“Riportare le RSA sotto il controllo pubblico”, campagna sanità Rifondazione Comunista Toscana

“Riportare le RSA sotto il controllo pubblico”, campagna sanità Rifondazione Comunista Toscana

L’obiettivo è quello di promuovere la ricostruzione del sistema sanitario regionale: a partire dalle RSA e poi continuare nei prossimi mesi promuovendo le assunzioni e la sanità territoriale

“Prima la salute – Prima la Vita.”  La campagna regionale di Rifondazione Comunista sulla sanità è stata lanciata oggi a livello regionale. Con l’obiettivo di un rafforzamento radicale del servizio sanitario pubblico, universalistico e capillare.

Il primo passo della campagna è focalizzato sulla riorganizzazione e ripubblicizzazione delle RSA. Poi, la richiesta di assunzioni, di una programmazione seria per la fase vaccinale e di una nuova governance territoriale e partecipata dalla cittadinanza.

A partire dall’introduzione di una tassa patrimoniale e più in generale tutti quegli strumenti che aumentino la progressività per diminuire le disuguaglianze.

Una campagna social e sul territorio secondo le modalità possibili: raccolte firme ecc, che parte con l’invio della lettera aperta sulle Residenze Sanitarie Assistite al presidente della Regione e agli assessori competenti e ai prefetti della Toscana, a cui ciascuna federazione provinciale del PRC chiederà un incontro urgente.

 

Sentiamo un estratto di Alessandro Favilli, segretario regionale Rifondazione Comunista

L'articolo “Riportare le RSA sotto il controllo pubblico”, campagna sanità Rifondazione Comunista Toscana proviene da www.controradio.it.