Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 14 settembre 2021

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 14 settembre 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

CONTRORADIO INFONEWS – Ancora un altro minore ricoverato per coma etilico a Firenze. In tre giorni cinque giovani sono finiti all’ospedale per abuso di alcol. Tutti tra i 14 e i 17 anni. L’ultimo un 14enne fiorentino che si trovava con degli amici a una festa. Attorno alle 22 la chiamata al 118 e il trasporto all’ospedale di Santa Maria Annunziata. Dai dati 2019, emerge che la Toscana è stata la seconda regione come numero assoluto di minori arrivati al pronto soccorso per problemi etilici.

CONTRORADIO INFONEWS – “Non ho ancora visto una circolare pubblicata sulla Gazzetta ufficiale, o che mi è stata trasmessa. Quando ce la trasmetteranno, la Toscana è pronta per la terza vaccinazione per i fragili”. Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. Intanto da Firenze arriva l’invito a introdurre una disposizione legislativa per rendere obbligatoria la vaccinazione contro il
Covid-19. E’ il contenuto di una risoluzione promossa dal gruppo consiliare Partito Democratico e approvata a maggioranza dal Consiglio comunale.
 CONTRORADIO INFONEWS – Un panino alla porchetta è stato offerto in premio a chi si vaccinava contro il Covid al camper mobile della Regione Toscana. Ma l’iniziativa della Pro Loco di Monte San Savino (Arezzo) durante una sagra del fine settimana è stata travolta da una tempesta di insulti. Rispetto alle 36 persone che si sono vaccinate al camper con relativi panini ricevuti in premio, sul sito Fb della Sagra della Porchetta sono piovuti oltre 1.400 messaggi di protesta  contro gli organizzatori della festa paesana e contro i vaccini e la loro somministrazione.
“Abbiamo la quasi certezza di svolgere attività in presenza”. Lo ha affermato Alessandra Nardini, assessora all’istruzione della Regione Toscana, a proposito della ripartenza delle scuole fissata per mercoledì 15 settembre. “Vogliamo riportare tutte le ragazze e i ragazzi, le bambine e i bambini, in presenza in sicurezza, perché sappiamo bene che la didattica a distanza non può sostituire la didattica in presenza per un lungo periodo”.
CONTRORADIO INFONEWS -La rettrice dell’Università di Firenze Alessandra Petrucci ha ricevuto ieri mattina  una delegazione in rappresentanza dei manifestanti no Green Pass che si sono radunati davanti al rettorato con alcuni docenti. “Sono consapevole dell’alto senso di responsabilità che gli studenti hanno dimostrato in questo lungo e difficile biennio ed è proprio a quello che faccio appello anche adesso. Come rettrice di questo Ateneo ho l’obbligo di far rispettare le leggi, ma confermo la mia disponibilità al dialogo con tutta la comunità accademica per trovare soluzioni rispettose delle norme e delle volontà individuali” ha concluso la rettrice che proprio ieri  ha nominato prorettore vicario Giovanni Tarli Barbieri, ordinario di Diritto costituzionale. Con questa nomina si completa la squadra che affiancherà la rettrice, entrata in carica lo scorso 1 settembre .
Un olivo in bronzo a Firenze per ricordare la strage dei Georgofili e testimoniare la volontà di rinascita di allora ma anche di oggi. L’opera, un pezzo unico realizzato dal maestro Andrea Roggi, è stata svelata  durante la cerimonia a cui hanno partecipato l’amministrazione comunale.

 

Incontro questa sera all’Istituto de Martino per ascoltare le voci dei lavoratori della GKN in dialogo con i ricercatori, gli studiosi e gli attivisti che hanno risposto all’appello. A commentare i video di Lorenzo e Filippo Gori ci saranno studiose e studiosi delle Università di Firenze e di Pisa, della Società italiana di storia del Lavoro, del CNR, ricercatori della Normale, direttori e presidenti degli Istituti storici della Resistenza, e ci sarà la redazione della rivista “Il de Martino: storie voci suoni”

L'articolo Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 14 settembre 2021 da www.controradio.it.

🎧 Università: Petrucci, “Si lavora per riprendere le lezioni in presenza”

🎧 Università: Petrucci, “Si lavora per riprendere le lezioni in presenza”

Università: il nuovo anno accademico dovrà vedere gli studenti in presenza con la possibilità di seguire le lezioni anche distanza. Così anche per esami e tesi. Lo ha dichiarato Alessandra Petrucci, da novembre Rettrice Unifi.

Si parla molto di scuola, certamente. E qui ci sono alcuni dirigenti scolastici che sposano la linea dura con i professori. Ovvero, secondo alcuni, i professori potrebbero entrare a scuola e fare lezione soltanto se vaccinati. D’accordo il Comitato tecnico scientifico: “l’unica misura è quella di promuovere la vaccinazione nella scuola, tanto del personale scolastico quanto degli studenti”.

Il Cts insiste che tutto il personale sia vaccinato e che gli insegnanti vengano reinseriti dalle Regioni nella categoria con priorità. Più elastico invece sulla questione del distanziamento e del posizionamento dei banchi. Ma all’Università invece che cosa succederà? Lo abbiamo chiesto alla professoressa Alessandra Petrucci, uscita vincitrice all’inizio del mese di giugno dal confronto elettorale e dunque dall’inizio del prossimo anno accademico nuova (e prima) Rettrice dell’Università degli studi di Firenze.

C’è attesa per le indicazioni che dovranno arrivare dal Ministero dell’Università e ricerca, ma è interessante notare gli orientamenti e le sensibilità diverse a seconda dell’Ateneo. Per quanto margine di autonomia possano avere su questa materia. A Firenze l’orientamento è in sintonia con le anticipazioni che arrivano dal Ministero. Lezioni in presenza, senza però eliminare la Dad, e tracciamento degli studenti.

Si tratta di una formula già parzialmente sperimentata in primavera (fin quando è stato possibile). Il docente va fisicamente in aula a fare lezione davanti agli studenti, che a loro volta devono prenotarsi e vengono registrati all’ingresso. Un computer acceso e collegato alla piattaforma in uso presso Unifi garantisce contemporaneamente la fruibilità della lezione anche a tutti coloro che decideranno di restare a casa. Per favorire chi non può o non vuole spostarsi. Nel frattempo gli Atenei toscani sono a caccia di nuovi spazi per gli studenti.

Puoi ascoltare l’intervista con Alessandra Petrucci in Podcast.

L'articolo 🎧 Università: Petrucci, “Si lavora per riprendere le lezioni in presenza” da www.controradio.it.