Maltempo in Toscana: persone ferite e danni sulla costa

Maltempo in Toscana: persone ferite e danni sulla costa

Domani allerta meteo codice giallo per pioggia nella parte sud della regione e l’Appennino

Una cinquantina di cabine di legno distrutte e finite in mare, sfondati gli uffici davanti alla terrazza solarium e le panchine in acciaio davanti ai bagni Pancaldi, accanto alla Terrazza Mascagni. Con il maltempo, un vento di libeccio e onde di 5 metri hanno sferzato nelle ore scorse il lungomare di Livorno, imponendo ieri la chiusura al traffico dei viali a mare.

“Mai visti danni del genere, nemmeno dalla mareggiata del ’77 – dice incredulo Giorgio Bonaventura, proprietario dello stabilimento Pancaldi Acquaviva – Ancora non possiamo quantificare con precisione i danni perché ancora parte dello stabilimento è sotto l’acqua, ma siamo nell’ordine dei 3-400mila euro. Una stagione che è cominciata lacrime e sangue, che non pensavamo finisse ancora peggio. Non ci resta che bisogna rimboccarsi le maniche e ripartire. È venuto a trovarci anche il sindaco Luca Salvetti e ci ha detto che per quanto è nelle sue possibilità cercherà di darci una mano a ripartire”.

Per quanto riguarda le persone ferite, ieri pomeriggio a Piombino una coppia è stata colpita da un albero caduto sull’auto mentre erano in viaggio. La donna ha subito la subamputazione del braccio sinistro ed è stata trasferita in prognosi riservata nell’ospedale di Livorno, ma non sarebbe in pericolo di vita. L’uomo che era accanto a lei ha riportato lievissime ferite.

A Viareggio, due donne e un uomo sono rimasti ferite a causa della caduta di un pino vicino alla pineta di Ponente. Una ha riportato lievi contusioni ad un ginocchio e alla schiena mentre l’altra, illesa, è stata trasportata in ospedale in stato di shock. Al momento della caduta del pino, lungo la strada stava passando un pullman di linea con alcuni passeggeri a bordo. L’autista del mezzo per evitare l’impatto con l’albero ha frenato e un passeggero è caduto riportando lievi contusioni.

Tre feriti anche a Rosignano Marittimo a causa di una tromba d’aria.  Secondo quanto si apprende da fonti sanitarie: due sono più gravi, hanno subito politraumi e sono stati trasportati all’ospedale di Livorno. Un terzo ferito più lieve è stato portato all’ospedale di Cecina.  Quattro persone sono state evacuate per inagibilità delle loro case. Segnalati danni a coperture di fabbricati, cadute di alberi oltre al crollo della tensostruttura del tennis.

Sul maltempo è intervenuto anche il ministro dell’ambiente, Sergio Costa, al Festival dell’Economia Civile in corso a Firenze. Relativamente al tema del “dissesto idrogeologico che forse è l’elemento principale per intervenire non quando il danno è cagionato, ma per intervenire preventivamente. Noi già abbiamo oltre 7 miliardi di euro depositati al ministero dell’Ambiente, con il Recovery plan abbiamo immaginato di avere anche altre risorse; abbiamo accelerato, con la norma sulla semplificazione e con la prossima norma del collegato ambientale, la progettazione esecutiva” di interventi “perché la fanno i Comuni, la Regione la valida, il Ministero la finanza. Quindi se i soldi ci sono e i progetti non si fanno, bisogna aiutare i Comuni a farli”.

Domani continua il maltempo, è prevista allerta meteo codice giallo per pioggia, nella parte sud della regione e l’Appennino.

L'articolo Maltempo in Toscana: persone ferite e danni sulla costa proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi