32° Tignano Festival per l’Ambiente e Incontro tra i Popoli a Barberino Tavernelle

32° Tignano Festival per l’Ambiente e Incontro tra i Popoli a Barberino Tavernelle

Al Castello di Tignano, nel comune di Barberino Tavernelle, si terrà la 32° edizione del Tignano Festival per l’Ambiente e l’Incontro tra i Popoli. Patrocinata da Regione Toscana e Città Metropolitana, mette quest’anno con forza l’accento su alcuni grandi temi di salvaguardia ambientale e sul cambiamento interiore che ognuno di noi può affrontare per favorire la pace, in tutte le sue declinazioni. Dal 3 Dal 3 al 20 luglio otto appuntamenti tra musica, cinema, teatro e incontri culturali. Premi al regista Thomas Torelli e allo scienziato Stefano Mancuso.

La kermesse vede tra gli altri la partecipazione di ISDE – Medici per l’Ambiente, Federbio, Zero Waste Italy, Centro Rifiuti Zero di Capannori, Cambia la Terra, Un Altro Mondo, Biodistretto del Montalbano e LINV – International Laboratory of Plant Neurobiology.

Inaugurazione il 3 luglio ore 21:30 con un concerto lirico in favore dell’associazione S.C.I.E. – Sul Cammino in Evoluzione aps, a favore di iniziative di aiuto psicologico per i malati oncologici nell’azienda USL Toscana Centro. La soprano Sofia Folli e il baritono Alessandro Martinello saranno accompagnati al pianoforte da Alice Manuguerra. Ingresso € 10,00.

Venerdì 5 luglio ore 21:30 il Premio Incontro tra i Popoli a Thomas Torelli, regista, autore e produttore indipendente, per il film documentario “Choose Love”. L’Amore in ogni gesto quotidiano come strategia di cambiamento ed evoluzione; il valore del perdono, i suoi benefici per la salute fisica, mentale e spirituale. Interviste di Anna Polin. Ingresso € 5,00

Domenica 7 luglio ore 21:30 l’incontro “Rifiuti Zero” con Rossano Ercolini, Goldman Environmental Prize (Nobel alternativo per l’Ambiente) nel 2013, presidente di Zero Waste Europe e Zero Waste Italy. Interventi a cura di Laura Lo Presti del Centro Rifiuti Zero di Capannori. Ingresso libero.

Il Pubblico del Tignano Festival 2018

Mercoledì 10 luglio ore 21:30 sarà la volta di “Canzoni per Madre Terra” con Federico Sirianni, cantautore, autore, storyteller, uno dei più quotati esponenti della canzone d’autore italiana, erede della storica generazione della “scuola genovese”. Insieme a lui Liana Marino, cantante, chitarrista, autrice e interprete raffinata. Ingresso libero.

Teatro e musica giovedì 11 luglio ore 21:30 con “L’Uomo che piantava gli alberi” dal racconto di Jean Jono. Narratore Andrea Bruni, ambientazione sonora a cura di Gigi Biolcati e Alessandro Luchi. Introduzione allo spettacolo di Dario Boldrini. Ingresso € 5,00.

Patrizia Gentilini, oncologa di 67 anni che investiga gli effetti dei pesticidi sulla salute umana. Pistoia, Toscana, Italia, luglio 2016.

Domenica 14 luglio ore 21:30 l’incontro “Pesticidi e salute” con gli esperti Patrizia Gentilini, Giunta nazionale ISDE Medici per l’Ambiente, Maria Grazia Mammuccini, vice presidente di Federbio, Edoardo Prestanti, sindaco del Comune di Carmignano (libero da pesticidi) e rappresentante del Biodistretto del Montalbano, Stefano Santarelli, direttore di Gal Start. Ingresso libero.

Giovedì 18 luglio ore 21:30 il Premio per l’Ambiente a Stefano Mancuso, biologo e curatore de La Nazione delle Piante. Neurobiologo vegetale e appassionato divulgatore, è stato inserito dal «New Yorker» nella classifica dei “world changers” ed è una tra le massime autorità mondiali impegnate a studiare e divulgare una nuova verità sulle piante. Ingresso libero.

Chiusura del festival sabato 20 luglio ore 21:30 con “Le Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi interpretate dall’Orchestra da Camera Fiorentina. Ingresso € 5,00.

Informazioni: 338 86.80.595, www.tignano.it

L'articolo 32° Tignano Festival per l’Ambiente e Incontro tra i Popoli a Barberino Tavernelle proviene da www.controradio.it.

25 aprile, Chianti fiorentino: camminate della memoria e della Resistenza

25 aprile, Chianti fiorentino: camminate della memoria e della Resistenza

Il Chianti ricorda e festeggia il settantaquattresimo anniversario della Liberazione attraverso una giornata ricca di celebrazioni e di eventi che farà tappa in ogni borgo e frazione dei Comuni di Barberino Tavarnelle e San Casciano con la partecipazione di cittadini, studenti, associazioni e formazioni musicali.

L’iniziativa del 25 aprile nel Chianti sarà un viaggio collettivo e itinerante attraverso i percorsi e le testimonianze condivise della memoria, presso i monumenti ai caduti e nei luoghi in cui si sono consumati alcuni degli episodi più efferati del secondo conflitto mondiale, come gli eccidi di Pratale e Fabbrica, a causa dei quali hanno perso la vita, per mano nazifascista, decine di civili come vittime del passaggio del fronte.

La comunita sancascianese, al fianco delle istituzioni, celebrerà la ricorrenza accompagnata dal Corpo musicale Oreste Carlini. La giornata del 25 aprile si apre davanti al palazzo comunale alle ore 9:45 con la deposizione della corona alla lapide in ricordo dei cittadini trucidati dalle truppe tedesche. Da via Machiavelli prenderà il via il corteo per le vie cittadine diretto alle pietre di inciampo in via Roma e al monumento ai caduti in piazza della Repubblica. È qui che si terrà il saluto del sindaco e del direttore dell’Istituto storico della Resistenza in Toscana Matteo Mazzoni. Alcune delegazioni partiranno poi per rievocare il 25 aprile nei diversi luoghi che si legano storicamente alla Liberazione come piazzale Dante Tacci, il Cimitero americano, il Tondo delle Corti, Calcinaia e Valigondoli, Cerbaia, Montefiridolfi e Fabbrica. Contemporaneamente da Mercatale un altro gruppo di cittadini e rappresentanti delle istituzioni partiranno alle ore 9 dalla Casa del Popolo per aderire alla camminata della memoria attraverso luoghi e i boschi segnati dal passaggio del fronte in ricordo di Camillo Sieni, ucciso dai tedeschi in località Perseto. Seguirà alle ore 13 un pranzo nel bosco. Le associazioni presenti saranno Cgil Spi, Auser, Anteas, Acli, Anpi, Oreste Carlini, Progetto Irene, Arci, Fnpi Cisl, Casa del Popolo di Mercatale, Associazione Arcobaleno, Istituto comprensivo di San Casciano Val di Pesa Il Principe.

Anche il Comune di Barberino Tavarnelle organizza dalle ore 9 un percorso di cerimonie per la deposizione delle corone al monumento ai caduti a Vico d’Elsa, presso il Largo Dei Caduti nei lager a Tavarnelle, a San Donato in Poggio, a Sambuca Val di Pesa, in piazza Mazzini a Barberino, in piazza Matteotti a Tavarnelle a Marcialla. L’iniziativa sarà accompagnata dalla Filarmonica Giuseppe Verdi di Marcialla e prevede la partecipazione degli studenti dell’Istituto comprensivo Don Milani e nel pomeriggio dalle ore 16 il tema della Resistenza sarà ripercorso attraverso le letture a cura di tanti cittadini impegnati nella passeggiata “Barberino Tavarnelle in Cammino” lungo il percorso pedonale tra Barberino e Tavarnelle.  L’evento è organizzato dal circolo Arci La Rampa, Auser Barberino Tavarnelle, Anpi sezione soci Coop Barberino Tavarnelle.

A Greve i temi della Liberazione saranno ripercorsi attraverso la presentazione di un volume negli spazi della biblioteca comunale di Greve in Chianti, in programma domani alle ore 21. Nell’ambito del ciclo di eventi in biblioteca il Comune ha organizzato un incontro con Matteo Barucci, autore del libro “Sulla strada per Firenze la Brigata Senigaglia e la strada di Pian d’albero 20 giugno 1944” (edizione Pacini). L’iniziativa sarà introdotta dallo storico Francesco Fusi. Sarà presente l’assessore alla Cultura. Un’altra camminata della memoria è quella proposta per venerdì 26 aprile alle ore 8.30 (con punto di ritrovo presso Fonte al Lamo – Poggio alla Croce) lungo il sentiero della memoria Monte Scalari – Pian d’Albero. L’iniziativa è organizzata dai Comuni di Greve e Figline Incisa in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e invita i cittadini a partecipare alla camminata attraverso i luoghi della Brigata Senigaglia e dello sfondamento alleato del fronte tedesco, tra i segni delle trincee.

L'articolo 25 aprile, Chianti fiorentino: camminate della memoria e della Resistenza proviene da www.controradio.it.

Maltempo: nevica a Firenze e nell’aretino

Maltempo: nevica a Firenze e nell’aretino

Sta nevicando anche a Firenze stamani e sulle colline intorno alla città. Fiocchi anche a bassa quota questa mattina a Empoli (Firenze) e nei comuni limitrofi.

Nell’empolese, al momento, la situazione risulta sotto controllo e non si segnalano criticità, con le scuole che sono aperte.
Neve, fino alle nove circa, anche a Greve in Chianti, Barberino Tavernelle e San Casciano. A Greve il Comune ha disposto per oggi la chiusura di tutte le scuole.
Imbiancati leggermente anche i tetti e i campi di Arezzo dove la neve ha continuato a cadere nelle prime ore del mattino seppur mista a tratti ad acqua.
Nessun disagio per la circolazione. Neve sui passi tutti transitabili con catene mentre tre comuni del Valdarno hanno chiuso le scuole, si tratta di Pergine Laterina, Cavriglia e Castelfranco Pian di Sco dove la neve è caduta copiosa.
In seguito all’abbassamento delle temperature dovuto alle precipitazioni anche a carattere nevoso di ieri, Angelo Bassi, consigliere delegato alla Protezione civile della Città metropolitana di Firenze raccomanda “massima cautela alla guida sulle strade del territorio della città metropolitana dove si registrano diffuse ed estese formazioni di ghiaccio”. Personale della Protezione civile e della viabilità metropolitane sono al lavoro dalle cinque sulle strade di competenza.
Codice ghiaccio giallo fino alle 23.59 di questa sera.

L'articolo Maltempo: nevica a Firenze e nell’aretino proviene da www.controradio.it.