Stupro 21enne, Salvini: serve castrazione chimica

Stupro 21enne, Salvini: serve castrazione chimica

Il ministro degli interni: “le bestie che stuprano meritano pene esemplari e, come in altri Paesi europei, la sperimentazione della castrazione chimica”

“Una studentessa 21enne originaria della Mongolia è stata violentata a Firenze. La polizia ha fermato un 25enne rumeno, senza fissa dimora e con precedenti. Le bestie che stuprano meritano pene esemplari e, come in altri Paesi europei, la sperimentazione della castrazione chimica”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.
Intanto emergono altri particolari sulla violenza.
Quando è stata aggredita la 21enne, che si trovava su una rampa di scale che collega il viadotto Marco Polo con l’argine del fiume Arno, ha cercato di resistere ingaggiando una colluttazione con il suo aggressore. L’uomo, Arnaut Mustafa, l’avrebbe picchiata procurandole ferite al volto, poi l’avrebbe trascinata dietro un albero e avrebbe abusato di lei. Sarebbe stato interrotto dal passaggio di una persona, a pochi metri da dove si stava consumando la violenza. Temendo di essere scoperto, sarebbe fuggito scordando il marsupio con i documenti e il telefono cellulare. La ragazza ha avvisato la polizia una volta rientrata nella casa dello studente dove risiede e dove è stata raggiunta dai sanitari del 118 e portata all’ospedale di Ponte a Niccheri. I poliziotti hanno rintracciato il 25enne mentre dormiva in un palazzo abbandonato di due piani, in una zona difficilmente raggiungibile sempre nei pressi del viadotto. Nel suo giaciglio di fortuna sono stati trovati anche gli abiti che avrebbe indossato la notte scorsa, sporchi di sangue. La giovane lo ha riconosciuto come l’autore della violenza.

L'articolo Stupro 21enne, Salvini: serve castrazione chimica proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi