Firenze: si fingeva pedone investito per estorcere risarcimenti, condannato

Firenze: si fingeva pedone investito per estorcere risarcimenti, condannato

Episodi nei parcheggi di centri commerciali e di ospedali di Firenze. Un 49 enne condannato per estorsione e truffa dopo aver finto di essere un pedone investito

Avrebbe simulato incidenti stradali a Firenze e provincia, fingendosi pedone investito e poi avrebbe preteso risarcimenti in contanti dalle vittime. Queste l’accusa per la quale un 49enne originario della Campania, ma residente in Toscana, è stato condannato in abbreviato dal gup di Firenze a cinque anni di reclusione e al pagamento di una multa da 4.000 euro.

Estorsione e truffa i reati per i quali era imputato l’uomo, già noto alle forze dell’ordine per fatti analoghi. Secondo le indagini, condotte dalla polizia e coordinate dalla pm Christine Von Borries, l’uomo avrebbe agito sempre con lo stesso modus operandi, fingendo di essere un pedone investito piazzandosi dietro alle auto che uscivano dai parcheggi in retromarcia e dicendo di essere stato urtato riportando lesioni, o in alternativa la rottura del telefono cellulare.

L’episodio più grave tra quelli di cui è accusato risale al 5 febbraio scorso, quando nel parcheggio di un centro commerciale a Sesto Fiorentino sarebbe salito sull’auto di una donna accusandola di averlo investito, poi l’avrebbe afferrata per un braccio e l’avrebbe trascinata fuori, costringendola a prelevare 100 euro a uno sportello bancomat.

Altre due vittime sarebbero state raggirate nel settembre del 2020 nel parcheggio dipendenti dell’ospedale di Careggi. Nel marzo 2021 il 49enne è finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta.

L'articolo Firenze: si fingeva pedone investito per estorcere risarcimenti, condannato da www.controradio.it.

Carcere Sollicciano, indagini pestaggi: pm, processare 10 agenti e 2 medici

Carcere Sollicciano, indagini pestaggi: pm, processare 10 agenti e 2 medici

Chiesto giudizio in indagini carcere Sollicciano. Le accuse contestate, a vario titolo, sono quelle di tortura e falso in atto pubblico

La pm Christine Von Borries ha chiesto il rinvio a giudizio per 12 persone, tra cui 10 agenti di polizia penitenziaria e due medici, nell’ambito delle indagini sui presunti pestaggi che sarebbero avvenuti nei confronti di detenuti del carcere di Sollicciano a Firenze.

Le accuse contestate, a vario titolo, sono quelle di tortura e falso in atto pubblico. In particolare, i due medici, in servizio presso la casa circondariale e le cui posizioni nell’inchiesta emergono adesso, sono accusati di aver redatto falsi certificati in relazione alle condizioni dei detenuti vittime delle stesse presunte violenze risalenti al 2018 e al 2019.

L’inchiesta sui pestaggi a Sollicciano, condotta anche attraverso intercettazioni ambientali nel carcere, sarebbe nata dagli accertamenti su alcune denunce per resistenza a pubblico ufficiale a carico dei detenuti presentate dagli stessi agenti, che per l’accusa sarebbero risultate false. I detenuti vittime dei presunti pestaggi, avvenuti uno nel 2018 e un altro del 2020, sarebbero uno di nazionalità italiana e uno marocchina. Le indagini sono state condotte dal nucleo investigativo della polizia penitenziaria.

La più alta in grado sarebbe un’ispettrice finita ai domiciliari. Secondo le indagini l’ispettrice avrebbe avuto un ruolo rilevante nella vicenda. Inoltre, risulta indagata anche un’altra donna in servizio come agente penitenziaria a Sollicciano, nei confronti della quale però al momento non sono stati emessi provvedimenti.

L'articolo Carcere Sollicciano, indagini pestaggi: pm, processare 10 agenti e 2 medici da www.controradio.it.

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 10 giugno 2021

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 10 giugno 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

Controradio Infonews: accertamenti della procura di Siena sono in corso sulla denuncia presentata da una giovane di 20 anni riguardo a una presunta violenza sessuale di gruppo subita da lei stessa. L’episodio sarebbe avvenuto durante una festa in città. Nella violenza denunciata dalla ragazza sarebbero coinvolti più giovani.

Controradio Infonews: otto arresti,  34 indagati, il sequestro di 10.000 tonnellate di rifiuti tessili del distretto industriale di Prato smaltiti illecitamente sia in Italia sia all’estero, anche in capannoni dismessi ed edifici abbandonati: è il bilancio di un’operazione della Dda di Firenze con la polizia municipale di Prato e polizie locali di varie zone d’Italia.  Ad alcuni indagati è contestato il reato di associazione a delinquere dedita al traffico e smaltimento illecito di rifiuti.

Producevano articoli per una nota griffe di moda, risultata del tutto estranea ai fatti, le aziende finite al centro dell’inchiesta della procura di Firenze su caporalato e bancarotta che ieri ha portato all’arresto di una coppia di imprenditori e sequestri di beni per mezzo milione di euro.. Tra  i reati  contestati anche frode fiscale e sottrazione di redditi alle imposte.

Il ministero della Giustizia parte civile al processo, con rito ordinario, a Siena che vede imputati con l’accusa di tortura nei confronti di un detenuto cinque agenti della polizia penitenziaria del carcere di San Gimignano. La richiesta è stata accolta  dal collegio del tribunale.  La prossima udienza è fissata per il 13 luglio.
Controradio Infonews: Alcune bombole e due cannelli per la fiamma ossidrica sarebbero stati sequestrati sul luogo dei lavori di impermeabilizzazione da cui si è sprigionato l’incendio divampato il 3 giugno nel centro commerciale Coop di Ponte a Greve, a Firenze. Nei prossimi giorni la pm Christine Von Borries, nominerà dei consulenti per ricostruire la dinamica dei fatti.
Al via dalle 20 fino a mezzanotte di ieri sera la prenotazione “last minute” straordinaria per la somministrazione di vaccino Johnson&Johnson a persone over 60 presso gli hub vaccinali al Mandela Forum di Firenze e al Pellegrinaio Novo di Prato. Sono disponibili 1680 dosi presso l’hub al Mandela Forum e 300 al Pellegrinaio, che verranno somministrate nella giornata di oggi
Misure urgenti contro il precariato nella scuola e contro le classi pollaio: è quanto chiedono Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Anief Toscana, che ieri a Firenze hanno dato vita a un presidio in piazza Santissima Annunziata  con la richiesta al governo di modificare l’ultimo Dl sulla scuola.

Grande attesa per il Golden Gala ‘Pietro Mennea’ di atletica leggera stasera a Firenze (inizio ore 20) e di cui c’è stata la presentazione nel Salone dei ‘500. Ci saranno 1.000 spettatori che potranno assistere in presenza.

Comincia  oggi la 6/a edizione di Secret Florence, nove giorni di performance all’insegna del contemporaneo. Fino al 23 giugno.

Al via anche la programmazione estiva della Fondazione Toscana Spettacolo: sono circa 200 gli appuntamenti, tra prosa, danza, musica e circo contemporaneo, che, da giugno a settembre, animeranno i palchi di piazze, giardini, ville e pievi della Toscana.

L'articolo Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 10 giugno 2021 da www.controradio.it.

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 10 giugno 2021

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 10 giugno 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

Controradio Infonews: accertamenti della procura di Siena sono in corso sulla denuncia presentata da una giovane di 20 anni riguardo a una presunta violenza sessuale di gruppo subita da lei stessa. L’episodio sarebbe avvenuto durante una festa in città. Nella violenza denunciata dalla ragazza sarebbero coinvolti più giovani.

Controradio Infonews: otto arresti,  34 indagati, il sequestro di 10.000 tonnellate di rifiuti tessili del distretto industriale di Prato smaltiti illecitamente sia in Italia sia all’estero, anche in capannoni dismessi ed edifici abbandonati: è il bilancio di un’operazione della Dda di Firenze con la polizia municipale di Prato e polizie locali di varie zone d’Italia.  Ad alcuni indagati è contestato il reato di associazione a delinquere dedita al traffico e smaltimento illecito di rifiuti.

Producevano articoli per una nota griffe di moda, risultata del tutto estranea ai fatti, le aziende finite al centro dell’inchiesta della procura di Firenze su caporalato e bancarotta che ieri ha portato all’arresto di una coppia di imprenditori e sequestri di beni per mezzo milione di euro.. Tra  i reati  contestati anche frode fiscale e sottrazione di redditi alle imposte.

Il ministero della Giustizia parte civile al processo, con rito ordinario, a Siena che vede imputati con l’accusa di tortura nei confronti di un detenuto cinque agenti della polizia penitenziaria del carcere di San Gimignano. La richiesta è stata accolta  dal collegio del tribunale.  La prossima udienza è fissata per il 13 luglio.
Controradio Infonews: Alcune bombole e due cannelli per la fiamma ossidrica sarebbero stati sequestrati sul luogo dei lavori di impermeabilizzazione da cui si è sprigionato l’incendio divampato il 3 giugno nel centro commerciale Coop di Ponte a Greve, a Firenze. Nei prossimi giorni la pm Christine Von Borries, nominerà dei consulenti per ricostruire la dinamica dei fatti.
Al via dalle 20 fino a mezzanotte di ieri sera la prenotazione “last minute” straordinaria per la somministrazione di vaccino Johnson&Johnson a persone over 60 presso gli hub vaccinali al Mandela Forum di Firenze e al Pellegrinaio Novo di Prato. Sono disponibili 1680 dosi presso l’hub al Mandela Forum e 300 al Pellegrinaio, che verranno somministrate nella giornata di oggi
Misure urgenti contro il precariato nella scuola e contro le classi pollaio: è quanto chiedono Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Anief Toscana, che ieri a Firenze hanno dato vita a un presidio in piazza Santissima Annunziata  con la richiesta al governo di modificare l’ultimo Dl sulla scuola.

Grande attesa per il Golden Gala ‘Pietro Mennea’ di atletica leggera stasera a Firenze (inizio ore 20) e di cui c’è stata la presentazione nel Salone dei ‘500. Ci saranno 1.000 spettatori che potranno assistere in presenza.

Comincia  oggi la 6/a edizione di Secret Florence, nove giorni di performance all’insegna del contemporaneo. Fino al 23 giugno.

Al via anche la programmazione estiva della Fondazione Toscana Spettacolo: sono circa 200 gli appuntamenti, tra prosa, danza, musica e circo contemporaneo, che, da giugno a settembre, animeranno i palchi di piazze, giardini, ville e pievi della Toscana.

L'articolo Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 10 giugno 2021 da www.controradio.it.

Caporalato: turni di 14 ore con retribuzione di 3 euro l’ora in ditte pelli, 2 arresti

Caporalato: turni di 14 ore con retribuzione di 3 euro l’ora in ditte pelli, 2 arresti

E’ quanto scoperto dalla procura di Firenze, con indagini sul caporalato che coinvolgono una coppia di imprenditori nella lavorazione del pellame e nella produzione di borse

Lavoratori stranieri, tra cui cinesi, pakistani e bengalesi, trasportati in capannoni a Campi Bisenzio (Firenze) e tenuti a lavorare su turni di 14 ore al giorno, con una retribuzione media di poco superiore ai 3 euro l’ora, senza riposo, e consumando sul posto pasti di fortuna preparati con cucine alimentate da bombole a gas.

E’ quanto scoperto dalla procura di Firenze, con indagini su una coppia di imprenditori cinesi nella lavorazione del pellame e nella produzione di borse, finiti agli arresti in esecuzione di una misura di custodia cautelare in carcere e nei cui confronti è stato disposto un sequestro per equivalente di beni per 522.883. Sottoposti a divieto di dimora altri due cinesi, familiari degli arrestati.

Le indagini delle Fiamme gialle, coordinate dal pm Christine Von Borries, hanno permesso di individuare una società di Roma con un’unità locale a Calenzano (Firenze), che subappaltava le proprie lavorazioni conto terzi a una società gestita dalla coppia di cinesi. A loro volta i due imprenditori affidavano le lavorazioni a ditte individuali caratterizzate da una breve durata operativa e a loro riconducibili, che venivano di volta in volta svuotate per non pagare i debiti con l’Erario (imposte), e sostituite da altre operanti negli stessi luoghi e con gli stessi macchinari e forza lavoro. Sempre in base agli accertamenti, la società di capitali e le ditte individuali susseguitesi nel tempo, tra il 2013 e il 2019 avrebbero maturato circa 589.000 euro di debiti erariali iscritti ed evaso imposte per 522.883 euro, mentre le indagini finanziarie hanno fatto emergere prelevamenti e bonifici per circa 1,2 milioni di euro.

Nell’ordinanza che dispone l’arresto il gup Angela Fantechi rileva come i lavoratori fossero tenuti in “uno stato di soggezione e sfruttamento”, con “macroscopiche violazioni degli orari massimi di lavoro e dell’assenza di riposi, con persone ridotte a mera forza lavoro”, in alcuni casi costretti anche a lavorare di notte per rispettare le consegne.

Sempre secondo il gip, la coppia di imprenditori avrebbe commesso violazioni “a tutto tondo” nello svolgimento dell’attività di impresa, realizzata “ad esclusivo fine di massimizzazione del profitto in spregio di ogni norma di legge vigente, con totale evasione di imposta, evasione contributiva, e sfruttamento dei lavoratori, ed utilizzazione di prestanome”.

I reati ipotizzati nell’inchiesta, coordinata dal pm Christine Von Borries, sono quelli di caporalato, bancarotta fraudolenta, dichiarazione fraudolenta e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, oltre a quelli di raccolta e smaltimento illecito di rifiuti speciali.

 

L'articolo Caporalato: turni di 14 ore con retribuzione di 3 euro l’ora in ditte pelli, 2 arresti da www.controradio.it.