Spaccio al parco delle Cascine, 10 in carcere

Spaccio al parco delle Cascine, 10 in carcere

Spaccio al parco delle Cascine, 10 in carcere in seguito ad una operazione dei Carabinieri.

Firenze, sono 10 le persone destinatarie di custodia cautelare in carcere e 16 quelle colpite da divieto di dimora nel comune di Firenze per il vasto giro di spaccio di droga nel Parco delle Cascine e vicino alla tramvia.

Le misure, disposte dal gip Agnese Di Girolamo su richiesta del Pm Gianni Tei, riguardano extracomunitari, e sono state eseguite nella notte con un blitz dei carabinieri.

I reati contestati, a vario titolo, sono produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, rissa, false attestazioni a pubblico ufficiale. Grazie a pedinamenti, appostamenti e acquisizione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, gli investigatori sono riusciti a documentare 278 cessioni di droga, da gennaio e maggio 2020, con punte fino a oltre 30 cessioni nel giro di un’ora.

L’attività di spaccio, che non si è fermata neppure durante il periodo del lockdown, avveniva lungo la linea 1 della tramvia e in particolare dentro il Parco delle Cascine, anche con la copertura della vegetazione.

I malviventi si erano spartiti il territorio e all’interno del parco e operavano in quattro sottozone, che controllavano per evitare interferenze da parte di forze dell’ordine o cittadini.

“Tra di loro – spiegano i carabinieri – gli indagati hanno manifestato una forte solidarietà, rifornendosi reciprocamente di droga e facendo a turno da collettori e passamano nella raccolta del denaro consegnati dai clienti e nel presidiare il territorio facendo da palo. I pusher rimanevano nel parco tutto il giorno, consumando pasti forniti a pagamento da un uomo e una donna”.

L'articolo Spaccio al parco delle Cascine, 10 in carcere proviene da www.controradio.it.

Uccide un gatto e lo cucina in strada, duro attacco della Ceccardi

Uccide un gatto e lo cucina in strada, duro attacco della Ceccardi

Livorno, un uomo ha ucciso un gatto e si è messo a cucinarlo accendendo un fuoco sul marciapiede vicino alla stazione di Campiglia.

Questo è quanto ricostruito dai carabinieri, intervenuti stamani dopo più segnalazioni, e che hanno poi identificato l’autore in un 21enne che sarà denunciato per uccisione di animali. Il giovane è stato poi accompagnato in caserma in attesa che venga chiarita la sua posizione sul territorio nazionale: al momento non risulterebbe regolare. I militari sono intervenuti stamattina poco prima delle 7 a seguito di numerose chiamate di cittadini.

Il giovane è stato poi denunciato, e ai controlli dei carabinieri di Piombino è anche emerso che il 21enne straniero è in attesa dell’esito del ricorso che ha presentato al tribunale di Firenze dopo che gli era stato negato lo status di rifugiato.

Nel frattempo, la carcassa abbrustolita dell’animale che l’uomo stava cucinando è stata rimossa dal marciapiede e l’area bonificata da una ditta specializzata.

Non si è fatta scappare questa occasione Susanna Ceccardi, europarlamentare della Lega e candidata per il cetrodestra alla presidenza della Toscana, per attacare duramente gli avversari politici: “Questa non è integrazione. Questo è il risultato del sistema toscano dell’accoglienza con cui la sinistra ed il Pd hanno creato un vero e proprio business lasciando sbarcare nel nostro paese migliaia di immigrati che non hanno nessun interesse di integrarsi seguendo le nostre più basilari regole civili. Senza mostrare alcuna sensibilità nei confronti dell’animale, l’immigrato ha continuato senza vergogna a bruciare il povero gattino sul fuoco – ha scritto sulla sua pagina Facebook la Ceccardi postando anche un video relativo all’accaduto. Ceccardi ha parlato di  – Episodio agghiacciante nella sua brutalità, ma purtroppo del tutto vero”.

“Alle persone che stamani hanno assistito a questa scena e che sono ancora scosse per l’accaduto voglio esprimere la mia solidarietà, per il coraggio che hanno avuto di intervenire e provare a mettere fine a questa brutalità anche se ormai per la bestiola innocente non c’era più nulla da fare. Mi complimento con i carabinieri”, che sono intervenuti.

“Adesso chiediamo una condanna esemplare perché nella nostra civiltà gli animali di affezione non si toccano e meritano la massima umanità ed il rispetto per tutto l’amore incondizionato che offrono senza chiedere niente in cambio”.

L'articolo Uccide un gatto e lo cucina in strada, duro attacco della Ceccardi proviene da www.controradio.it.

Respinto ricorso ex carabiniere accusato violenza studentesse americane

Respinto ricorso ex carabiniere accusato violenza studentesse americane

Roma, è stato respinto dalla Cassazione il ricorso della difesa di Daniele Costa – uno degli ex carabinieri accusati di aver violentato due studentesse americane a Firenze nel settembre 2017 – che chiedeva di ricusare il giudice Marco Bouchard.

Un altro ricorso era già stato respinto dalla corte d’appello di Firenze. Bouchard presiede il collegio davanti al quale è in corso il processo all’ex carabiniere scelto.

La richiesta di ricusazione era stata presentata dai difensori dell’ex militare, avvocati Daniele Fabrizi e Serena Gasperini, e riguardava in particolare l’incarico ricoperto in passato dal giudice Bouchard come presidente di Rete Dafne Italia, una onlus per l’assistenza alle vittime di reati, e i rapporti della stessa Rete Dafne col comune di Firenze, che è parte civile nel processo contro. Per gli ermellini dunque il processo può continuare con Bouchard a presiedere il collegio.

L'articolo Respinto ricorso ex carabiniere accusato violenza studentesse americane proviene da www.controradio.it.

Bimbo cade da bici e un ferro gli si conficca nell’inguine

Bimbo cade da bici e un ferro gli si conficca nell’inguine

Pistoia, un bimbo di dieci anni è rimasto ferito gravemente cadendo dalla bici a Quarrata intorno alle 10:30. Era insieme al padre, che era su un altro mezzo, e avrebbe perso il controllo della bici, finendo in un fosso.

A quel punto un ferro gli si è infilato all’altezza dell’inguine. Il bimbo è stato quindi trasportato con l’elisoccorso all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze per un intervento urgente.

Le sue condizioni sono gravi, ma non sarebbe in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, il personale del 118 e l’elicottero Pegaso della Regione Toscana.

L'articolo Bimbo cade da bici e un ferro gli si conficca nell’inguine proviene da www.controradio.it.

Escursionista trovato morto sulle Apuane

Escursionista trovato morto sulle Apuane

Massa, il corpo senza vita di un escursionista, originario di Parma, è stato ritrovato nella tarda serata di ieri dal Soccorso alpino e speleologico toscano (Sast), sul monte Tambura dopo che il nipote non vedendolo rientrare aveva dato l’allarme ai carabinieri.

L’ escursionista era partito il giorno precedente da Resceto (Massa Carrara) per effettuare un percorso ad anello che prevede la salita della via Vandelli, la cima del monte Tambura, la discesa verso il passo della Focolaccia e il rientro tramite via di lizza ‘Silvia’ sempre a Resceto.

Il cadavere è stato ritrovato sotto la pioggia battente dai tecnici della squadra Sast di Massa sulla via di rientro, su un terreno impervio in un canale sotto Piastra Marina.

L'articolo Escursionista trovato morto sulle Apuane proviene da www.controradio.it.