🎧 Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci riapre al pubblico

🎧 Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci riapre al pubblico

Prato, dall’8 maggio il Centro Pecci, è pronto ad accogliere il suo pubblico in piena sicurezza e con tre nuove mostre, la retrospettiva di Chiara Fumai, la personale di Marialba Russo e la rassegna video a cura di Julian Rosenfeldt.

Il Centro Pecci sarà visitabile dal mercoledì al venerdì dalle 12.00 alle 20.00 (ingresso senza prenotazione), sabato e domenica dalle 11.00 alle 20.00 con prenotazione obbligatoria (maggiori informazioni su www.centropecci.it/visita). Per la prima settimana l’ingresso sarà a prezzo ridotto.

©Controradio

Alle mostre proposte alla riapertura, il 15 maggio si aggiungerà Cambio, un progetto multidisciplinare del celebre duo Formafantasma – incoronati designer dell’anno per i magazine Wallpaper* e Dezeen – che evidenzia il ruolo cruciale e la responsabilità del design nei confronti dell’ambiente e offre un’importante riflessione sul ruolo degli alberi intesi come fonti di informazione e sensori dei cambiamenti climatici globali. La mostra è in collaborazione con la Serpentine gallery di Londra.

©Controradio

Il 19 giugno il programma del Pecci prosegue con Senza fretta, a cura di Luca Lo Pinto e Elena Magini, una personale di Simone Forti (Firenze, 1935) – artista, danzatrice, coreografa, originaria di Prato, che vive e lavora a Los Angeles – con un focus su una serie di lavori che l’artista ha sviluppato dalla metà degli anni Ottanta, le News Animation, in cui viene analizzata la relazione tra linguaggio, movimento e fisicità, a partire dalle notizie scritte sui quotidiani.

©Controradio

I nuovi eventi espositivi saranno accompagnati da pubblicazioni parte della collana editoriale del museo (giunta al suo terzo anno di vita e pubblicata dalla casa editrice NERO Editions) che raccoglie oggi un importante corpus di titoli che mettono in relazione l’arte contemporanea con i grandi temi del presente.

In podcast l’intervista alla direttrice del Centro Pecci, Cristiana Perrella, a cura di Raffaele palumbo.

L'articolo 🎧 Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci riapre al pubblico proviene da www.controradio.it.

Omaggio ad Andrea Mi al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci

Omaggio ad Andrea Mi al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci

Martedì 13 aprile, ad un anno esatto dalla scomparsa del nostro amico e collega radiofonico Andrea Mi, in diretta dal museo  Pecci di Prato il live set “Macerie Sonore”

L’evento si terrà martedì 13 aprile alle 18.00 e sarà trasmesso dal sito Centro Pecci, dalla pagina Mixology di Mixcloud, da Radio Mi Albany.

L’appuntamento è organizzato dalla neonata Associazione Andrea Mi, in collaborazione con Centro per l’arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, Controradio Firenze, Fondazione Stensen, Libera Accademia delle Belle Arti di Firenze (LABA), Radio Mi Albany

l live set “Macerie Sonore” si pone l’obiettivo di costruire un’esperienza sonora che mette al centro un’elevata collaborazione tra artista e tecnologia. Strumenti compositivi tra i quali software di Machine Learning, Neural Speech Synthesis, algoritmi generativi e GPT-2 andranno a generare frammenti di suono e testo, voci sintetiche e paesaggi sonori curati attraverso la guida estetica dell’artista. Inoltre, per interfacciarsi in modo diretto con la tecnologia, Giordano Fiacchini utilizzerà sensori di prossimità per performare in modo organico sui tappeti sonori ottenuti.

In apertura, l’intervento della direttrice del Centro Pecci Cristina Perrella, che dichiara: “Andrea Mi è stato per il Centro Pecci un compagno di viaggio e un sostenitore della nostra mission: avvicinare le persone attraverso le mostre e gli eventi ai grandi temi della vita e della società. La sua vitalità creativa e la capacità di unire generazioni diverse, restano per noi uno stimolo a continuare la sua ricerca di un punto di contatto tra le arti. Proprio per questo lo avevamo chiamato come guida “speciale” per la mostra Night Fever: aveva infatti un modo unico di unire cultura pop e teoria musicale. La sua curiosità sconfinata era il modo migliore per coinvolgere i visitatori rendendoli protagonisti attivi e partecipi. È stato un esploratore continuo del contemporaneo e questa sua attitudine è un’importante parte dell’eredità che ci ha lasciato e che dobbiamo sempre tenere viva”.

La diretta dell’evento sarà reperibile sul sito web istituzionale (https://centropecci.it/) del Centro Pecci e sul suo canale you tube (https://www.youtube.com/channel/UCufY2KsKnzmdLfYmHqvE1uw), sulla pagina Mixcloud (https://www.mixcloud.com/andrea_mi/) e trasmessa da Radio Mi Albany (https://radiomi.al/).

L'articolo Omaggio ad Andrea Mi al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci proviene da www.controradio.it.

Due opere video di Krypton pensate per la rete in tempi di pandemia

Dal progetto realizzato da TS Krypton con il contributo di Regione Toscana nell’ambito di Toscanaincontemporanea2020 con il Centro Pecci di Prato, scaturiscono due opere video dal titolo “Nel canto della balena bianca” e “Mi fa fame Vr”.

I video saranno pubblicati nei giorni 18 e 20 novembre su You Tube, sui social e sul sito di Krypton.

Le sperimentazioni attuate nella creazione di questi lavori disegnano “una linea di continuità nella scelta della compagnia di perseguire, fin dagli esordi, l’applicazione dei nuovi linguaggi ed in particolare delle nuove tecnologie alle arti sceniche”.

“Nel canto della balena bianca”, online il 18 novembre, è ispirato a Moby Dick di Herman Melville, di e con Giancarlo Cauteruccio, scenografia virtuale e montaggio video di Massimo Bevilacqua. Il video, della durata di 22 minuti, richiama l’attenzione del pubblico sulle questioni ambientali.

“Mi fa fame Vr”, di e con Giancarlo Cauteruccio, regia di Massimo Bevilacqua, sarà online il 20 novembre con un video di 15 minuti in cui si vuole mettere in relazione il teatro e il cibo.

Per informazioni al sito.

L'articolo Due opere video di Krypton pensate per la rete in tempi di pandemia proviene da www.controradio.it.