Scuola, Ponsacco (PI): inaugurate nuove aule all’istituto Niccolini

Scuola, Ponsacco (PI): inaugurate nuove aule all’istituto Niccolini

Inaugurati stamani, dall’assessora regionale all’istruzione Alessandra Nardini, il sindaco Francesca Brogi e la dirigente scolastica, i nuovi moduli all’istituto comprensivo Niccolini di Ponsacco.

Si tratta di sei nuove aule, per un totale di 450 metri quadri di superficie, che ospiteranno cinque classi della scuola secondaria di primo grado e uno spazio destinato al laboratorio di musica nel rispetto del distanziamento previsto dalle normative anti-Covid19.

Arrivati a ottobre, si spiega dalla regione, “in meno di un mese i nuovi moduli sono stati installati nel piazzale delle scuole medie e sono stati dotati di tutti i servizi necessari al loro corretto funzionamento, dai sottoservizi, alla rete internet e all’impianto di allarme”.

Alessandra Nardini commenta: “L’Amministrazione di Ponsacco dimostra con il suo impegno quotidiano quanto tenga alla scuola e al futuro delle ragazze e dei ragazzi del territorio. Lo dimostra anche con questo intervento, che offre una risposta tempestiva e importante alle esigenze di sicurezza scolastica nell’emergenza sanitaria in corso. Ho partecipato volentieri a questa inaugurazione, poiché siamo di fronte a un esempio virtuoso di impegno a tutto tondo per una sempre migliore istruzione e un servizio di qualità per le ragazze e i ragazzi e per le loro famiglie. Complimenti quindi alla sindaca Brogi e alla sua amministrazione e buon lavoro a insegnanti, studentesse e studenti. Insieme ce la faremo”.

“Abbiamo lavorato tutta l’estate per garantire la scuola sempre in presenza fin dal suono della prima campanella – afferma Francesca Brogi -. Nonostante la didattica a distanza del primo lockdown sia stata condotta nel migliore dei modi, la scuola in presenza è un’altra cosa e garantirla ai bambini, alle bambine e alle loro famiglie era per noi la priorità. Il noleggio di tale struttura rientra in quest’ottica e assicura non solo di fare lezione in ambienti nuovi e sicuri, ma anche di non tralasciare attività di laboratorio che sono altrettanto importanti per la formazione dei ragazzi e delle ragazze. Per la ripartenza di questo anno scolastico abbiamo investito oltre 400 mila euro in manutenzioni e lavori pubblici, oltre ad aver potenziato i servizi scolastici di mensa, trasporto e pre-dopo scuola lasciando invariate le tariffe a carico del cittadino”.

L'articolo Scuola, Ponsacco (PI): inaugurate nuove aule all’istituto Niccolini proviene da www.controradio.it.

Dalla Regione 3,7 milioni per i laboratori formativi territoriali aperti

Dalla Regione 3,7 milioni per i laboratori formativi territoriali aperti

Lo stanziamento dei fondi è stato deciso dal settore programmazione formazione strategica e istruzione e formazione tecnica superiore, su proposta dell’assessora Alessandra Nardini.

Serviranno per il potenziamento e il rafforzamento dei laboratori formativi territoriali aperti gestiti dalle sette fondazioni di Istruzione tecnica superiore esistenti in Toscana.

“E’ una delle azioni con le quali ci proponiamo di potenziare e rafforzare le strutture formative che, come ha messo ancora più in evidenza l’emergenza sanitaria, necessitano di un intervento pubblico finalizzato al superamento del divario digitale nell’accesso all’istruzione e alla formazione professionale”. Spiega l’assessora alla formazione, Alessandra Nardini.

L’avviso ha come beneficiari le sette Fondazioni ITS della Toscana che dovranno presentare progetti per l’acquisto di sistemi hardware e software, strumenti per la realtà aumentata, virtuale e mixed  per la digitalizzazione, la prototipazione, droni e sistemi di mappatura dati ambiente, sistemi robotici e di automazione per la produzione industriale, in una concreta e analitica simbiosi tra strumentazioni, territorio e filiera strategica.

“Ai laboratori gestiti dalle Fondazioni – aggiunge Alessandra Nardini – possono accedere sia le imprese che le scuole, così da fare rete e garantire migliori e più qualificate possibilità di accesso al mercato del lavoro da parte di studenti, di studentesse e di soggetti in cerca di occupazione. Abbiamo deciso di finanziare questa implementazione tecnologica perché giudichiamo importante fare rete e operare in maniera sinergica. E i laboratori formativi territoriali aperti sono nati e operano proprio con questa fondamentale finalità”.

L'articolo Dalla Regione 3,7 milioni per i laboratori formativi territoriali aperti proviene da www.controradio.it.

Scuola, Nardini: altri 2,5mln di contributi alle famiglie

Scuola, Nardini: altri 2,5mln di contributi alle famiglie

Una proposta di variazione di bilancio da 2,5 milioni di euro, destinati a finanziare il pacchetto scuola che passa così dai 3 milioni di euro di risorse regionali dello scorso anno a 5,5 milioni, a cui si devono aggiungere 6 milioni di contributi statali.

Lo ha deciso la Giunta regionale toscana, su proposta dell’assessora all’istruzione Alessandra Nardini. Fino allo scorso anno scolastico, spiega una nota, hanno beneficiato del contributo circa 30mila studenti delle scuole medie e superiori della Toscana. Quest’anno però le domande sono state 8mila in più. La delibera approvata dalla Giunta passa ora all’esame del Consiglio regionale.

“In un momento così complicato e difficile per la scuola italiana – sottolinea Nardini in una nota -, abbiamo deciso di aumentare, a fronte dell’aumento delle domande, le risorse annualmente stanziate per garantire l’effettivo diritto allo studio delle studentesse e degli studenti toscani”.

L’assessora ricorda che: “Adesso, certo anche a causa della crisi economica, le domande sono arrivate ad essere 38.470. E noi abbiamo deciso di consentire a tutti gli studenti e le studentesse idonei di poter ottenere l’importo massimo previsto per il pacchetto scuola, pari a 300 euro. Una scelta in linea con la nostra volontà di garantire a tutti il diritto allo studio e di favorire in ogni modo la frequenza scolastica”.

Il pacchetto scuola serve infatti a facilitare la frequenza scolastica, cioè a sostenere le famiglie per spese quali l’acquisto dei libri, degli abbonamenti ai mezzi di trasporto e altri sussidi didattici. E’ destinato agli studenti e alle studentesse delle scuole medie e delle superiori residenti in Toscana che hanno un Isee familiare non superiore a circa 15.700 euro e non più di venti anni di età. Con la decisione della Giunta regionale vengono così finanziate le domande di tutti coloro che ne hanno fatto richiesta.

L'articolo Scuola, Nardini: altri 2,5mln di contributi alle famiglie proviene da www.controradio.it.

Giunta Toscana riunita, il giorno delle deleghe e dei tavoli di lavoro (interviste ai neo assessori)

Giunta Toscana riunita, il giorno delle deleghe e dei tavoli di lavoro (interviste ai neo assessori)

NELL’AUDIO IL PRESIDENTE EUGENIO GIANI ANNUNCIA LE DELEGHE.

La Giunta della Regione Toscana sotto la presidenza di Eugenio Giani si è riunita questa mattina per la prima volta alla villa medicea di Careggi dove verranno ufficializzate le deleghe.

“Subito dopo ci sposteremo a Novoli, per riunirci ai tavoli nelle sedi dove lavorano tante persone della Regione”, assicura Giani che si dice “molto orgoglioso della squadra che ho appena formato”. Lo sforzo, in questa prima fase ancora segnata dall’emergenza Covid,  “sarà nel mantenere il necessario equilibrio tra sanità ed economia, un equilibrio che andrà gestito con buonsenso, tenendo come riferimento l’orientamento del governo nazionale”.

Le prima dichiarazioni dei neo assessori raccolte da Gimmy Tranquillo

Foto Controradio

STEFANIA SACCARDI, VICEPRESIDENTE CON DELEGHE ALL’AGROALIMENTARE, CACCIA E PESCA, AREE INTERNE

 

Foto Controradio

SIMONE BEZZINI ASSESSORE AL DIRITTO ALLA SALUTE

 

Foto Controradio

ALESSANDRA NARDINI, ASSESSORA ALL’ISTRUZIONE, UNIVERSITà, RICERCA, POLITICHE DI GENERE, IMPIEGO E FORMAZIONE, POLITICHE INTERNAZIONALI

 

Foto Controradio

LEONARDO MARRAS, ASSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, ATTIVITà PRODUTTIVE, TURISMO, POLITICHE DEL CREDITO

 

Foto Controradio

MONIA MONNI, ASSESSORA ALL’AMBIENTE, DIFESA DEL SUOLO, ECONOMIA CIRCOLARE

 

Stefano Baccelli
Foto Controradio

STEFANO BACCELLI, ASSESSORE ALLE INFRASTRUTTURE, TRASPORTI, GOVERNO DEL TERRITORIO

 

Foto Controradio

SERENA SPINELLI, ASSESSORA AL SOCIALE, ERP, COOPERAZIONE

 

Foto Controradio

STEFANO CIOFFO ASSESSORE ALLA SEMPLIFICAZIONE INFORMATICA, POLITICA DELLA SICUREZZA, IMMIGRAZIONE, AFFARI GENERALI

L'articolo Giunta Toscana riunita, il giorno delle deleghe e dei tavoli di lavoro (interviste ai neo assessori) proviene da www.controradio.it.

Pisa riparte attraverso la danza con i dieci anni di NavigArte

Pisa riparte attraverso la danza con i dieci anni di NavigArte

Il Festival internazionale di danza, che ogni anno porta a Pisa compagnie provenienti da tutto il mondo, si terrà dal 17 ottobre al 22 novembre al quartiere di Porta a Mare e al Teatro Nuovo.

“NavigArte. NavigAzioni fra danza, musica, arti visive alla Porta del Mar”, promosso da Movimentoinactor/Con.Cor.D.A, celebra i suoi 10 anni con un’edizione dedicata al tema della ripartenza.

La formula del festival – realizzato con il sostegno di Regione Toscana, Fondazione Pisa, Comune di Pisa, UniCoopFI-Sezione Soci Pisa e la collaborazione di Teatro Nuovo di Pisa, R.A.T. (Residenze Artistiche della Toscana) Corso di Laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione dell’Università di Pisa – terrà conto delle nuove disposizioni per il contenimento del virus.

“Pisa ha bisogno di ripartire e con questa edizione di NavigArte vogliamo offrire un servizio alla città e ai cittadini che, dopo un lungo periodo di lockdown, possono finalmente tornare a incontrarsi, a riflettere, attraverso l’arte sulle tematiche più attuali del momento come la sostenibilità ambientale, la dipendenza da internet, il rapporto tra virtuale e reale, sulle ferite che il Covid19 ha aperto nelle nostre vite e nelle nostre coscienze” ha dichiarato Flavia Bucciero direttrice artistica del festival – “Inoltre vogliamo che le famiglie tornino a divertirsi e a rimanere affascinate dalle storie e dalle favole danzate. Tutto questo nel massimo della sicurezza”.

“Una iniziativa particolarmente coraggiosa, perché organizzata in un momento come questo. Un evento che è riuscito a guardare avanti senza farsi scoraggiare da tutti problemi che stanno continuando a minare le nostre esistenze. La resilienza è quanto mai un elemento fondamentale per le nostre azioni quotidiane, specie in questo momento – ha dichiarato Pierpaolo Magnani, assessore alla cultura del Comune di Pisa – Questo decimo compleanno di “NavigArte” dovrà essere festeggiato con diverse limitazioni. Però il fatto di riuscire ad esserci ed aver organizzato un palinsesto così articolato, importante e attuale è degno di encomio. Ringrazio e apprezzo lo sforzo degli organizzatori e di chi si è impegnato per regalare questo evento alla nostra città. Un particolare ringraziamento per aver aderito a “Pisa Capitale della Cultura”. Un progetto che, al di là del risultato che otterremo, è importante perché riesce a mettere a sistema idee, potenzialità e capacità nell’obiettivo comune di portare alla crescita della città. Da sottolineare inoltre la scelta di sviluppare progetti innovativi che permettono di guardare il futuro attraverso le arti più antiche come la danza e la pittura”.

