Firenze: festività Islam alle Casine e al Mandela, preghiera del venerdì alla palestra Valenti

Firenze: festività Islam alle Casine e al Mandela, preghiera del venerdì alla palestra Valenti

Sono il Pratone del Quercione alla Cascine e il Nelson Mandela Forum i luoghi individuati a Firenze per la celebrazione da parte della Comunità islamica delle due festività annuali di fine Ramadan e Sacrificio.

La palestra Paolo Valenti, in via Alderotti, è invece stata individuata come spazio provvisorio per la preghiera settimanale del venerdì, idonea per l’esercizio del culto nel rispetto delle vigenti disposizioni per il contenimento del contagio da Covid. È quanto prevede l’accordo siglato tra Comune di Firenze e comunità islamica fiorentina che ha avuto il via libera della giunta di Palazzo Vecchio.

La palestra Paolo Valenti, precisa una nota, sarà messa a disposizione della comunità islamica di Firenze fino al 31 dicembre 2021. L’utilizzo del Mandela Forum potrà avvenire solo dopo la conclusione delle operazioni relative alla campagna vaccinale attualmente in corso. La comunità islamica di Firenze ha comunicato il calendario delle festività, che per il 2021 saranno il 13 maggio (Festa di fine Ramadan) e il 20 luglio (Festa del Sacrificio): la data della Festa del Sacrificio potrà subire cambiamenti di un giorno. L’accordo ha durata di cinque anni.

“Il Comune di Firenze e la comunità islamica con questo protocollo vogliono delineare un percorso per arrivare con soluzioni intermedie a definire l’individuazione di un luogo di culto idoneo per la comunità”, hanno detto gli assessori ai rapporti con le confessioni religiose Alessandro Martini, all’urbanistica Cecilia Del Re”. “Palasport e palestre sono soprattutto luoghi pubblici, oltre che di sport, aperti a tutte le comunità presenti nel nostro territorio – ha dichiarato l’assessore allo sport e all’immigrazione Cosimo Guccione – ed era giusto garantire la disponibilità ad accogliere, per alcune ore, questo momento così importante per i nostri concittadini di fede musulmana”

. “Questo protocollo è un passo avanti nel dialogo con l’Amministrazione comunale – ha aggiunto l’Imam di Firenze Izzeddin Elzir – e in particolare con l’assessore Martini, per dare una risposta a un’esigenza non solo della comunità islamica ma anche della cittadinanza”.

L'articolo Firenze: festività Islam alle Casine e al Mandela, preghiera del venerdì alla palestra Valenti proviene da www.controradio.it.

200.000 euro per la riqualificazione di Via Pistoiese

200.000 euro per la riqualificazione di Via Pistoiese

Convenzione da 200.000 euro per migliorare Via Pistoiese con parcheggi, attrezzature ludiche e impianto solare grazie alla trasformazione del nuovo complesso residenziale.

In Via Pistoiese saranno realizzati un nuovo parcheggio di superficie, attrezzature ludico sportive e impianto solare per il giardino delle Piagge e il campo di calcio di Brozzi. Questo è quanto prevede la convenzione per la trasformazione residenziale dell’area di Via Pistoiese angolo Via Campanina che ha ottenuto il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’Assessora all’Urbanistica Cecilia Del Re.

Per l’intervento, che riguarda una superficie di 2.000 metri quadrati, il privato dovrà versare al Comune di Firenze oltre 200.000 euro da destinare alla realizzazione di opere a vantaggio della zona. L’assessora Del Re ha commentato l’approvazione: “Un intervento che consentirà di realizzare una riqualificazione della zona con maggiori servizi per i residenti, anche in linea con le richieste dei cittadini emersi nella prima fase dell’ascolto di ‘Firenze Prossima’ in vista dell’adozione del nuovo Piano operativo. Il nuovo parcheggio, nuove attrezzature ludico sportive e impianto solare per le aree di Brozzi e delle Piagge potranno essere finanziati grazie alle compensazioni dovute per la trasformazione urbanistica dell’area”.

La destinazione d’uso del progetto è 100% residenziale e riguarda una delle poche aree di nuova edificazione confermate dal Piano strutturale come residuo del Prg. Gli oltre 200.000 euro dovuti dal privato andranno a finanziare la realizzazione del parcheggio di superficie (ex Troni Omilde) rimasto incompiuto, per oltre 50.000 euro; l’ampliamento della dotazione di arredi e attrezzature ludico sportive del giardino di via Abruzzi alle Piagge per 100.000 euro; il nuovo impianto solare termico e di riscaldamento del campo di calcio di Brozzi in via Pistoiese per l’importo di 50.000 euro.

L'articolo 200.000 euro per la riqualificazione di Via Pistoiese proviene da www.controradio.it.

Firenze digitale: nuovi partner e progetti per città semplice e inclusiva

Firenze digitale: nuovi partner e progetti per città semplice e inclusiva

Il progetto di Firenze digitale si espande: nuovi partner e programmazione per una città più semplice e inclusiva. L’assessore Del Re: “Un modello di gestione integrata per migliorare i servizi pubblici e promuovere la cultura digitale”.

Il protocollo Firenze digitale si amplia per includere nuovi soggetti e dare slancio alle attività per una città semplice, inclusiva e sostenibile. Entrano a far parte della rete Confindustria Firenze, Anci Toscana e Università degli Studi di Firenze con DataLifeLab, affiancando così Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze e Confservizi Cispel Toscana con il ruolo di project manager e in rappresentanza delle aziende di servizio pubblico fiorentine. Il protocollo Firenze digitale è stato rinnovato per il periodo 2021-2023, con l’obiettivo di portare avanti iniziative digitali trasversali, progetti innovativi e di smart city, promuovere competenze e servizi digitali.

L’assessora alla Smart City e innovazione Cecilia Del Re ha detto: “Un’iniziativa strategica di collaborazione per l’innovazione digitale a Firenze che, dopo i primi cinque anni di attività, vogliamo ampliare e rilanciare. L’obiettivo è quello di coinvolgere pubbliche amministrazioni, enti di ricerca, associazioni e aziende di servizio pubblico su iniziative di razionalizzazione di banche dati, di infrastrutturazione digitale della città e di comunicazione alla cittadinanza per rendere più efficaci i servizi pubblici digitali e migliorare la qualità della vita dei cittadini”.

Il Presidente di Confservizi Cispel, Alfredo De Girolamo, ha commentato così l’iniziativa Firenze digitale: “La pandemia ha dimostrato come il sistema delle aziende di servizio pubblico locale sia un attore fondamentale nei territori, accentuando il processo di rivoluzione digitale che è la vera sfida economica del futuro. Le nostre aziende, assieme agli altri soggetti coinvolti in Firenze digitale, sono il cuore dei progetti smart della città, e l’allargamento del protocollo a nuovi partner testimonia la bontà di un percorso iniziato ormai cinque anni fa, e che rappresenta uno degli esempi della sfida della digitalizzazione vinta non solo a Firenze, ma anche in altre città della Toscana”.

“Digitalizzare i cittadini, le aziende pubbliche e la Pubblica amministrazione – ha detto l’assessore regionale all’innovazione e all’informatizzazione, Stefano Ciuoffo – interconnetterli e farli dialogare tra loro in maniera sempre più efficace. È con questo obiettivo che la Regione Toscana ha dato il suo contributo a Firenze Digitale, il nuovo e più efficace portale in grado di allargare il livello di conoscenza e di consapevolezza dei cittadini e di offrire un nuovo e più alto livello di approccio ai servizi”.

Leonardo Bassilichi, Presidente della Camera di Commercio di Firenze, sottolinea l’imprescindibilità del progetto per lo sviluppo del territorio: “La digitalizzazione della società, non soltanto dell’economia, è un passaggio ineludibile e decisivo per tornare a crescere e per guardare al futuro in un’ottica di sviluppo. Questo è il nostro impegno come istituzione e, insieme agli altri attori del territorio, vogliamo aiutare e velocizzare il processo di transizione digitale in atto”.

L'articolo Firenze digitale: nuovi partner e progetti per città semplice e inclusiva proviene da www.controradio.it.

Firenze: riconsegnata l’area ex campeggio al piazzale Michelangelo, al via i lavori di ripristino per il parco

Firenze: riconsegnata l’area ex campeggio al piazzale Michelangelo, al via i lavori di ripristino per il parco

“L’area dell’ex campeggio è stata riconsegnata direttamente alla ditta che porterà avanti i lavori più imminenti per rendere accessibile l’area” dice l’assessora all’urbanistica del Comune di Firenze, Cecilia Del Re.

