Gaia Nanni: “Oggi ho trovato la mia macchina cosparsa di immondizia”

Gaia Nanni: “Oggi ho trovato la mia macchina cosparsa di immondizia”

Firenze, “Oggi ho trovato la mia macchina cosparsa di immondizia e improvvisamente ho capito che davvero in Italia di alcune cose non si può parlare”. Così scrive, in un post sulla sua pagina Facebook, l’attrice fiorentina Gaia Nanni, dopo aver raccontato in una lettera aperta della sua passata esperienza di interruzione volontaria di gravidanza a Firenze.

“Ho sopravvalutato il mio Paese – aggiunge Gaia Nanni – che quando giudica i vicini oltreoceano pare Pinco ma che alla fine resta un feudo medievale. Si tutela l’embrione e si augura la morte a quella che lo porta in grembo se non si comporta secondo i dettami stabiliti”.

“Mi hanno scritto centinaia di donne in lacrime – scrive ancora Nanni – chi ha dovuto salutare un figlio perché incompatibile con la vita, chi non poteva portarlo avanti perché con una spirale inserita, chi in menopausa da un anno che ‘avevo tre figli, non sapevo come fare’, chi non ha neanche avuto il coraggio di dirmi perché”.

Tuttavia, ha concluso Gaia Nanni “la stragrande maggioranza dei commenti violenti sono stati fatti da donne. Ho dovuto dire a mia madre di non leggerli”. Solidarietà all’attrice è arrivata dal presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo.

“Di fronte a questo schifo non posso e non voglio tacere – commenta Mazzeo .- A Gaia, a tutte le donne e a tutte le persone che hanno il coraggio di parlare, di denunciare, di rivendicare diritti va la mia e la nostra vicinanza, la nostra solidarietà, il nostro affetto. Siamo e saremo sempre dalla loro parte e dalla parte di tutte e tutti coloro che danno voce a chi non ha voce”.

L'articolo Gaia Nanni: “Oggi ho trovato la mia macchina cosparsa di immondizia” da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi