Pecci: design e ambiente con Formafantasma e la mostra Cambio

Pecci: design e ambiente con Formafantasma e la mostra Cambio

Pecci: da domani fino al 24 ottobre sarà visibile al Centro Pecci di Prato, Cambio  il frutto dell’indagine del duo di designer Formafantasma (Andrea Trimarchi e Simone Farresin) sulle responsabilità politiche e ecologiche dell’industria del legno.

Intervista di Chiara Brilli alla direttrice del Pecci Cristiana Perrella.

Cambio è il frutto dell’indagine del duo di designer Formafantasma (Andrea Trimarchi e Simone Farresin) sulle responsabilità politiche e ecologiche dell’industria del legno. L’evoluzione di questa attività economica nel tempo e la sua tentacolare espansione in tutto il mondo ne hanno reso difficile la regolamentazione e la gestione sostenibile, con un impatto ambientale progressivamente sempre più negativo. Caratterizzata da un approccio multidisciplinare,  la mostra vuole sollecitare lo sviluppo della consapevolezza su questo tema e presenta dati e ricerche sotto forma di interviste, installazioni di oggetti, video,  più una serie di casi studio che forniscono approfondimenti sul modo in cui il legno viene acquistato e utilizzato. Realizzata in collaborazione con scienziati, filosofi e climatologi, Cambio propone un nuovo modo di intendere il design come disciplina focalizzata sui processi più che sulle forme, sottolineandone il ruolo cruciale che può avere nei confronti dell’ambiente.

La mostra, commissionata da Serpentine Galleries, è a cura di Hans Ulrich Obrist e Rebecca Lewin in collaborazione con Cristiana Perrella.

Al Centro Pecci, le riflessioni condotte dal progetto originario diventano oggetto di inediti accostamenti e suggestioni ulteriori offerte dal dialogo con il contesto toscano e italiano, come il confronto con la pluriennale ricerca di Giuseppe Penone sugli alberi.

Con il sostegno dell Ambasciata e Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi.  

L'articolo Pecci: design e ambiente con Formafantasma e la mostra Cambio proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi