Giornata mondiale dell’ulivo, in Toscana patrimonio di 15 mln piante

Giornata mondiale dell’ulivo, in Toscana patrimonio di 15 mln piante

“In Toscana è da tutelare un patrimonio di 15 milioni di ulivi, a rischio per la crisi provocata dalla chiusura di ristoranti e agriturismi dove le vendite si sono praticamente dimezzate e le fitopatie sono in agguato”.

Lo afferma la Coldiretti Toscana in occasione della giornata mondiale degli ulivi proclamata dall’Unesco. “In Toscana ci sono oltre 15 milioni di ulivi, una coltura diffusa su 100mila ettari di superficie coltivata, per il 90% in zone collinari o di bassa montagna – spiega in una nota Fabrizio Filippi, presidente di Coldiretti Toscana – e distribuiti prevalentemente nelle province di Firenze, Grosseto, Siena e Arezzo, di cui si occupano oltre 70mila aziende olivicole” .

“A fronte di una situazione produttiva preoccupante in Italia – aggiunge – dove si stima il crollo del 30% della nuova produzione nazionale che dovrebbe attestarsi attorno a 255 milioni di chili, in Toscana si conferma un aumento già stimato del 31% rispetto al 2019, con 14mila tonnellate di olio prodotto e qualità eccellente. Punta di diamante è la Igp Olio Toscano per cui si stima una produzione di quasi 3mila tonnellate”.

Coldiretti sottolinea che in Toscana “il 35% dell’olio extravergine è a denominazione di origine, in una regione che vanta cinque riconoscimenti comunitari ‘Toscano Igp’, ‘Chianti Classico Dop’, ‘Lucca Dop’, ‘Seggiano Dop’ e ‘Terre di Siena Dop’.

A fare la parte da leone è il ‘Toscano Igp’, con la leadership regionale per i quantitativi certificati”. “L’olio Toscano Igp da solo – conclude Filippi – rappresenta oltre il 30% della produzione di olio extravergine italiano che viene messo in commercio con la certificazione di origine”.

L'articolo Giornata mondiale dell’ulivo, in Toscana patrimonio di 15 mln piante proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi