Bekaert: approvata mozione a sostegno coop lavoratori

Bekaert: approvata mozione a sostegno coop lavoratori

Approvato l’atto presentato da Sì – Toscana a Sinistra. La Giunta deve approntare iniziative e strumenti “anche di tipo finanziario” per consentire alla cooperativa di lavoratori “Steel Coop Valdarno” di acquisire lo stabilimento

Via libera alla mozione presentata da Sì – Toscana a Sinistra che impegna la Giunta ad approntare ogni strumento utile, “anche di tipo finanziario”, per consentire alla cooperativa di lavoratori “Steel Coop Valdarno” di acquisire lo stabilimento Bekaert di Figline Valdarno, “in modo da scongiurarne la chiusura” attraverso l’avvio del piano industriale presentato al Ministero dello sviluppo economico.
L’atto, firmato da Tommaso Fattori e Paolo Sarti e approvato dall’aula, ricorda la mozione già approvata dal Consiglio regionale nel 2018, con la quale s’impegnava la Giunta regionale a “favorire strutturalmente lo sviluppo delle iniziative di trasformazione delle imprese in crisi in cooperative di lavoro, “prevedendo la possibile implementazione delle risorse finanziarie già stanziate” e favorendo l’utilizzazione degli strumenti finanziari previsti “a sostegno delle cooperative di lavoratori, anche attraverso Fidi Toscana”.

Nel 2019, ricorda la mozione di Sì, è stata disposta la cassa integrazione straordinaria per i 196 lavoratori rimasti nello stabilimento, prorogata poi il 23 dicembre scorso per ulteriori 6 mesi e quindi con scadenza prevista nel giugno 2020.

Il Piano industriale proposto dalla Cooperativa “Steel Coop Valdarno”, portato anche al Ministero dello sviluppo economico – si legge infine – ha l’obiettivo di continuare la produzione di steelcord ( una cordicella metallica), la principale attività dello stabilimento di Figline Valdarno “che in questo rappresenta un’avanguardia mondiale, anche grazie alla tradizionale attività di ricerca e sviluppo”. La produzione di steelcord prevista sarebbe, a regime, nella quantità di circa 12mila tonnellate/anno, con una previsione di ricavi di 2,5 milioni di euro all’anno.

L'articolo Bekaert: approvata mozione a sostegno coop lavoratori proviene da www.controradio.it.

Bekaert: Cassa Integrazione prorogata per 6 mesi

Bekaert: Cassa Integrazione prorogata per 6 mesi

L’azienda si è resa disponibile a richiedere la proroga della Cig  “al fine di proseguire le azioni e gli interventi in corso volti alla possibile reindustrializzazione del sito e al massimo riassorbimento occupazionale dei 196  lavoratori Bekaert”

Nuovo accordo alla Bekaert di Figline Valdarno (Firenze), dopo quello siglato il 2 ottobre 2018 al ministero dello Sviluppo economico(Mise), per la proroga della cassa integrazione. L’intesa è stata siglata oggi a Firenze dai rappresentanti della multinazionale e i sindacati al tavolo dell’Agenzia regionale toscana per l’impiego (Arti), come previsto in occasione dell’incontro al Mise del 16 dicembre.
L’azienda, si legge in una nota, si è resa disponibile a richiedere la proroga della Cig con decorrenza dall’1 gennaio 2020 “al fine di proseguire le azioni e gli interventi in corso volti alla possibile reindustrializzazione del sito e al massimo riassorbimento occupazionale dei lavoratori Bekaert, ad oggi complessivamente 196 quelli ancora in Cigs”. Bekaert, si legge ancora, “garantisce inoltre misure di incentivazione per coloro che sceglieranno l’esodo volontario”.

Alla reindustrializzazione si candida anche la cooperativa fondata da nove ex lavoratori Bekaert che il 13 dicembre scorso  si sono riuniti davanti al notaio per firmare l’atto costitutivo della cooperativa ‘Steel Coop Valdarno’, che ha l’obiettivo di continuare la produzione di steel cord nello stabilimento dismesso dalla multinazionale belga con una quantità a regime di circa 12.000 tonnellate/anno e una previsione di ricavi di 2,5 milioni di euro all’anno.

Il cda della cooperativa, che è stata costituita in forma di spa, sarà formato da tre membri e il presidente sarà Daniele Righi. Secondo la prima bozza di piano industriale presentata a fine ottobre al Mise, la cooperativa potrà contare a regime su un patrimonio di 4 milioni di euro, provenienti in parte dall’anticipo della Naspi dei lavoratori, e in parte dalle strutture finanziarie del sistema cooperativo. Per accrescere la forza finanziaria della coop, è stato prospettato il ricorso a fondi regionali e fondi strutturali per la reindustrializzazione.

“In questi mesi – afferma Olmo Gazzarri di Legacoop Toscana – abbiamo portato avanti il mandato che ci è stato dato dal Comitato promotore, cercando di valutare al meglio la sostenibilità del progetto. Questa prima fase giunge a compimento con l’atto di questa mattina, i lavoratori hanno dimostrato la loro volontà con i fatti, impegnandosi in prima persona a diventare imprenditori. Noi continueremo a sostenerli per quanto nelle nostre possibilità, sia supportandoli negli aspetti normativi e mutualistici legati alla cooperativa, sia impegnandoci a coinvolgere quando sarà il momento gli strumenti finanziari della cooperazione”.

L'articolo Bekaert: Cassa Integrazione prorogata per 6 mesi proviene da www.controradio.it.

Bekaert: la ‘scommessa’ cooperativa dei lavoratori

Bekaert:  la ‘scommessa’ cooperativa dei lavoratori

Nove ex lavoratori Bekaert di Figline Valdarno, e membri del comitato promotore che si è costituito nel maggio scorso per portare avanti il progetto della cooperativa, si sono riuniti davanti al notaio per firmare l’atto costitutivo della cooperativa ‘Steel Coop Valdarno’. INTERVISTA CON DANIELE RIGHI E FILIPPO PESCI

La coop fondata dai lavoratori Bekaert  ha l’obiettivo di continuare la produzione di steel cord nello stabilimento dismesso dalla multinazionale belga con una quantità a regime di circa 12.000 tonnellate/anno e una previsione di ricavi di 2,5 milioni di euro all’anno.
La cooperativa invierà il piano industriale, redatto da Gianni Tarozzi, consulente incaricato da Legacoop Toscana, all’advisor Sernet incaricato per la reindustrializzazione dello stabilimento. Il 16 dicembre lo presenterà al ministero per lo Sviluppo economico.

Il cda della cooperativa, che è stata costituita in forma di spa, sarà formato da tre membri e il presidente sarà Daniele Righi. Secondo la prima bozza di piano industriale presentata a fine ottobre al Mise, la cooperativa potrà contare a regime su un patrimonio di 4 milioni di euro, provenienti in parte dall’anticipo della Naspi dei lavoratori, e in parte dalle strutture finanziarie del sistema cooperativo. Per accrescere la forza finanziaria della coop, è stato prospettato il ricorso a fondi regionali e fondi strutturali per la reindustrializzazione.
“In questi mesi – afferma Olmo Gazzarri di Legacoop Toscana – abbiamo portato avanti il mandato che ci è stato dato dal Comitato promotore, cercando di valutare al meglio la sostenibilità del progetto. Questa prima fase giunge a compimento con l’atto di questa mattina, i lavoratori hanno dimostrato la loro volontà con i fatti, impegnandosi in prima persona a diventare imprenditori. Noi continueremo a sostenerli per quanto nelle nostre possibilità, sia supportandoli negli aspetti normativi e mutualistici legati alla cooperativa, sia impegnandoci a coinvolgere quando sarà il momento gli strumenti finanziari della cooperazione”.

L'articolo Bekaert: la ‘scommessa’ cooperativa dei lavoratori proviene da www.controradio.it.

Bekaert: c’è emendamento per proroga della Cassa integrazione

Bekaert: c’è emendamento per proroga della Cassa integrazione

L’emendamento è stato presentato dal gruppo del PD e deve essere approvato nella legge di Bilancio. INTERVISTA CON DANIELE CALOSI, segretario FIOM CGIL Firenze

“In attesa dell’ufficialità, mi è stato appena comunicato che nella legge di stabilità 2020 è prevista la proroga della CIGS per i lavoratori delle aziende come Bekaert” scrive Calosi su FB “Se ciò fosse confermato è l’ennesima dimostrazione che la determinazione dei lavoratori, del sindacato delle Istituzioni e dei parlamentari, è vincente.
Perché chi non lotta ha già perso. La Bekaert è “La fabbrica che non volle chiudere”.
Adesso ci aspetta l’incontro al Ministero il prossimo 16 dicembre, porteremo con noi a quel tavolo la determinazione di sempre, chiedendo all’azienda che, qualora, fosse disponibile lo strumento della proroga CIGS deve utilizzarla per consentirci di fare una trattativa che salvaguardi tutti i 210 lavoratori.
Non molliamo!”

L'articolo Bekaert: c’è emendamento per proroga della Cassa integrazione proviene da www.controradio.it.

Figline: lotta dipendenti Bekaert diventa spettacolo a Festa Toscana

Figline: lotta dipendenti Bekaert diventa spettacolo a Festa Toscana

Il Comune di Figline e Incisa Valdarno propone una riflessione sul diritto al lavoro, partendo proprio dal caso Bekaert, “una vicenda territoriale ancora aperta e che ha profondamente colpito l’intera comunità”.

Lo fa con la messa in scena dello spettacolo ‘318: better together’, incentrato sulla vicenda Bekaert e sulla battaglia dei suoi lavoratori, tuttora in corso. L’opera verrà rappresentata in occasione della Festa della Toscana 2019.  L’appuntamento è per domenica 8 dicembre alle 21, al Teatro Garibaldi di Figline.

Lo spettacolo – prodotto dal Comune e realizzato dalle compagnie teatrali Arca Azzurra Formazione e Cantiere Artaud, con il contributo della Città Metropolitana di Firenze e della presidenza del Consiglio della Regione Toscana – “richiama, fin dal titolo, il claim della multinazionale belga Bekaert che, nel 2016, assorbì lo stabilimento Pirelli di Figline, specializzato in steel cord, per poi annunciarne la chiusura nell’estate 2018 ai suoi 318 dipendenti. Per la stesura della drammaturgia, l’autore Ciro Gallorano si è ispirato ai racconti e alle esperienze degli operai della Bekaert, che con le loro storie, la loro rabbia, la loro determinazione stanno ancora lottando per far valere i loro diritti. La regia, invece, è affidata a Dimitri Frosali”.

L'articolo Figline: lotta dipendenti Bekaert diventa spettacolo a Festa Toscana proviene da www.controradio.it.