🎧 Don Milani: oggi la 20esima Marcia di Barbiana

🎧 Don Milani: oggi la 20esima Marcia di Barbiana

Don Milani, Marcia di Barbiana: “I care oggi è essere con i sanitari, i lavoratori Gkn, i profughi afgani”. Così il sindaco di Vicchio, Filippo Carlà Campa, ha affermato per definire la XX edizione della Marcia a Barbiana, che si è tenuta oggi per ricordare don Lorenzo Milani e riaffermare i principi e valori della ‘Scuola di Barbiana’.  Dalla Marcia a Barbiana di oggi parte ufficialmente il cammino che porterà, domenica 10 ottobre, alla Marcia PerugiAssisi. Presente  alla Marcia, tra gli altri, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

Durante la marcia di Barbiana, promossa quest’oggi, il consigliere della Città Metropolitana di Firenze Nicola Armentano, ha ricordato nel suo intervento “la figura di un prete che amava i suoi ragazzi, ai quali si dedicava con tenacia e combatteva per donare loro dignità e un futuro di libertà; che faceva dell’istruzione la sua forza per dare loro gli strumenti che consentono di superare le disuguaglianze”. Intervenuta anche Antonella Palmisano, che “prima di diventare campionessa olimpica, è cresciuta accanto ad un allenatore fortemente ispirato da Don Milani, tale da dedicargli  il nome della società sportiva a Mottola, dove tanti ragazzi sono stati avviati allo sport perché fosse per loro un motore di valori e anche di aggregazione e inclusione. Per crescere e costruire prima persone e poi semmai campioni”.
Spesse volte  “lo sport viene percepito come un ostacolo all’istruzione scolastica  come se sport e cultura fossero in contrapposizione tra loro. Proprio per far sì che lo sport diventi uno strumento che fa crescere culturalmente dobbiamo impegnarci per una sua introduzione nella nostra carta dello sport come  diritto per fortificare le nostre comunità.
Lo sport correttamente inteso “può allontanare i ragazzi dalla strada, li può tenere dentro il recinto della legalità .
Gli esempi di “maestri ” di sport che con il loro impegno accolgono e educano con la cultura dello sport tanti giovani come accade a Scampia o allo Zen di Palermo o  nelle periferie di Milano o Torino ne sono la testimonianza “.
Essere oggi a Vicchio, in nome di don Lorenzo Milani, con una campionessa olimpica e “a parlare di sport, potrebbe sembrare una provocazione, una mancanza persino di rispetto per don Milani. Sappiamo bene quanto fosse in lui radicata e radicale l’idea che solo la scuola, una scuola severa, avrebbe permesso ai suoi ragazzi di percorrere la strada lunga ed impegnativa per inserirsi nella vita sociale, politica ed economica, dalla quale erano stati messi ai margini”.
Ma “credo che oggi con le giuste persone in qualunque luogo si possono raggiungere gli obiettivi  perseguiti  da Don Milani con altri metodi anche con quelle azioni che lui definiva ‘ricreazioni buone per la salute fisica’ e ‘ricreazioni buone perché istruttive'”.

L'articolo 🎧 Don Milani: oggi la 20esima Marcia di Barbiana da www.controradio.it.

Domenica Toscana solidale marcia nel nome di Don Milani

Domenica Toscana solidale marcia nel nome di Don Milani

Firenze, la Toscana solidale, democratica e antifascista si rimette in cammino e marcia per i pochi chilometri che portano dal monumento ai martiri di Padulivo a Vicchio, fino alla chiesa di Sant’Andrea a Barbiana.

Ogni passo della marcia vuole allungare la distanza da chi soffia sul fuoco dell’odio, fomenta il razzismo, alimenta le diseguaglianze e tenta di ricacciare deboli e diseredati nel buio dell’ignoranza da cui il prete di Barbiana cercò, per tutta la vita, di strapparli.

Pochi chilometri, giusto un simbolo, ma la marcia non si fermerà alla canonica. Barbiana vuol essere un nuovo punto di partenza per riscoprire, sulla scorta degli insegnamenti di Don Lorenzo Milani, un patrimonio civile sul quale la nostra democrazia fonda la sua esistenza.

A questo si appellano il presidente della Regione Enrico Rossi e il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa nella lettera che ha dato il via alla manifestazione.

“Domenica – si legge nell’appello – saremo a Barbiana per rinsaldare gli ideali di pace, libertà e uguaglianza che sono al centro del pensiero e delle azioni di don Lorenzo Milani. In cammino per testimoniare la nostra vicinanza a quella straordinaria esperienza. Nel percorso incontreremo il “Sentiero della Costituzione” un libro di strada sulla nostra Carta, nel solco dell’articolo 3, a difesa degli ultimi e dei più deboli. Per l’emancipazione e il riscatto sociale. Perché le idee di don Milani sono ancora una guida per la nostra democrazia e il nostro agire”.

A sottolineare questi valori è anche la Fondazione Don Lorenzo Milani. “Barbiana non può essere usata e strumentalizzata da nessuno. Barbiana è un luogo di silenzio, di preghiera e di pensiero. È luogo di sobrietà, intelligenza critica e planetaria, volta al riconoscimento della dignità ed eguaglianza di ogni uomo. Come Fondazione Don Lorenzo Milani difenderemo sempre Barbiana, l’opera, il pensiero e l’esempio di don Milani da qualsiasi speculazione. Percorriamo insieme il Sentiero della Costituzione e poi quello della Resistenza con il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e i sindaci del Mugello, non solo domani ma ogni giorno, soprattutto con le scuole e i giovani”.

Il Sentiero della Costituzione, che si incrocerà nella salita alla canonica, è un percorso voluto nel 2011 da Michele Gesualdi come cammino ideale della nostra democrazia contro fascismo, razzismo e antisemitismo.

La marcia, aperta a tutti, partirà domenica 10 novembre.  Il concentramento è alle 14. al monumento ai caduti di Padulivo (Vicchio). La partenza è alle 14.30.

Alla manifestazione hanno già aderito Phil Moschetti, sindaco di Palazzuolo sul Senio, Paolo Omoboni, sindaco di Borgo San Lorenzo, Federico Ignesti, sindaco di Scarperia, Tommaso Triberti, sindaco di Marradi, Stefano Passiatore, sindaco di Dicomano, Giampiero Mongatti, sindaco di Barberino di Mugello, le organizzazioni sindacali Cgil e Flc-Cgil, nazionali e locali.

L'articolo Domenica Toscana solidale marcia nel nome di Don Milani proviene da www.controradio.it.

Domenica Toscana solidale marcia nel nome di Don Milani

Domenica Toscana solidale marcia nel nome di Don Milani

Firenze, la Toscana solidale, democratica e antifascista si rimette in cammino e marcia per i pochi chilometri che portano dal monumento ai martiri di Padulivo a Vicchio, fino alla chiesa di Sant’Andrea a Barbiana.

Ogni passo della marcia vuole allungare la distanza da chi soffia sul fuoco dell’odio, fomenta il razzismo, alimenta le diseguaglianze e tenta di ricacciare deboli e diseredati nel buio dell’ignoranza da cui il prete di Barbiana cercò, per tutta la vita, di strapparli.

Pochi chilometri, giusto un simbolo, ma la marcia non si fermerà alla canonica. Barbiana vuol essere un nuovo punto di partenza per riscoprire, sulla scorta degli insegnamenti di Don Lorenzo Milani, un patrimonio civile sul quale la nostra democrazia fonda la sua esistenza.

A questo si appellano il presidente della Regione Enrico Rossi e il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa nella lettera che ha dato il via alla manifestazione.

“Domenica – si legge nell’appello – saremo a Barbiana per rinsaldare gli ideali di pace, libertà e uguaglianza che sono al centro del pensiero e delle azioni di don Lorenzo Milani. In cammino per testimoniare la nostra vicinanza a quella straordinaria esperienza. Nel percorso incontreremo il “Sentiero della Costituzione” un libro di strada sulla nostra Carta, nel solco dell’articolo 3, a difesa degli ultimi e dei più deboli. Per l’emancipazione e il riscatto sociale. Perché le idee di don Milani sono ancora una guida per la nostra democrazia e il nostro agire”.

A sottolineare questi valori è anche la Fondazione Don Lorenzo Milani. “Barbiana non può essere usata e strumentalizzata da nessuno. Barbiana è un luogo di silenzio, di preghiera e di pensiero. È luogo di sobrietà, intelligenza critica e planetaria, volta al riconoscimento della dignità ed eguaglianza di ogni uomo. Come Fondazione Don Lorenzo Milani difenderemo sempre Barbiana, l’opera, il pensiero e l’esempio di don Milani da qualsiasi speculazione. Percorriamo insieme il Sentiero della Costituzione e poi quello della Resistenza con il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e i sindaci del Mugello, non solo domani ma ogni giorno, soprattutto con le scuole e i giovani”.

Il Sentiero della Costituzione, che si incrocerà nella salita alla canonica, è un percorso voluto nel 2011 da Michele Gesualdi come cammino ideale della nostra democrazia contro fascismo, razzismo e antisemitismo.

La marcia, aperta a tutti, partirà domenica 10 novembre.  Il concentramento è alle 14. al monumento ai caduti di Padulivo (Vicchio). La partenza è alle 14.30.

Alla manifestazione hanno già aderito Phil Moschetti, sindaco di Palazzuolo sul Senio, Paolo Omoboni, sindaco di Borgo San Lorenzo, Federico Ignesti, sindaco di Scarperia, Tommaso Triberti, sindaco di Marradi, Stefano Passiatore, sindaco di Dicomano, Giampiero Mongatti, sindaco di Barberino di Mugello, le organizzazioni sindacali Cgil e Flc-Cgil, nazionali e locali.

L'articolo Domenica Toscana solidale marcia nel nome di Don Milani proviene da www.controradio.it.