verso la Fortezza e Statuto, invito a percorrere viale Milton, anche questo ancora poco usato”.

L'articolo Firenze: ponte Vespucci chiuso (di nuovo) a mezzi pesanti proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi