Inchiesta Helios: indagati vertici Avr, Comune Firenze ‘valuteremo relazione su azienda’ 

Inchiesta Helios:  indagati vertici Avr, Comune Firenze ‘valuteremo relazione su azienda’ 

Inquieta e preoccupa a Firenze per le sue ripercussioni sugli appalti stradali milionari, l’inchiesta “Helios” della Dda di Reggio Calabria che ha portato a disporre l’amministrazione giudiziaria per la società  Avr, l’azienda che controlla il servizio Global Service e che gestisce la manutenzione e la segnaletica delle strade di Firenze e la FiPiLi. Se scatta l’interdittiva antimafia possibile il cambio di gestore già richiesto dalle forze di opposizione in Palazzo Vecchio.

 

Sono 13 gli indagati per concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione, per aver secondo le accuse esercitato pressioni e scambi di voti per ottenere posti di lavoro. Si tratta dell’amministratore delegato, di due responsabili e di due dipendenti dell’AVR, otto amministratori del Comune di Reggio Calabria, del Consiglio comunale, della Città Metropolitana, del Comune di Taurianova, del Consiglio Regionale ed ex Provinciale. I carabinieri  a conclusione di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria Direzione Distrettuale Antimafia, hanno notificato loro l’avviso di conclusione delle indagini e dato esecuzione ad un decreto che dispone l’amministrazione giudiziaria per: AVR Spa ed ASE – Autostrade service – servizi al territorio Spa entrambe con sede legale a Roma.

Dalle indagini confluite nell’operazione sarebbero stati accertati stabili rapporti dell’AVR con imprenditori collegati alla ‘ndrangheta reggina e con amministratori pubblici in un contesto di relazioni di scambio reciproco finalizzate ad assicurare a tutti i protagonisti varie utilità.

Le fonti di prova acquisite e valutate dal Tribunale provengono dagli esiti di plurime attività di intercettazione e dai riscontri acquisiti alle dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia in continuità con quanto è stato accertato in precedenti inchieste.

Avr  è  protagonista di due appalti milionari in terra toscana che potrebbero subire dalla vicenda giudiziaria contestata in Calabria, ripercussioni e cambi in corsa: la manutenzione triennale e rinnovabile di oltre mille km di strade fiorentine e il contratto di global service per la strada di grande comunicazione Firenze Pisa Livorno.

Per Federico Bussolin, capogruppo della Lega a Palazzo Vecchio, “è necessario che si avvii subito la procedura di revoca dell’appalto”. “Mi domando adesso – ha sottolineato Alessandro Draghi di Fratelli d’Italia – se il Comune revocherà il costoso appalto per riportare il servizio all’interno della gestione diretta del Comune”. “Il sistema degli appalti in Italia – affermano  i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Palagi e  Bundu – è una vergogna, che garantisce cattivi servizi sulle spalle dei diritti e dei salari di chi lavora”.

Il Comune di Firenze e la Città metropolitana fanno sapere che “come appreso direttamente dai vertici Avr – afferma Palazzo Vecchio – oggi sarà inviata una relazione informativa sulla situazione a tutte le stazioni appaltanti che a livello nazionale hanno contratti aperti con la società.

“Dopo attento esame della documentazione”,  le amministrazioni fiorentine si riserveranno “decisioni in merito”.

L'articolo Inchiesta Helios: indagati vertici Avr, Comune Firenze ‘valuteremo relazione su azienda’  proviene da www.controradio.it.