Manifestazione Firenze: Nardella, teppisti paghino per danni

Manifestazione Firenze: Nardella, teppisti paghino per danni

 “Farò il punto con i tecnici: i danni non sono irrimediabili però si parla di telecamere distrutte, un semaforo ‘sbarbato’ completamente, tutte le fioriere devastate, cestini, paletti. Ci sono danni e mi auguro che questi teppisti paghino per quello che hanno fatto”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella  parlando degli scontri avvenuti ieri nel centro storico durante la manifestazione non autorizzata contro il Dpcm.

“Poteva andare molto peggio – ha aggiunto -. Credo sia grazie al grande impegno delle forze dell’ordine che hanno fatto tutto il possibile, e forse anche grazie all’appello di noi istituzioni dei giorni precedenti che non è avvenuto il peggio, che non ci sono stati danni a monumenti, a vetrine dei negozi o non ci sono stati neanche feriti gravi. Di certo non possiamo essere contenti, è stata una notte terribile che non ha niente a che fare con le manifestazioni pacifiche e democratiche di questi giorni”. “La cosa complicata di questo tipo di manifestazioni – ha aggiunto il sindaco – è che non c’è una vera e propria testa. Si butta il manifesto nella mischia della rete e si vede cosa si raccoglie: c’era un misto di ultras, di anarchici, di estremisti di destra, di antagonisti, che si mischiavano anche con manifestanti pacifici e che appena hanno visto la situazione si sono dileguati. E’ successo tutto questo ed è difficile anche individuare dei responsabili che siano a monte di tutto quello che è successo. Vedremo almeno le responsabilità individuali come questo ragazzo che ha buttato le molotov. Questa gente noi non la vogliamo vedere”.

L'articolo Manifestazione Firenze: Nardella, teppisti paghino per danni proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi