Governo, Nardella: nessun toscano, è vendetta contro Renzi?

Governo, Nardella: nessun toscano, è vendetta contro Renzi?

“Se questa esautorazione è una vendetta contro la vecchia maggioranza del partito o contro Renzi lo si dica con chiarezza altrimenti sia dia una spiegazione seria e politica di questa decisione. Ho sostenuto questo progetto di governo e continuerò a farlo ma mentirei se dicessi che non sono profondamente deluso e costernato”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, commentando ancora l’assenza, nell’elenco di sottosegretari e viceministri, di esponenti toscani del Pd.

“La questione – ha continuato il sindaco di Firenze – mi sembra molto seria, serissima. È inconcepibile e assurdo che il Pd tenga fuori da questo governo la regione in assoluto che ha dato più voti e più consenso a questo partito con il capoluogo Firenze dove si è toccato il record di voti nelle ultime elezioni. Non solo è un peccato tenere fuori la Toscana democratica da questo governo ma credo che sia anche un errore clamoroso che rischia di far vedere le peggiori conseguenze da qui ai prossimi mesi”.

“Dove hai più voti, più consenso, stimato e apprezzato dai cittadini, dove sei più presente nel territorio – conclude Nardella – lì ti danno meno poltrone. Per la Toscana, per Firenze e per tutti noi é un grande motivo di orgoglio”

“Leggendo la lista dei sottosegretari e viceministri non posso negare la mia profonda delusione e amarezza per la mancanza di nomi toscani del Partito Democratico. Qualcuno a livello nazionale dovrà spiegare ai tanti militanti ed elettori toscani il motivo, ad oggi incomprensibile, per il quale la Toscana non sia stata considerata degna di avere un rappresentante ai massimi livelli, o se ci sia una purga Renzi che ancora oggi la Toscana deve pagare”. Così Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano, è intervenuta dopo la nomina dei sottosegretari di governo.

“La Toscana – prosegue – è stata l’unica regione dove nelle ultime elezioni europee il Partito Democratico ha saputo tenere testa alla Lega. Alle amministrative di giugno abbiamo riconquistato con il buon governo tutte le città capoluogo al voto e permesso al Partito democratico nazionale di salvare un risultato complessivo molto deludente. Non possiamo essere considerati solo serbatoio di voti, esprimiamo una classe dirigente preparata e competente che avrebbe potuto dare un contributo importante al nuovo governo”.

L'articolo Governo, Nardella: nessun toscano, è vendetta contro Renzi? proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi