Festa della Toscana, Sassoli: primato straordinario stop pena morte

Festa della Toscana, Sassoli: primato straordinario stop pena morte

🔈Firenze, David Sassoli, presidente del Parlamento europeo è intervenuto con un videomessaggio al Consiglio regionale in occasione della seduta solenne per la Festa della Toscana.

“La festa della Toscana è una celebrazione che ci ricorda – ha detto il presidente David Sassoli – che nel 1786 il Granducato di Toscana fu il primo stato al mondo ad abolire formalmente la pena di morte e la pratica della tortura, un primato di straordinario significato non solo per l’Italia ma per l’intera civiltà giuridica europea. Nel celebrare l’identità e l’orgoglio di questa regione che affonda le sue radici nella libertà comunale, nei principi dell’umanesimo, siamo tutti chiamati a riflettere sui nostri valori comuni, sulla giustizia, sulla pace, sul diritto alla vita, sui diritti fondamentali della persona”.

“Rafforzare la sensibilità rispetto alla pena di morte – ha aggiunto – certo costituisce anche oggi nel nostro contesto contemporaneo un dovere morale, un impegno culturale irrinunciabile. Come sapete le istituzioni europee, in particolare il Parlamento europeo sono da sempre in prima linea perché non ci può essere Europa senza la dignità delle persone, il riconoscimento giuridico del suo valore. Rispetto a questo tema non possiamo restare indifferenti. Le esecuzioni capitali rappresentano un fallimento dello stato di diritto perché sono irrevocabili, e come spesso dimostrato possono essere anche inflitte ad innocenti”.

“Ma soprattutto – ha concluso Sassoli – è la storia che ci insegna che questa sanzione non costituisce un valido deterrente contro i crimini ma piuttosto finisce per svalutare il valore della vita che invece rappresenta la premessa per favorire i rapporti tra gli Stati e le relazioni sociali”.

“La nostra non è una rievocazione storica, si cala in un’iniziativa che è quanto mai attuale ha detto poi il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, durante la seduta solenne che celebra l’abolizione della pena di morte da parte del granduca Pietro Leopoldo nel 1786 – In un pianeta dove vivono 7 miliardi di persone 3,5 miliardi, la metà del nostro pianeta, vive con ordinamenti che hanno ancora la pena di morte: negli Stati Uniti, in India, in Cina, in Iran. Il nostro è un messaggio verso quella metà del mondo che ha ancora la pena di morte come massima sanzione del loro ordinamento penale. Non è una rievocazione storica, ma un messaggio quanto mai attuale”.

Giani ha poi ricordato la storia di “Gregory Summers morto nel braccio della morte che scrisse al presidente degli Stati Uniti a cui chiese di essere sepolto nel primo Paese che ha abolito la pena di morte e questo suo gesto portò il presidente degli Stati Uniti ad acconsentire al trasferimento della salma in quello che è il cimitero del nostro comune, Cascina, che ospita questa persona. Siamo diventati un riferimento nel mondo per questa scelta e questo impegno”. Giani ha concluso sottolineando che “il Consiglio regionale quest’anno vive una situazione di maggior difficoltà a far passare iniziative che danno questo messaggio. L’anno scorso furono 130 le iniziative, ma quest’anno non possono essere organizzate le iniziate in presenza, ma ringrazio l’ufficio di presidenza e Mazzeo perché si è dato il giusto riconoscimento a questo biglietto distintivo della Toscana nel mondo”.

Il servizio di Gimmy Tranquillo con le voci di Antonio Mazzeo, David Sassoli e Eugenio Giani:

L'articolo Festa della Toscana, Sassoli: primato straordinario stop pena morte proviene da www.controradio.it.

Covid, Mazzeo: in Asl Toscana centro quasi 100% tracciamento

Covid, Mazzeo: in Asl Toscana centro quasi 100% tracciamento

Antonio Mazzeo, il presidente del Consiglio regionale, dopo un sopralluogo alla centrale di tracciamento di Firenze, ha affermato che l’Asl Toscana ha quasi raggiunto la quota del 100% del tracciamento.

“Nell’Asl Toscana Centro si è quasi raggiunto il 100% di casi tracciati e si è smaltito tutto l’arretrato”.

Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo che, in occasione di una videoconferenza, ha spiegato di aver fatto un sopralluogo alla centrale di tracciamento di Firenze.

“Questi ragazzi e queste ragazze – ha detto riguardo ai ‘tracciatori’ – sono la Toscana di cui andare orgogliosi, che non si arrende e combatte questo terribile virus”.

L'articolo Covid, Mazzeo: in Asl Toscana centro quasi 100% tracciamento proviene da www.controradio.it.

Covid: Mazzeo, a Pisa hotel sanitario e punto tamponi drive

Covid: Mazzeo, a Pisa hotel sanitario e punto tamponi drive

A Pisa l’hotel Bonanno, vicino alla Torre, sarà trasformato in albergo sanitario con 84 camere a disposizione delle Usca che vi potranno assistere pazienti Covid.

Ad annunciare la nuova iniziativa per cercare di far fronte nel miglior modo possibile alla pandemia in corso, il presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo su Fb. Ma non è l’unica novità. Da martedì, sempre a Pisa, aprirà infatti un nuovo punto per i tamponi “drive in” (quelli cioè fatti direttamente in auto) nell’area Expo di Ospedaletto, un luogo in più per garantire maggiori controlli e sempre maggiore capacità di tracciamento.

L'articolo Covid: Mazzeo, a Pisa hotel sanitario e punto tamponi drive proviene da www.controradio.it.

Covid: Mazzeo, a Pisa hotel sanitario e punto tamponi drive

Covid: Mazzeo, a Pisa hotel sanitario e punto tamponi drive

A Pisa l’hotel Bonanno, vicino alla Torre, sarà trasformato in albergo sanitario con 84 camere a disposizione delle Usca che vi potranno assistere pazienti Covid.

Ad annunciare la nuova iniziativa per cercare di far fronte nel miglior modo possibile alla pandemia in corso, il presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo su Fb. Ma non è l’unica novità. Da martedì, sempre a Pisa, aprirà infatti un nuovo punto per i tamponi “drive in” (quelli cioè fatti direttamente in auto) nell’area Expo di Ospedaletto, un luogo in più per garantire maggiori controlli e sempre maggiore capacità di tracciamento.

L'articolo Covid: Mazzeo, a Pisa hotel sanitario e punto tamponi drive proviene da www.controradio.it.

Protesta del Movimento 5 Stelle: “Ci tengono fuori da commissione ambiente”

Protesta del Movimento 5 Stelle: “Ci tengono fuori da commissione ambiente”

Protesta del Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale della Toscana, sia contro il centrosinistra sia contro il centrodestra che, a loro dire, vogliono tenere il movimento fuori dalla commissione ambiente.

E’ quanto affermano in una nota la capogruppo del Movimento, Irene Galletti e la consigliera regionale Silvia Noferi nel giorno dell’insediamento delle commissioni consiliari.

“Vogliono tenere fuori dalla commissione ambiente l’unica voce in Consiglio che si oppone a discariche e inceneritori: il Movimento 5 Stelle. Ancora una volta centrosinistra e centrodestra in Toscana danno prova di essere due facce della stessa medaglia,  a causa delle loro manovre di palazzo saranno i toscani a rimetterci”. Sostengono le due esponenti.

Per l’elezione dei membri della commissione ambiente, questa mattina, non c’è stato un voto unanime.

“Avevamo chiesto di far parte della commissione ambiente io vi parteciperò senza diritto di voto, è questo il motivo per cui voterò contro”. Ha detto stamattina Noferi annunciando il suo voto contrario.

Galletti e Noferi ricordano di aver “sempre sostenuto che ci fosse un legame particolare fra Pd e Lega in Toscana e oggi ne abbiamo avuta un’altra prova. Il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo nella scelta dei membri della commissione ambiente, su tre membri riservati alle minoranze, due li ha riservati alla Lega e uno a Fratelli d’Italia. Il Movimento 5 Stelle – concludono – è stato caparbiamente escluso dai membri della commissione ambiente dal presidente del consiglio che dovrebbe tutelare i diritti di tutte le minoranze, non solo quelle di destra”.

L'articolo Protesta del Movimento 5 Stelle: “Ci tengono fuori da commissione ambiente” proviene da www.controradio.it.