I 41 sindaci dell’area metropolitana a favore della Zona Rossa

I 41 sindaci dell’area metropolitana a favore della Zona Rossa

Tutti i 41 sindaci dell’area metropolitana fiorentina hanno sostenuto la decisione della Regione di prolungare la permanenza dell’area in Zona Rossa.

Attraverso una nota congiunta pubblicata ieri sera, i 41 sindaci della Città Metropolitana di Firenze hanno dichiarato il proprio sostegno alla decisione della Regione Toscana di prolungare di una settimana lo stato di Zona Rossa nell’area metropolitana nonostante il declassamento del territorio regionale a Zona Arancione.

Nella nota, a firma di Città Metropolitana di Firenze, ovvero tutti i 41 sindaci che amministrano i comuni presenti nell’area, si spiega: “La decisione di mantenere per una settimana l’intero territorio provinciale di Firenze in zona rossa è stata presa in piena sintonia fra tutti e 41 i sindaci della Città Metropolitana insieme al Presidente della Regione Eugenio Giani, dopo attente valutazioni basate sui dati della pandemia nel nostro territorio, con particolare attenzione all’aumento dei contagi e dell’occupazione dei posti letto e delle terapie intensive negli ospedali”.

Nella lettera si fa riferimento alla situazione di difficoltà per le attività commerciali dell’area e alla situazione di affaticamento nella quale si trovano alcuni gruppi familiari: “Siamo tutti consapevoli delle difficoltà per le categorie economiche e per le scuole, con le seconde e terze medie e le superiori ancora in dad, ma si tratta di un sacrificio di cinque giorni in più, necessario per poter contenere ancora i contagi, con la speranza di poter tornare in zona arancione già dal prossimo fine settimana”.

In merito ai diversi livelli di contagio presenti nei comuni della Città metropolitana, il criterio di decisione è stato quello del pragmatismo: “I dati dei contagi non sono omogenei su tutto il territorio metropolitano, ci sono Comuni più colpiti e altri meno, ma non aveva alcun senso adottare un provvedimento a macchia di leopardo che avrebbe soltanto aumentato la confusione, mentre i cittadini oggi ci chiedono prima di tutto chiarezza delle regole”.

Stando alla nota rilasciata dalla Città Metropolitana, la scelta è stata presa di comune accordo da tutti i responsabili della classificazione delle regioni a livello nazionale, dal Ministro della Salute alle amministrazioni comunali. La decisione è stata presa “di comune accordo con il ministro della Salute Roberto Speranza, consapevoli che la battaglia per contenere la pandemia e far ripartire le attività sui nostri territori non si gioca sul filo di lana dei dati ma in scelte e comportamenti responsabili, spesso gravosi ma orientati alla soluzione dei problemi, considerato che si parla di province – quella di Prato, già in zona rossa, e quella di Firenze – dove vive la metà della popolazione toscana e dove si concentrano importanti centri ospedalieri che subiscono una pressione non più sostenibile“.

L'articolo I 41 sindaci dell’area metropolitana a favore della Zona Rossa proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi