Pistoia: aggredisce ex compagna per soldi, arrestato

Pistoia: aggredisce ex compagna per soldi, arrestato

Ha minacciato di morte la ex compagna, afferrandola per il collo e tentando di sottrarle il cellulare con il quale la donna è comunque riuscita a chiamare il 112, non smettendo  di inveire contro di lei anche dopo l’arrivo dei militari, tentando anche di lanciarle contro un tavolo, prima di essere definitivamente bloccato.

Per questo un 36enne residente a Prato, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato arrestato ieri ad Agliana (Pistoia) e denunciato per atti persecutori, maltrattamenti contro i familiari, lesioni personali, danneggiamento, tentata estorsione, resistenza a pubblico ufficiale. La sua ex compagna, 38 anni, portata in ospedale, è stata giudicata guaribile in 10 giorni per alcuni lividi e contusioni al collo.
Secondo quanto ricostruito l’uomo si sarebbe presentato martedì a casa della donna, dalla quale ha avuto anche un figlio che non era a casa l’altra sera quando è arrivato il padre, trattenendosi nell’abitazione fino a ieri mattina quando poi è iniziata una discussione: il 36enne avrebbe cominciato a chiedere insistentemente soldi alla donna che non voleva nè poteva consegnarglieli. L’uomo avrebbe così iniziato a dare in escandescenze danneggiando mobili e suppellettili, lanciando anche uno stenditoio dalla finestra, per poi arrivare alle minacce di morte contro la ex compagna.
Sono poi arrivati i carabinieri che lo hanno arrestato.

L'articolo Pistoia: aggredisce ex compagna per soldi, arrestato proviene da www.controradio.it.

Pistoia: sciopero studenti per aule fredde

Pistoia: sciopero studenti per aule fredde

Termosifoni non funzionanti, istituzioni assenti, ma a pagare sono sempre gli studenti’. E’ la scritta che campeggia su uno striscione davanti all’istituto tecnico ‘Capitini’ di Agliana (Pistoia), dove stamani gli studenti hanno scioperato per i riscaldamenti spenti e le aule fredde.

“Ancora una volta il problema del freddo si fa sentire – ha detto Dario Baldassarri, della Consulta provinciale degli studenti – io spero che arrivi al più presto un funzionario della Provincia, perché la situazione si sta facendo insostenibile”. Intanto gli studenti hanno occupato la scuola di Agliana (Pistoia).

Proseguono anche a Pisa, nel frattempo, le proteste degli studenti.  Mentre l’istituto alberghiero pisano sta cercando di tornare alla normalità, al secondo giorno consecutivo di lezioni dopo la devastante occupazione del week end costata circa 20 mila euro di danni, si registra l’occupazione di un altro liceo: lo scientifico “Buonarroti”. In questo caso però, gli studenti, sono impegnati a dipingere le aule e rattoppare le zone dell’immobile (uno degli edifici scolastici cittadini con le maggiori criticità strutturali) apparentemente più insicure.

“Riconosciamo – scrivono gli studenti del ‘Buonarroti’ in un documento – che questa è una forma di protesta estrema e vi ricorriamo dopo anni di manifestazioni pacifiche e tentativi di dialogare con le varie istituzioni che da anni temporeggiano sui piani da attuare e sui fondi da trovare per il nostro istituto. La nostra scuola ha problemi strutturali inaccettabili: quando questo edificio è stato costruito, nel 1971, i materiali utilizzati erano a scadenza (35 anni), ciò significa che da 12 anni gli studenti frequentano una scuola fatiscente. ”

“Tuttora affrontiamo giornalmente disagi legati alla struttura: infiltrazioni d’acqua nelle aule, danni ai muri e alle porte, termosifoni non funzionanti, mancanza e malfunzionamenti delle apparecchiature nei laboratori linguistici e lo spostamento di alcune classi per mancanza di spazi”, conclude il documento degli studenti.

L'articolo Pistoia: sciopero studenti per aule fredde proviene da www.controradio.it.