Superbatterio New Delhi: i casi in Toscana salgono a 102

Superbatterio New Delhi: i casi in Toscana salgono a 102

Il numero dei pazienti in Toscana nel cui sangue è stato isolato il batterio New Delhi, da novembre 2018, è salito a 102. Il superbatterio è risultato letale nel 37% dei pazienti con sepsi, così fa sapere l’Agenzia regionale di sanità della Toscana.

Il dato, aggiornato al 22 settembre, è stato diffuso dal sito dall’Agenzia regionale di sanità della Toscana. Il nuovo sito web, infatti, dall’11 settembre, ogni mercoledì, pubblica il monitoraggio settimanale sulla diffusione del superbatterio Ndm.
Ars spiega che “i casi sono risultati letali nel 37% dei pazienti con sepsi, percentuale paragonabile alla letalità per questa condizione causata da altri batteri resistenti agli antibiotici carbapenemici”. Lo scorso 18 settembre, il batterio Ndm risultava essere stato isolato nel sangue di 90 pazienti. I casi erano risultati letali nel 40%.

L'articolo Superbatterio New Delhi: i casi in Toscana salgono a 102 proviene da www.controradio.it.

Superbatterio New Delhi: i casi in Toscana salgono a 102

Superbatterio New Delhi: i casi in Toscana salgono a 102

Il numero dei pazienti in Toscana nel cui sangue è stato isolato il batterio New Delhi, da novembre 2018, è salito a 102. Il superbatterio è risultato letale nel 37% dei pazienti con sepsi, così fa sapere l’Agenzia regionale di sanità della Toscana.

Il dato, aggiornato al 22 settembre, è stato diffuso dal sito dall’Agenzia regionale di sanità della Toscana. Il nuovo sito web, infatti, dall’11 settembre, ogni mercoledì, pubblica il monitoraggio settimanale sulla diffusione del superbatterio Ndm.
Ars spiega che “i casi sono risultati letali nel 37% dei pazienti con sepsi, percentuale paragonabile alla letalità per questa condizione causata da altri batteri resistenti agli antibiotici carbapenemici”. Lo scorso 18 settembre, il batterio Ndm risultava essere stato isolato nel sangue di 90 pazienti. I casi erano risultati letali nel 40%.

L'articolo Superbatterio New Delhi: i casi in Toscana salgono a 102 proviene da www.controradio.it.

Batterio New Delhi: salgono a 90 i casi, 36 le morti sospette in Toscana

Batterio New Delhi: salgono a 90 i casi, 36 le morti sospette in Toscana

E’ salito a 90 il numero di individui che hanno contratto l’infezione da batterio New Delhi e 36 sono le morte sospette con sepsi. Lo ha detto l’assessora al Diritto alla salute e al Sociale Stefania Saccardi, a margine di una conferenza stampa a Palazzo Strozzi Sacrati. Questi sono i dati aggiornati settimanalmente dall’Ars sulla diffusione del super batterio New Delhi.

“Stiamo aumentando i controlli e i numeri probabilmente sono frutto di un aumento dell’attenzione e delle verifiche che stiamo facendo dentro i nostri sistemi ospedalieri”, ha precisato l’assessora. Saccardi fa sapere inoltre che è stato esteso lo screening anche a reparti a minore intensità assistenziale come ad esempio le medicine interne. Coinvolti  anche i reparti tradizionali, ad alta intensità assistenziale, come le terapie intensive e i reparti oncologici.
Nel dettaglio, l’Agenzia regionale di Sanità (Ars), specifica che tra novembre 2018 e il 15 settembre 2019 i batteri Ndm sono stati isolati nel sangue di 90 pazienti. “I casi sono risultati letali nel 40% dei pazienti con sepsi, percentuale paragonabile alla letalità per questa condizione causata da altri batteri resistenti agli antibiotici carbapenemici”, spiega l’Ars in una nota. Dunque potrebbero essere 36 i decessi sospetti riconducibili al superbatterio Ndm.

L'articolo Batterio New Delhi: salgono a 90 i casi, 36 le morti sospette in Toscana proviene da www.controradio.it.

Superbatterio New Delhi: salgono a 31 le morti sospette in Toscana

Superbatterio New Delhi: salgono a 31 le morti sospette in Toscana

Ad oggi sono 31 i casi di morti sospette in Toscana per il superbatterio New Delhi, così fa sapere l’Agenzia regionale di sanità Ars. Non risulta un nesso causale automatico con la presenza del ceppo batterico. Da stamattina sul sito dell’Ars è visibile il monitoraggio sulla diffusione del batterio Ndm in Toscana.

Tra novembre 2018 e il 31 agosto 2019 in Toscana il batterio New Delhi è stato isolato nel sangue di 75 pazienti ricoverati con patologie gravi. Nei pazienti con sepsi esso ha una mortalità del 40%, una percentuale che è paragonabile alla letalità che ha questa problematica. Tra i colpiti ci sono stati 31 decessi, tuttavia l’infezione potrebbe essere una concausa o non aver provocato la morte. Al 31 agosto, invece, sono stati registrati 708 portatori del ceppo batterico ricoverati negli ospedali toscani. Su di essi sono state applicate misure igieniche di contenimento definite dal decreto regionale del 26 luglio.
Alla fine della mattinata, l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi ha risposto in Consiglio Regionale a un’interrogazione del consigliere Fabrizio Marchetti in merito alla diffusione del batterio nella Regione.

L'articolo Superbatterio New Delhi: salgono a 31 le morti sospette in Toscana proviene da www.controradio.it.