“Ennio” in anteprima nazionale all’Odeon

“Ennio” in anteprima nazionale all’Odeon

Sabato 29 e Domenica 30 gennaio  un evento speciale al Cinema Odeon di Firenze:   in anteprima nazionale “ENNIO”, il film che Giuseppe Tornatore ha dedicato alla vita e all’opera del Maestro Ennio Morricone.

Il film, presentato come evento speciale all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, è il ritratto sentito, affettuoso e intenso sulla musica, l’intuito cinematografico e l’umanità di un genio italiano del Novecento e oltre. Giuseppe Tornatore riesce a contenere l’arte e la vita incontenibili di Ennio Morricone in un film, intitolato semplicemente e confidenzialmente “Ennio”.

O almeno riesce a contenere (in due ore e mezzo) alcuni frammenti fulgidi della musica e “del cinema” del grande compositore che iniziò la carriera seguendo le orme del padre trombettista (Ennio inizialmente avrebbe voluto fare un lavoro “serio”). Dalla gavetta notturna come suonatore di tromba in un night club, per pagarsi gli studi, alla composizione al Conservatorio con Petrassi, fino agli arrangiamenti per Gianni Morandi ed Edoardo Vianello (in “Pinne fucile ed occhiali” suonò ogni genere di oggetto o elemento, dalla macchina da scrivere alla bacinella d’acqua al fischietto). Per arrivare ai primi western musicati con lo pseudonimo di Dan Savio. Proprio grazie a “Duello nel Texas” e “Le pistole non discutono”, firmati sotto falso nome, fu scoperto da Sergio Leone. Nacque la coppia regista-musicista leggendaria per il nostro cinema, tra titoli animati, suoni di spari, e il fischio di Alessandro Alessandroni. Cinema di genere e quello d’autore.

Dal western ai “Pugni in tasca” di Bellocchio, che ricorda: «Fui colpito che un uomo riservato e credente come Morricone accettasse di prendere parte a un film antireligioso come il mio». E ancora, il cinema di Elio Petri e quello di Bernardo Bertolucci, due pezzi anarchici e cult per Joan Baez nel “Sacco e Vanzetti” di Montaldo e infine il sodalizio proprio con il regista del documentario stesso, Tornatore (“Nuovo Cinema Paradiso”, “La leggenda del pianista sull’oceano”…). L’Oscar alla carriera e quello per la migliore colonna sonora originale: The Hateful Eight di Quentin Tarantino.

Tornatore tesse magnificamente frammenti di un mosaico talmente vasto e variegato da risultare impossibile. La bravura dell’autore sta nel cogliere le tessere imprescindibili del mosaico e metterle a fuoco grazie a magnifico materiale di repertorio o interviste realizzate ad hoc a Clint Eastwood («La musica di Ennio dava drammaticità al mio personaggio, era un co-regista…»), Bruce Springsteen, Tarantino e tanti altri.

ASCOLTA L’INTERVISTA ‘PERDUTA’ COL MAESTRO MORRICONE

Cinema Odeon | Piazza Strozzi | Firenze

Tel. 055-214068

Biglietto: euro 10

www.odeonfirenze.com

L'articolo “Ennio” in anteprima nazionale all’Odeon da www.controradio.it.

A white white day – Segreti nella nebbia allo Spazio Alfieri

A white white day – Segreti nella nebbia allo Spazio Alfieri

Il pluripremiato thriller islandese “A white white day – Segreti nella nebbia” di Hlynur Pàlmason (miglior film al 37° Torino Film Festival) in programma allo Spazio Alfieri di Firenze fino a mercoledì 2 febbraio

Il cineasta islandese Hlynur Pàlmason torna sul grande schermo con un’opera seconda ricca e articolata, premiata come miglior film al 37° Torino Film Festival dalla giuria presieduta da Cristina Comencini e con una candidatura agli European Film Awards per il miglior attore protagonista a Ingvar Sigurdsson, vincitore del Rising Star Award al Festival di Cannes. “A white white day – Segreti nella nebbia” è stato inoltre designato dall’Islanda agli Oscar® 2020 come Miglior Film Internazionale ed è stato anche designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani SNCCI con la seguente motivazione: “Nel paesaggio naturale dell’Islanda, nello scorrere del tempo e delle stagioni, nella nebbia che rende indistinte forme e colori, il regista racconta il lutto di un anziano vedovo, ex poliziotto che ha perduto la moglie in un incidente, con uno sguardo raggelante, sospeso tra la tragedia e il grottesco, in un film che sciocca e commuove, mostrando senza compiacimenti la solitudine di chi non sa come ricominciare”.

Al centro della vicenda un’intrigante storia di vendetta e amore incondizionato, avvolta dalle nebbie e dai ghiacci islandesi. In questo paesaggio spettrale vive Ingimundur (Ingvar Sigurdsson), capo di polizia in congedo dopo la scomparsa della moglie in un inspiegabile incidente stradale. Quando viene ritrovata una scatola con alcuni effetti personali della donna, Ingimundur inizia a sospettare che lei lo tradisse con un uomo del posto. Lentamente la ricerca della verità diventa ossessione e l’uomo inizia a mettere in pericolo se stesso e i propri cari.

Spazio Alfieri (Via dell’Ulivo, 8 Firenze).  Gli orari e ulteriori dettagli sulla programmazione sono disponibili sul sito www.spazioalfieri.it

L'articolo A white white day – Segreti nella nebbia allo Spazio Alfieri da www.controradio.it.

Favolose Storie Per Piccoli Mostri alla Compagnia

Favolose Storie Per Piccoli Mostri alla Compagnia

Dalla penna dei grandi scrittori e illustratori per i più piccoli, al grande schermo. Le storie di Julia Donaldson, Axel Scheffler, Roald Dahl prendono vita  con la rassegna ” Favolose storie per piccoli mostri” a La Compagnia!

U programma speciale per le feste natalizie per i piccoli più piccoli al cinema La Compagnia. Film più lunghi e tanti corti che si adattano benissimo anche ai più piccini, con le fiabe di Roald Dahl, il Gruffalò, il draghetto Zog, il topo brigante, e tanti altri personaggi che faranno subito breccia nel cuore dei piccoli spettatori. Età consigliata: 3-7 anni. Di seguito il programma nel dettaglio. INGRESSO: 5€ intero / 4€ ridotto / 6€ film + merenda

VERSI PERVERSI
di Jakob Schuh, Jan Lachauer, Bin-Han To, Gran Bretagna, 2016, 90’ Cappuccetto Rosso, Biancaneve e i sette nani, Jack e il fagiolo magico, Cenerentola e I tre porcellini: tutti questi classici personaggi delle favole si incontrano nei due episodi di Versi perversi, tratti dai racconti per bambini di Roald Dahl.

domenica 26 dicembre ore 17.30
mercoledì 5 gennaio ore 10.30
mercoledì 6 gennaio ore 17.30

LA STREGA ROSSELLA & BASTONCINO
di Jan Lachauer, Max Lang, Jeroen Jaspaert, Daniel Snaddon, Gran Bretagna, 2012, 52’ Una simpatica strega pronta a condividere la sua scopa volante con un gruppo di amici animali e un rametto che vuole tornare a casa per festeggiare il Natale. Sono questi i protagonisti di La strega Rossella e Bastoncino, racconti d’animazione tratti dai celebri libri illustrati di Julia Donaldson e Axel Scheffler.

lunedì 27 dicembre ore 17.30
domenica 9 gennaio ore 15.00

IL GRUFFALÒ
di Max Lang, Jakob Schuh, USA, 2009, 27’Metà orso e metà bufalo, il Gruffalò è il simpatico protagonista del celeberrimo libro per bambini illustrato da Julia Donaldson. In questo adattamento animato il Gruffalò farà la conoscenza di uno scaltro topolino e di molte altre creature della foresta.  a seguire GRUFFALÒ E LA SUA PICCOLINA
di Uwe Heidschötter, Johannes Weiland, USA, 2011, 27’

SCOPRI TUTTO IL PROGRAMMA

 

L'articolo Favolose Storie Per Piccoli Mostri alla Compagnia da www.controradio.it.

Mercoledì 8 dicembre giornata di chiusura per il River to River

Mercoledì 8 dicembre giornata di chiusura per il River to River

Al 21/o River to River Florence Indian Film Festival chiusura tra film cult di Bollywood e l’incontro con l’icona “Sandokan” Kabir Bedi. Mercoledì 8 dicembre ultimo giorno di festival al cinema La Compagnia e online nella sala virtuale “Più Compagnia” in collaborazione con MYmovies.it

Sesto e ultimo giorno di River to River Florence Indian Film Festival. La giornata partirà alle 11.00 con il film cult interpretato dalle più grandi star di Bollywood “Kabhi Khushi Kabhie Gham…” di Karan Johar, a 20 anni dall’uscita in sala. A seguire Alle 18.30 l’incontro con Kabir Bedi, indimenticabile interprete di Sandokan, in collegamento da Mumbai, in occasione della sua autobiografia “Storie che vi devo raccontare. La mia avventura umana”

Nel programma, anche due proiezioni dedicate ai sapori dell’India, “Life in a Bowl” di Purandar Chaudhurial, un percorso alla scoperta dell’unicità delle storie e del cibo di Calcutta, città che è un’unione di persone, culture, storia, arte e letteratura (16.30), e “Medium Spicy” di Mohit Takalkar, in cui amore e cibo si fondono nella commedia frizzante in salsa Bollywood. In esso, un giovane chef vive nell’attesa di una risposta da un ristorante parigino mentre colleziona una serie di delusioni amorose. Tutto cambierà con l’arrivo di una nuova donna nella sua vita. Il regista Takalkar e la produttrice Vidhi Kasliwal saranno presenti in collegamento per incontrare il pubblico prima della proiezione (ore 20.30).

A precedere la proiezione serale, si terrà la Cerimonia di Chiusura, con i saluti della direttrice Selvaggia Velo e della Presidente della Commissione Beni e Attività Culturali della Regione Toscana Cristina Giachi, a cui succederà l’annuncio dei film vincitori del concorso, nella sezione lungometraggi, documentari e cortometraggi.

Tutti i film saranno proiettati in lingua originale sottotitolati in italiano e in inglese Biglietti: mattina 4,00, pomeriggio (per singola fascia) 4,00, sera 6,00Biglietto giornaliero 10,00, biglietto giornaliero ridotto 8,00(studenti, clienti Amblé, possessori biglietto Museo Ferragamo) Abbonamento festival completo: 40,00; abbonamento festival completo ridotto per studenti 30,00

 

 

 

L'articolo Mercoledì 8 dicembre giornata di chiusura per il River to River da www.controradio.it.

Gkn, evento al cinema Stensen di Firenze

Gkn, evento al cinema Stensen di Firenze

A cinque mesi dalle lettere di licenziamento dei 422 lavoratori della Gkn di Campi Bisenzio al Cinema Stensen  giovedì 9 dicembre viene proiettato “Un altro mondo”. Alla presenza del Collettivo di Fabbrica della GKN di Campi Bisenzio e del distributore italiano Stefano Jacono

Giovedì 9 dicembre presso lo Stensen di Firenze alla presenza degli operai, in anteprima nazionale il film sul mondo del lavoro “Un altro mondo” di Stéphane Brizé. Il film, in concorso all’ultimo festival di Venezia, riguarda da vicino la vicenda Gkn. E’ la storia di Philippe Lemesle e della moglie che si stanno per separare: il loro amore è irrimediabilmente logorato dalle pressioni del lavoro di lui.

Dirigente di un impianto produttivo facente parte di un grande gruppo industriale multinazionale, l’uomo non sa più come soddisfare le richieste incoerenti dei suoi superiori: “ieri volevano che fosse un manager che massimizzasse la produttività, oggi vogliono un tagliatore di teste ubbidiente e senza scrupoli”. I suoi capi gli chiedono di licenziare, senza un motivo che non sia il profitto fine a sé stesso, un certo numero di dipendenti. Una scelta che ricade sia sulle persone che sulla stessa qualità del lavoro. Per Philippe arriva il momento in cui decidere cosa fare della propria vita.

Stéphane Brizé è al terzo film di una ideale trilogia sul mondo del lavoro, realizzata sempre con lo stesso attore, Vincent Lindon, che nel primo (La legge del mercato) interpretava un 50enne disoccupato, ricollocato presso un supermercato dove ha il compito di controllare i clienti e i suoi stessi colleghi, diventando parte di un sistema che non ha la minima umanità. Nel secondo (In guerra) fa la parte di un sindacalista che combatte contro la chiusura di uno stabilimento automobilistico. In questo terzo film affronta il punto di vista dei dirigenti e si chiede come sia possibile che persone che hanno una vita, affetti, esperienza e studi d’eccellenza si prestino a schiacciare senza remore altre persone.

Ingresso gratuito, è necessario esibire il greenpass e tenere la mascherina per tutta la durata dell’evento. INFO

L'articolo Gkn, evento al cinema Stensen di Firenze da www.controradio.it.