Natale e Capodanno allo Stensen con Lulu Wang e Woody Allen

Natale e Capodanno allo Stensen con Lulu Wang e Woody Allen

Non si ferma la programmazione del cinema Stensen di Firenze. Il 31 dicembre kit con spumante. Alla cassa del cinema i biglietti regalo da donare per Natale ad amici e parenti. Film di punta per questo periodo natalizio saranno “The Farewell – Una bugia buona”  e “Un giorno di pioggia a New York”

“The Farewell” di Lulu Wang è una commedia adatta a tutta la famiglia e candidata a 2 Golden Globe (Miglior Film straniero e Miglior Attrice di commedia), che ruota attorno a un finto matrimonio, architettato per riunire l’intera famiglia a Pechino. L’anziana nonna è infatti malata, ma, se tutti vogliono salutarla un’ultima volta, nessuno vuole rivelarle il reale motivo. Billi Wang, che è la più giovane e vive a New York, è l’unica che vorrebbe dire alla nonna la verità. Una commedia degli equivoci che troverà il suo lieto fine nella sintesi tra oriente e occidente. (in programmazione il giorno di Natale alle 16.30, 18.30 e 21)

Per la sera di fine anno, alle 21.00 la commedia di Woody Allen su due giovanissimi innamorati i cui piani per un weekend a New York si trasformano in una serie di rocambolesche avventure. Agli spettatori verrà regalato un mini kit di capodanno per festeggiare all’uscita del cinema. Il più fortunato vincerà una sorpresa ispirata al film. Dalle 19.30 la libreria Alzaia, accanto al Cinema, allestirà un apericena servito a buffet, a € 20, con primi caldi, specialità di fine anno, bevuta e caffè (consigliata la prenotazione al 392 4699631, anche via whatsapp).

Per tutti i ritardatari dei regali di Natale, presso la cassa del cinema (in orario di apertura) sono disponibili i biglietti regalo a 6 euro da donare ad amici e parenti.

Ingresso ai film 8 euro, ridotto 6 euro. Info www.stensen.org, viale don Minzoni 25, tel.: 055576551

L'articolo Natale e Capodanno allo Stensen con Lulu Wang e Woody Allen proviene da www.controradio.it.

Allo Stensen gli anni di piombo tra film e incontri

Allo Stensen gli anni di piombo tra film e incontri

Al Cinema Stensen di Firenze un ciclo di film e incontri sugli anni di piombo dal titolo “La memoria divisa: gli inizi degli anni di piombo nella storia e nel cinema”. Mercoledì 11 dicembre ospite il giornalista Gianni Barbacetto

“La memoria divisa: gli inizi degli anni di piombo nella storia e nel cinema”. Il 12 dicembre 1969, cinquant’anni fa, con l’attentato di Piazza Fontana si rivela la strategia della tensione e l’Italia entra negli anni di piombo. In quegli stessi mesi arrivarono nuovi film di Visconti, Cavani, Petri, Pontecorvo e tanti altri, dimostrando una vitalità culturale e di rappresentazione del nostro paese che poi si sarebbe in parte persa. Il cinema diventava specchio del malessere di una società e anticipatore di una tensione sociale e politica che non si sarebbe più spenta. La vita culturale, sociale e politica della fine degli anni sessanta andava a impattare sul nuovo decennio. 50 anni dopo la Fondazione Stensen propone un viaggio, breve e intenso, dentro un inverno che cambiò l’Italia moderna.

Si parte mercoledì mercoledì 11 dicembre – ore 20.30 con l’incontro “L’anniversario: Piazza Fontana.” con Gianni Barbacetto, giornalista e scrittore, autore di Piazza Fontana – il primo atto dell’ultima guerra italiana (Garzanti 2019) insieme alla proiezione di alcuni filmati cinematografici d’archivio. Modera Stefano Stefani.

Si prosegue mercoledì 14 gennaio alle 20.30 con il film “La caduta degli Dei” di Luchino Visconti, la cui prima proiezione al cinema fu il 16 ottobre 1969; martedì 21 gennaio alle 20.30 sarà la volta del film “Queimada” di Gillo Pontecorvo (prima proiezione al cinema 21 dicembre 1969) e martedì 11 febbraio alle 20.30 il film “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” di Elio Petri (prima proiezione al cinema 12 febbraio 1970)

Tutti gli incontri e i film si terranno al Cinema Stensen, viale don Minzoni 25. Incontri a ingresso libero, ingresso ai film 6 euro. INFO

L'articolo Allo Stensen gli anni di piombo tra film e incontri proviene da www.controradio.it.

Il fumettista Igort protagonista allo Stensen

Il fumettista Igort protagonista allo Stensen

Martedì 3 dicembre il film tratto dal suo fumetto “5 è il numero perfetto”, con Toni Servillo. L’artista sarà presente in sala. Stensen, a Firenze dalle ore 21.00

Il fumettista Igort protagonista di una serata al Cinema Stensen. Appuntamento  martedì 3 dicembre alle ore 21, con il film “5 è il numero perfetto”, il film diretto da Igort e tratto dalla sua omonima graphic novel di successo, ambientato in una Napoli degli anni 70, piovosa e notturna. Igort sarà presente in sala

Il film segue le vicende di Peppino Lo Cicero, interpretato da Toni Servillo. Un camorrista di seconda classe in pensione che torna in pista dopo l’omicidio di suo figlio. Questo avvenimento tragico innesca una serie di azioni e reazioni violente ma è anche la scintilla per cominciare una nuova vita. Il film è la storia di un’amicizia tradita, ma anche di una seconda opportunità e di una rinascita. Tra gli altri attori del film Valerie Golino e Carlo Buccirosso.

Ingresso 8 euro, ridotto 6 euro. Info www.stensen.org, 055/576551

L'articolo Il fumettista Igort protagonista allo Stensen proviene da www.controradio.it.

La crisi del Venezuela vista con gli occhi delle donne allo Stensen

La crisi del Venezuela vista con gli occhi delle donne allo Stensen

Giovedì 21 novembre allo Stensen di Firenze viene proiettato il film-documentario “Donne nel caos venezuelano” alla presenza della regista. Il film racconta la storia di cinque donne venezuelane.

Domani, giovedì 21 novembre, alle ore 21, al Cinema Stensen di Firenze (viale Don Minzoni 25/G), in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, verrà proiettato il film-documentario “Donne nel caos venezuelano” alla presenza della regista Margarita Cadenas.

Il film, che ha ottenuto numerosi riconoscimenti in diversi festival internazionali sui diritti umani, racconta la storia di cinque donne venezuelane. Attraverso le loro voci e la loro vita in presa diretta, la regista franco-venezuelana Margarita Cadenas ha documentato, con coraggio e passione, la situazione di uno dei Paesi più pericolosi al mondo. Scena dopo scena, emergono le difficoltà quotidiane che in particolare le donne sono obbligate ad affrontare, dalla mancanza di cibo e di assistenza sanitaria alla criminalità, alla prigionia politica e alle violenze.

«Il film di Margarita Cadenas ci mostra una testimonianza cruda e drammatica di quello che è stata la situazione del Venezuela, che negli anni è ulteriormente peggiorata. Oggi questo Paese attraversa una crisi umanitaria senza precedenti» commenta Carolina Garrido, vicepresidente dell’Associazione Venezuela in Toscana. «Il film della Cadenas si caratterizza per essere completamente al femminile. Non solo perché parla di donne, ma perché racconta ciò che il maschile non riesce a intravedere: l’urgenza di prendersi cura dei diritti fondamentali troppo a lungo negati».

«Vorrei sottolineare il coraggio delle cinque donne protagoniste che hanno accettato di far entrare una telecamera nelle loro vite per denunciare la loro situazione quotidiana piegata dalla povertà estrema. Sono donne altere, forti, provate ma ancora speranzose che la loro situazione possa cambiare. Ecco perché hanno accettato di rischiare donandoci queste loro testimonianze» aggiunge la giornalista Annamaria Tossani, testimonial dei diritti umani per l’Associazione Venezuela in Toscana.

Ingresso 8 euro. Il ricavato sarà devoluto interamente ai progetti dell’Associazione Venezuela in Toscanawww.venezuelatoscana.it

L'articolo La crisi del Venezuela vista con gli occhi delle donne allo Stensen proviene da www.controradio.it.

La crisi del Venezuela vista con gli occhi delle donne allo Stensen

La crisi del Venezuela vista con gli occhi delle donne allo Stensen

Giovedì 21 novembre allo Stensen di Firenze viene proiettato il film-documentario “Donne nel caos venezuelano” alla presenza della regista. Il film racconta la storia di cinque donne venezuelane.

Domani, giovedì 21 novembre, alle ore 21, al Cinema Stensen di Firenze (viale Don Minzoni 25/G), in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, verrà proiettato il film-documentario “Donne nel caos venezuelano” alla presenza della regista Margarita Cadenas.

Il film, che ha ottenuto numerosi riconoscimenti in diversi festival internazionali sui diritti umani, racconta la storia di cinque donne venezuelane. Attraverso le loro voci e la loro vita in presa diretta, la regista franco-venezuelana Margarita Cadenas ha documentato, con coraggio e passione, la situazione di uno dei Paesi più pericolosi al mondo. Scena dopo scena, emergono le difficoltà quotidiane che in particolare le donne sono obbligate ad affrontare, dalla mancanza di cibo e di assistenza sanitaria alla criminalità, alla prigionia politica e alle violenze.

«Il film di Margarita Cadenas ci mostra una testimonianza cruda e drammatica di quello che è stata la situazione del Venezuela, che negli anni è ulteriormente peggiorata. Oggi questo Paese attraversa una crisi umanitaria senza precedenti» commenta Carolina Garrido, vicepresidente dell’Associazione Venezuela in Toscana. «Il film della Cadenas si caratterizza per essere completamente al femminile. Non solo perché parla di donne, ma perché racconta ciò che il maschile non riesce a intravedere: l’urgenza di prendersi cura dei diritti fondamentali troppo a lungo negati».

«Vorrei sottolineare il coraggio delle cinque donne protagoniste che hanno accettato di far entrare una telecamera nelle loro vite per denunciare la loro situazione quotidiana piegata dalla povertà estrema. Sono donne altere, forti, provate ma ancora speranzose che la loro situazione possa cambiare. Ecco perché hanno accettato di rischiare donandoci queste loro testimonianze» aggiunge la giornalista Annamaria Tossani, testimonial dei diritti umani per l’Associazione Venezuela in Toscana.

Ingresso 8 euro. Il ricavato sarà devoluto interamente ai progetti dell’Associazione Venezuela in Toscanawww.venezuelatoscana.it

L'articolo La crisi del Venezuela vista con gli occhi delle donne allo Stensen proviene da www.controradio.it.