“NavigArte è una rassegna di grande qualità e importanza, inserita nell’esperienza delle Residenze Artistiche che, come Regione Toscana, consideriamo fondamentale e sosteniamo convintamente. A Pisa questa esperienza ha anche il valore di svilupparsi in uno dei quartieri periferici della città, Porta a Mare, e da lì stabilire sinergie importanti con altre realtà culturali e artistiche del territorio, proiettandosi a livello internazionale. Attraverso la potenza del linguaggio delle arti, dalla danza al teatro fino alla musica e alle arti visive, il Festival ha saputo anche puntare le luci su questioni sociali importantissime, confermando l’imprescindibile funzione che l’arte e la cultura hanno nella nostra società. Quest’anno si taglia il traguardo della decima edizione ed è un risultato di cui essere davvero orgogliosi, un risultato non scontato per la particolarità del periodo che stiamo vivendo – ha dichiarato Alessandra Nardini, consigliera Regione Toscana, Commissione Cultura-Ringrazio dunque chi ha lavorato per progettare e realizzare questa rassegna in sicurezza. Non possiamo infatti trascurare come questa edizione si collochi in un anno davvero critico per il comparto artistico-culturale e dello spettacolo, a causa delle conseguenze della pandemia e delle necessarie misure di contenimento adottate. Per questo voglio ribadirlo qui, pubblicamente: il settore, le lavoratrici e i lavoratori, hanno bisogno di un concreto sostegno su cui le istituzioni dovranno lavorare con ancora maggiore forza nei mesi che verranno, perché non possiamo permetterci di rassegnarci a vedere impoverito un tessuto di creatività e produzioni che rappresenta una riserva di ossigeno per le nostre menti, per la nostra coscienza collettiva e perfino per l’identità profonda delle nostre società”.

“La Fondazione Pisa sostiene il Festival NavigArte edizione 2020, una collaborazione nata nel 2011 con la prima edizione dell’iniziativa culturale che nel tempo ha consolidato la capacità di rivolgersi a un pubblico eterogeneo e valorizzato luoghi storici di Pisa nel quartiere di Porta a Mare come la zona dei Navicelli e la Corte Sanac, scelti per essere scenari dell’evento” ha dichiarato Avv. Donato Trenta, segretario generale della Fondazione Pisa.

“NavigArte ha due caratteristiche fondamentali per noi: è un fenomeno culturale nato e sviluppatosi nel territorio pisano ed è un fenomeno culturale ormai di rilevanza sovranazionale per l’eccellenza delle sue produzioni di danza. Tutto ciò rende necessario sostenere l’attività e offrirla con vantaggi di accesso ai nostri soci, nell’obiettivo per noi qualificante di offrire sempre il meglio dei prodotti locali – ha dichiarato Mariagiulia Burresi, UniCoopFi-Sezione Soci Pisa – Anche nel settore Cultura come in quello agroalimentare, Coop intende offrire il meglio anche a Km zero: Cultura a km zero! Cosa di più? In prospettiva per i prossimi anni, e proprio in armonia con quanto facciamo nell’agroalimentare in cui favoriamo produzioni di cui seguiamo tutte le fasi, saranno tuttavia sostenute soprattutto le attività anche culturali cui parteciperemo già nelle fasi di programmazione di contenuti e stagioni.”

I posti per gli spettacoli sono prenotabili all’e-mail navigarte.info@gmail.com.

Una dichiarazione di Flavia Bucciero, direttrice artistica del festival e che racconta NavigArte.

L'articolo Pisa riparte attraverso la danza con i dieci anni di NavigArte proviene da www.controradio.it.