Moglie imprenditore Carrai indagata riciclaggio a Firenze

Moglie imprenditore Carrai indagata riciclaggio a Firenze

Indagata dalla procura di Firenze Francesca Campana Comparini, moglie dell’imprenditore Marco Carrai. E’ quanto riporta oggi il Corriere Fiorentino: i pm fiorentini contesterebbero alla donna l’accusa di riciclaggio di denaro in concorso col marito, già finito sul registro degli indagati a Firenze nell’ambito dell’inchiesta sulla fondazione Open.

Sulla vicenda la procura, interpellata, mantiene il riserbo. Le indagini, riferisce il quotidiano, sarebbero partite dopo che nel corso di un controllo all’aeroporto di Firenze furono trovati 160mila euro in contanti a una passeggera originaria del Togo in arrivo nel capoluogo toscano. Dalle stesse indagini sarebbe emerso che il denaro sarebbe stato destinato alla moglie di Carrai, per il pagamento dell’affitto di un appartamento di sua proprietà nel centro di Firenze. Secondo l’accusa, riporta sempre il Corriere Firoentino, il contratto di locazione dell’abitazione sarebbe stato fittizio, e sarebbe servito per far arrivare il denaro dal Togo in Italia. Nell’ambito degli accertamenti per ricostruire i movimenti del denaro, nei giorni scorsi su richiesta della procura è stato sequestrato a Carrai un supporto informatico.

L'articolo Moglie imprenditore Carrai indagata riciclaggio a Firenze proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi