Aeroporto Pisa: spento radar principale, ritardi nei voli

Aeroporto Pisa: spento radar principale, ritardi nei voli

“Ieri sera il radar principale dell’aeroporto di Pisa, gestito dall’Aeronautica Militare, è stato fermato dal personale tecnico della 46/a Brigata Aerea per motivi precauzionali a seguito di una sospetta avaria. Il servizio radar fornito dall’Aeronautica Militare continua comunque a essere operativo, con le limitazioni dovute all’utilizzo di un sistema alternato”. Lo rende noto la 46/a Brigata aerea di Pisa.

La limitata operatività della torre di controllo ha causato solo alcuni ritardi nel traffico aereo
civile, ma non ci sono state cancellazioni.
“Nel frattempo – prosegue la nota – la ditta che si occupa della manutenzione del radar è stata immediatamente contattata ed è al lavoro per iniziare l’intervento tecnico necessario e per ridurre al minimo i disagi. In attesa della piena operatività del radar, verranno comunque assicurati arrivi e partenze con un numero di movimenti (decolli/atterraggi) ridotto rispetto a quelli normalmente garantiti”.
L’aeroporto di Pisa, conclude la nota della forza armata, “è uno scalo militare aperto al traffico civile: tutti i servizi alla navigazione aerea (Torre di Controllo, Radar,
Radioassistenze) sono garantite dal personale dell’Aeronautica militare, che da anni sostiene l’operatività e lo sviluppo dell’aeroporto in piena collaborazione con le società di
gestione aeroportuali”.

L'articolo Aeroporto Pisa: spento radar principale, ritardi nei voli proviene da www.controradio.it.

Pisa, aeroporto: nuovo collegamento con Casablanca

Pisa, aeroporto: nuovo collegamento con Casablanca

Air Arabia, compagnia low cost di Emirati arabi, lancia un nuovo collegamento dal Marocco con l’Italia, e in particolare da Casablanca verso lo scalo di Pisa.

A partire dal 1° aprile, la Toscana sarà dunque collegata per la prima volta con la capitale economica del Paese. Il volo, operativo due volte alla settimana, partirà alle 11.50 da Pisa, il lunedì e da Casablanca alle 7.00, ogni giovedì.

Questo nuovo collegamento Pisa-Casablanca porta a 53 il numero di rotte internazionali della filiale marocchina di Air Arabia Maroc da sei scali maghrebini verso 12 Paesi Europei, inclusa l’Italia.

Adel Ali, Presidente ed Amministratore Delegato del Gruppo spiega: “Il Marocco offre numerose ricchezze naturali e paesaggi da sogno dove poter vivere e viaggiare. L’avvio di questo nuovo collegamento è un invito a scoprire questo incredibile Paese, destinazione naturale anche per tutti i viaggiatori Toscani.”

L'articolo Pisa, aeroporto: nuovo collegamento con Casablanca proviene da www.controradio.it.

Toscana, aeroporti: Naldi conferma il potenziamento degli scali

Toscana, aeroporti: Naldi conferma il potenziamento degli scali

È intervenuto all’assemblea di Confindustria Firenze Roberto Naldi, vicepresidente esecutivo di Toscana Aeroporti

“Confermiamo l’impegno a portare avanti comunque, nel pieno rispetto delle regole, la realizzazione della nuova pista a Firenze e l’ampliamento dell’aeroporto di Pisa, al di là delle polemiche e di fantasiose alternative sostenute da improbabili esperti”. Lo ha affermato Roberto Naldi, vicepresidente esecutivo di Toscana Aeroporti, intervenendo all’assemblea annuale di Confindustria Firenze.

“Confermo l’impegno Corporacion America e del nostro nuovo socio Icd, il fondo sovrano di Dubai, per realizzare questo sistema aeroportuale fondamentale”.

“Se c’è un cambiamento stravolgente dal punto di vista degli impegni e del piano nazionale aeroporti, tutto può essere”:continua Roberto Naldi, rispondendo a chi gli chiedeva se le difficoltà a livello politico per la realizzazione della nuova pista dell’aeroporto di Firenze potrebbero indurre la società ad abbandonare i suoi progetti di investimento in Toscana.

Naldi, ha affermato che Corporacion America, azionista di maggioranza di Toscana Aeroporti, non ha intenzione di vendere: “Eduardo Eurnekian in persona ha detto di no, ribadendo che non siamo investitori speculatori ma investitori per far crescere”.

Riguardo al recente ingresso nel capitale del fondo sovrano di Dubai, il manager ha detto che “il socio non è pentito” dell’operazione, e che l’accordo “serve per lo sviluppo in Italia, per una importante condivisione del progetto Toscana e per progetti di sviluppo nell’area dell’Est e del bacino Mediterraneo”.

L'articolo Toscana, aeroporti: Naldi conferma il potenziamento degli scali proviene da www.controradio.it.