Passeggeri Italiani non vogliono scendere a Lisbona dalla ‘MSC Fantasia’

Passeggeri Italiani non vogliono scendere a Lisbona dalla ‘MSC Fantasia’

🔈26 Italiani, tra cui un fiorentino, nell’odissea della nave da crociera Msc Fantasia, partita dal Brasile, alla quale era stato concesso solo l’attracco tecnico, senza la possibilità di discesa a terra a Tenerife, poi dirottata verso Marsiglia, ma che al momento risulta bloccata a Lisbona, dove molti dei 1300 passeggeri ancora a bordo non vogliono scendere senza le assicurazioni di sicuro rientro nei loro Paesi di origine.

La maggior parte dei passeggeri della MSC Fantasia provengono dall’Unione Europea ma anche dal Regno Unito, dal Brasile e dall’Australia ed al momento ci sarebbe, secondo informazioni che ci vengono dai passeggeri, un caso positivo ed uno sospetto di coronavirus a bordo.

Un annuncio delle 21 di ieri dato a bordo della nave avrebbe dato la notizia di un caso confermato di Covid-19, mandando tutti nelle cabine intimando di non uscire fino allo sbarco.

“Oggi inizieranno gli sbarchi per chi ha prenotazioni di biglietti aerei, decisione criminale – si legge su un post Facebook del passeggero Mario Buricchi – Noi italiani non scendiamo e rifiutato per la terza volta un biglietto imposto e non proposto: lisbona/francoforte/milanomalpensa. Non se ne parla minimamente, con il rischio di essere bloccati, ora più che mai dopo i casi di positività, in Germania per la quarantena, e l’arrivo nella regione più infettata d’Italia. Ci devono portare a Genova”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il fiorentino Mario Buricchi a bordo della Msc Fantasia.

L'articolo Passeggeri Italiani non vogliono scendere a Lisbona dalla ‘MSC Fantasia’ proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi