Endostart, la startup toscana che coniuga medicina e innovazione

Endostart, la startup toscana che coniuga medicina e innovazione

La startup toscana Endostart, progetto che mira a sviluppare una nuova generazione di dispositivi medici per l’endoscopia digestiva, è in lizza per l’assegnazione del Premio Gaetano Marzotto 2019 e European Lifestars Awards 2019.

La startup è nata a Certaldo nel 2018 da un’idea di Alessandro Tozzi, medico gastroenterologo e di Alberto Bruni, titolare della Special Electronic Design di Certaldo. Il primo prodotto è stato Endorail System, un dispositivo volto a consentire a un normale colonscopio di esplorare l’intestino in maniera più semplice e meno traumatica.

Ogni anno in Italia vengono effettuate più di un milione di colonscopie. Grazie a questo e same è possibile infatti diagnosticare precocemente i tumori del colon e rimuoverne i precursori (polipi adenomatosi). La colonscopia quindi è l’esame più accurato egefficace per la diagnosi e il trattamento dei precursori del cancro colorettale ma le visite oggi risultano incomplete nel 5% – 25% dei casi. Fondamentale è dunque completare l’esplorazione di tutti i segmenti del colon, perchè in caso contrario, si può determinare un ritardo nella diagnosi.

Endostart è in lizza per l’assegnazione di due riconoscimenti: il Premio Gaetano Marzotto 2019 e European Seed-Stage Finance Raise of the year. Il primo vuole individuare e sostenere i più promettenti progetti imprenditoriali, che siano in grado di far convivere innovazione, impresa e società. Il secondo invece celebra le migliori imprese neocostituite.

L'articolo Endostart, la startup toscana che coniuga medicina e innovazione proviene da www.controradio.it.