Palazzo Vecchio, targa a ricordo le vittime Covid-19

Palazzo Vecchio, targa a ricordo le vittime Covid-19

Firenze, “La città di Firenze non dimentica i suoi cittadini vittime della pandemia Covid e dedica a loro e a quelli che li amano un ricordo perenne”. È il contenuto della targa, scoperta oggi nel cortile della Dogana di Palazzo Vecchio per ricordare le 647 vittime a Firenze del Covid.

Durante la cerimonia in Palazzo vecchio, è stato osservato un minuto di silenzio e il professor Patrizio Serino, primo violoncello dell’orchestra del Maggio Musicale (accompagnato dal sovrintendente Alexander Pereira), ha sottolineato con due brani musicali il momento istituzionale.

Per tutto il giorno le bandiere saranno a mezz’asta. “Sono emozionato – ha detto il sindaco Dario Nardella – per il fatto che con questa targa Firenze ricorderà per sempre i suoi caduti. È un segno che porteremo sempre con noi e ci permetterà di non dimenticare perché così come la felicità è tale quando viene condivisa anche la memoria, quando è vera memoria, è perché è condivisa. E abbiamo bisogno di condividere: se non dimentichiamo possiamo migliorare tutti noi”.

Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha omaggiato i “5.000 toscani che ci hanno lasciato da fine febbraio” ricordando poi l’immagine dei camion militari di Bergamo di un anno fa. “5000Quello – ha detto – fu un momento drammatico della nostra storia”.

Per l’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori, il dispiacere è stato anche “non aver potuto piangere i morti, che sono stati subito portati al cimitero. La morte non è un fatto personale, è una lacerazione di una comunità. Non aver potuto vivere questa dimensione comunitaria rende doveroso un momento come questo in cui la comunità ricorda le sue vittime”.

Tra i presenti anche il rabbino Gadi Piperno secondo cui “ricordare vuol dire riportare al cuore, con l’obiettivo di migliorarci in futuro”. L’imam Izzedin Elzir ha parlato di “giornata molto importante non solo per ricordare le vittime ma per come possiamo avere un presente e un futuro migliore. Siamo sulla stessa barca, anche sui vaccini: dobbiamo lavorare per evitare guerre tra chi li produce”.

L'articolo Palazzo Vecchio, targa a ricordo le vittime Covid-19 proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi