‘SlowTile’, presentata la nuova linea di piastrelle in cotto calcate a mano realizzate dai ragazzi di ‘Made in Sipario’

‘SlowTile’, presentata la nuova linea di piastrelle in cotto calcate a mano realizzate dai ragazzi di ‘Made in Sipario’

d57671 28 Giugno 2018

L’assessore Funaro: “Progetto importante che sviluppa la loro autonomia sociale ed economica. Offre inserimenti lavorativi veri”

La creatività degli artisti speciali della cooperativa sociale ‘Made in Sipario’ onlus incontra la tradizione artigianale della produzione di piastrelle in cotto calcate a mano e dà vita a ‘SlowTile’, la nuova linea di piastrelle in cotto calcate a mano realizzate da tre ragazzi disabili, in collaborazione con esperti della ceramica e del design come l’architetto Leone Pecchioli e la scenografa Perla Gianni Falvo.

Il progetto è stato presentato al Bistrot ‘I ragazzi di Sipario’ allo Spazio Alfieri dall’assessore al Welfare Sara Funaro, dalla presidente della cooperativa sociale ‘Made in Sipario’ onlus Stefania Piccini, da Marco Brunori dell’associazione Osservatorio mestieri d’arte, da Perla Gianni Falvo e Leone Pecchioli. Tra i presenti, oltre ai ragazzi che hanno partecipato al progetto e ai loro genitori, c’era anche l’animatrice d’arte Maria Stefania De Ninno, che da sempre segue gli artisti di ‘Made in Sipario’ e ha raccontato di accompagnarli alla scoperta della loro gestualità: “I loro gesti semplici e naturali sono lo specchio del loro agire e della loro emozione. Si tratta di una lenta e progressiva presa di coscienza di sé e delle proprie abilità che dà risultati sorprendenti e allo stesso tempo professionalizzanti”.

“È un progetto importante - ha detto l’assessore Funaro - che va nella direzione in cui ci muoviamo da tanti anni e che portiamo avanti come Comune insieme a varie associazioni del territorio e alle cooperative di tipo B per l’inserimento sociale e lavorativo di ragazzi e persone fragili. L’associazione Sipario e la cooperativa ‘Made in Sipario’ onlus realizzando un grande e ottimo lavoro su tutto il percorso di inclusione dei ragazzi diversamente abili - ha continuato -, che realizzano lavori molto belli e originali, con un grande significato sociale. Questa iniziativa dà prospettive importanti ai ragazzi perché oltre a sviluppare la loro autonomia sociale dà loro la possibilità di inserimenti lavorativi veri per una autonomia economica”.

“Dal 2011 la cooperativa sociale ‘Made in Sipario’ accompagna in un percorso formativo di crescita personale e professionale persone disabili - ha spiegato la presidente Stefania Piccini -, dimostrando che, anche persone che singolarmente sono fragili e facili da calpestare, se si uniscono, trovando ognuna dentro di sé un talento e una capacità, sono in grado di acquisire competenze”. “Oggi, siamo qui, perché dobbiamo vincere un’altra sfida - ha spiegato -: l’autosostenibilità economica. Con l’innovazione su vari piani strategici che ci porterà il progetto SlowTile riusciremo infatti a rafforzare l’impresa in modo da concretizzare l’inserimento lavorativo di altri ‘artisti speciali’ attualmente in inserimento socio terapeutico”. “Il progetto ‘SlowTile’ rappresenta un importante passo in avanti di ‘Made in Sipario’ onlus - ha aggiunto Stefania Piccini -. Il termine Slow è da intendere come paradigma per recuperare attenzione, consapevolezza, significato, bellezza, creatività e autenticità della vita - ha aggiunto Piccini -. Come ‘Slow Food’ ha fatto col cibo, ‘SlowTile’ vuol valorizzare il lavoro creativo, riconoscendo i tempi di lavorazione tecnici e creativi, nel rispetto di chi produce e di chi decora”.

“Complimenti a tutti gli attori che hanno reso possibile questo bel progetto e soprattutto ai ragazzi di ‘Made in Sipario’, che sono degli artigiani a tutti gli effetti - ha detto Marco Brunori -. La creatività è contagiosa e saperla trasmettere è un bene incommensurabile”.

I ragazzi che hanno lavorato principalmente nella decorazione delle mattonelle sono Giulia, Ludovico e Lorenzo, mentre gli altri 6 ragazzi della cooperativa verranno formati per essere inseriti nel progetto.

I ‘gesti creativi’, ovvero i pattern che caratterizzano le collezioni ‘SlowTile’, attualmente sono otto: ‘Pinocchio’, che unisce il cerchio, il punto e la linea; ‘Barocco’ con le sue eleganti volute; ‘Bamboo’ con le semplici linee incrociate; i dinamici ‘Vortice’, le delicate ‘Orme’, i classici ‘Pois’, gli impetuosi ‘Schizz e le linee curve degli arcobaleni. Le mattonelle in cotto ‘SlowTile’ sono ognuna unica e irripetibile sia per il supporto, fatto e smaltato a mano, sia per la decorazione.

“Guardando i lavori dei ragazzi di ‘Made in Sipario’ - ha detto la scenografa Perla Gianni Falvo - ho visto molta sperimentazione, l’applicazione di varie tecniche e una grande varietà di soggetti decorativi declinati in modo diverso. Da alcuni di questi decori traspariva una forte energia, in parte ancora non compiutamente espressa. Con ‘Made in Sipario’ abbiamo considerato che l’apporto di un approccio professionale, dedicato al progetto di un prodotto di alta gamma che integrasse le capacità creative dei ragazzi, avrebbe potuto far crescere la cooperativa consentendole di acquisire una posizione di maggior rilievo nel mercato”.

“Individuare un ‘foglio bianco di ceramica’ che fosse all’altezza e sul quale potessero risaltare a dovere l’estro e le gestualità degli ‘artisti speciali’ non è stato banale - ha detto l’architetto Leone Pecchioli -. Volevamo che ‘parlasse’ la stessa lingua di ‘SlowTile’ e che ne fosse portatore in qualche modo del messaggio. È per questo che abbiamo scelto un cotto calcato a mano come si faceva una volta e smaltato a mano di bianco nella zona più storicamente a vocazione ceramica della Toscana: qui è evidente - anche nelle piccole imperfezioni - l’impronta della manualità dell’uomo, che ‘racconta’ il nostro territorio, ricco di gloria che va coltivata e considerata nel presente se non vogliamo che vada perduta. Questa sarà la base, materialmente e non solo, della nuova collezione di ‘gesti - decori ‘ SlowTile”.

‘Made in sipario’ onlus è una cooperativa sociale di tipo B i cui soci lavoratori sono ragazze e ragazzi con disabilità intellettiva o in situazione di fragilità. La onlus è uno strumento privilegiato per l’inserimento lavorativo di persone disabili e soggetto in grado di svolgere un’adeguata formazione professionale sul campo, per una loro piena integrazione sociale attraverso il lavoro. Svariati gli oggetti che i ragazzi di ‘Made in Sipario’ producono con originale capacità creativa e sempre maggior competenza: si va dai complementi di arredo e design artistico all’oggettistica per la casa agli articoli da regalo. Tali oggetti possono essere acquistati nel negozio in via degli Artisti n.41/A.

Per info su ‘Made in sipario onlus’ cliccare su https://www.madeinsipario.com/

I commenti sono chiusi