È stata riconsegnata oggi al Comune di Firenze l’area ex campeggio al piazzale Michelangelo. Ad annunciarlo è stata l’assessore all’Urbanistica e ambiente Cecilia Del Re, che ha confermato l’avvio dei lavori previsti dal progetto approvato a fine 2019 dalla giunta comunale in attesa di tornare in possesso dell’area.

“Con la riconsegna anticipata dell’area a seguito di un accordo con il concessionario – ha detto l’assessore Del Re -, possono ora partire i lavori di ripristino previsti dal progetto predisposto dalla direzione Ambiente e approvato dalla giunta per un importo di 100mila euro. L’area dell’ex campeggio è stata riconsegnata direttamente alla ditta che porterà avanti i lavori più imminenti per rendere accessibile l’area. Iniziamo così a dare attuazione alla scheda del regolamento urbanistico  del comune di Firenze che prevede un’area a verde pubblico nello spazio precedentemente occupato dal camping”.

Il progetto prevede la riqualificazione degli spazi all’interno della zona precedentemente destinata a campeggio. Nella porzione dell’ex campeggio, caratterizzata attualmente da un reticolo di vialetti e piazzole, sono stati selezionati i percorsi e le zone di sosta da mantenere, individuando per la pavimentazione i materiali che più si adattano al recupero dei percorsi esistenti.

L’intervento prevede opere edili per il recupero delle strutture esistenti, la realizzazione di recinzioni e balaustre, illuminazione pubblica, sistemazione a verde e impianto di smaltimento. È inoltre prevista la possibilità di utilizzare alcuni spazi delle ex piazzole del campeggio come aree per la sosta.

Fonte https://www.comune.fi.it/comunicati-stampa/riconsegnata-larea-ex-campeggio-al-piazzale-michelangelo-al-i-lavori-di

L'articolo Firenze: riconsegnata l’area ex campeggio al piazzale Michelangelo, al via i lavori di ripristino per il parco proviene da www.controradio.it.

Flash mob, assessore di Palazzo Vecchio per Von der Leyen

Flash mob, assessore di Palazzo Vecchio per Von der Leyen

Firenze, la vicesindaca Alessia Bettini e le assessore di Palazzo Vecchio Benedetta Albanese, Cecilia Del Re, Sara Funaro e Titta Meucci, che hanno dato vita ad un flash mob a cui hanno dato titolo, coniando anche un hashtag, “Iomisiedo”.

Per inscenare il flash mob, le assessore del Comune di Firenze, hanno portato cinque sedie in piazza della Signoria e vi si sono sedute, tutto ciò per manifestare solidarietà alla presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen e lo sdegno per la scelta discriminatoria del presidente turco Erdogan nell’incontro di Ankara.

Per le assessore, il gesto di oggi ha voluto simboleggiare la condanna di quanto avvenuto ad Ankara: un’offesa a tutte le donne e all’Unione europea in tema di diritti umani e diritti delle donne.

Il flash mob vuole protestare con il cosiddetto ‘Sofagate’, e cioè incidente di protocollo, avvenuto durante la visita dei leader Ue in Turchia, quando il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha fatto accomodare la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, su un divano mentre lui e il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, prendevano posto su due poltrone con le rispettive bandiere alle spalle.

Von der Leyen “chiaramente è rimasta sorpresa, lo si vede nel video, ma ha preferito dare priorità alle questioni di sostanza rispetto al protocollo”. Aveva detto il portavoce della commissione europea Eric Mamer, rispondendo ai giornalisti sul ‘Sofagate’ di Ankara, precisando comunque che la Commissione “si aspetta di essere trattata secondo il protocollo adeguato” e che “saranno presi contatti con tutte le parti coinvolte perché non si ripeta in futuro”.

Il flash mob delle assessore di Palazzo Vecchio, si riallaccia anche alla sedia vuota al centro dell’emiciclo di Montecitorio, per simboleggiare l’assenza di una sedia a disposizione per Ursula Von der Leyen, iniziativa portata avanti dal democratico nell’Aula della Camera per testimoniare la propria contrarietà nei confronti di quella che, secondo Beatrice Lorenzin, rappresenta “un’offesa a tutte le donne ed all’Unione Europea perché offendere Von der Leyen significa offendere l’Unione Europea e quello che essa rappresenta sul tema dei diritti umani e delle donne”.

L'articolo Flash mob, assessore di Palazzo Vecchio per Von der Leyen proviene da www.controradio.it.