France Odeon d’Été 2021

France Odeon d’Été 2021

La tre giorni di cinema francese a Firenze, in attesa della XIII edizione del festival internazionale “France Odeon“. Da 22 al 24 settembre, tra Istituto Francese e cinema Spazio Alfieri, in programma tre film e una masterclass

Il festival del cinema francese di Firenze, France Odeon con una tre giorni speciale, è uno degli eventi di chiusura dell’Estate Fiorentina del Comune 2021. Con il titolo France Odeon Été il 22, il 23 e il 24 settembre all’Istituto Francese e al Cinema Spazio Alfieri sarà protagonista il cinema d’Oltralpe con una minirassegna.

Tre film e una masterclass da non perdere; si comincia mercoledì 22 con La Bonne Epouse di Martin Provost, alla presenza del distributore italiano Stefano Jacono, che ritirerà il premio Foglia d’oro del Pubblico 2020. Si continua giovedì 23 con l’esilarante commedia Antoinette dans les Cévennes di Caroline Vignal alla presenza della regista. Entrambe le proiezioni saranno in doppia replica alle 18.30 e alle 21.00. Venerdì 23 alle ore 11.30 invece il pubblico potrà incontrare al Cinema Spazio Alfieri Jacques Fieschi, sceneggiatore francese che ha scritto per i grandi maestri da Pialat a Sautet, da Jacquot a Garcia per una masterclass di approfondimento sulla scrittura cinematografica. France Odeon Été si conclude alle ore 18.30 del 24 settembre, all’Istituto Francese, con la proiezione di Un coeur en hiver di Sautet, uno dei film più noti scritti da Jacques Fieschi che alla fine si intratterrà con il pubblico per un Q&A. “France Odeon Eté è un’occasione per scaldare i cuori dei nostri spettatori francofili” dichiara Francesco Ranieri Martinotti, direttore artistico ” in vista della tredicesima edizione del Festival che accoglierà tantissimi altri ospiti per una settimana, a partire dal 25 ottobre, al cinema La Compagnia di Firenze, in collaborazione con l’Area cinema di Fondazione Sistema Toscana”.

Programma France Odeon Été:

Mercoledì 22 settembre 2021 ore 18.30 e ore 21.00 – Institut français Firenze
“La Bonne Epouse” (2020) di Martin Provost con Juliette Binoche, Yolande Moreau, Noémie Lvovsky (109 min, v.o. sott. ita).
Siamo nel 1967, poco prima dell’esplosione del Maggio francese. Juliette Binoche, alias Paulette Van Der Berck, insegna alle ragazze alsaziane di buona famiglia a diventare brave mogli e amorose mamme. Una singolare suora e una cuoca pasticciona la assistono. Poi, all’improvviso, scoppia il Maggio ‘68. E tutto cambia, anche la severa Paulette…
Ore 21.00 – Consegna del premio Foglia d’Oro del Pubblico 2020 al distributore italiano Stefano Jacono.

Giovedi 23 settembre 2021 ore 18.30 e ore 21.00 – Institut français Firenze
“Antoinette dans les Cévennes” (2020) di Caroline Vignal con Laure Calamy, Benjamin Lavernhe, Olivia Côte (95 min, v.o. sott. ita).
Antoinette aspetta da mesi l’estate e la promessa di una settimana romantica con il suo amante Vladimir, ma lui all’ultimo momento annulla: sua moglie ha prenotato un’escursione in famiglia nelle Cévennes con un asino! Scaricata, Antoinette per ripicca decide di partire e fare anche lei il cammino di Stevenson. Al suo arrivo, nessun Vladimir, ma un certo Patrick, un asino testardo, che la accompagnerà nel suo particolare viaggio.
Ore 21.00 – A seguire incontro con la regista Caroline Vignal e la distributrice italiana Emanuela Piovano.

Venerdì 24 settembre 2021 ore 11.30 – Cinema Spazio Alfieri
Masterclass di sceneggiatura con Jacques Fieschi.
Uno dei più importanti sceneggiatori francesi, ha scritto per i grandi maestri del cinema d’oltralpe da Pialat a Sautet, da Jacquot a Garcia a Fontaine. Tra le sue sceneggiature più recenti Illusions perdues per il film di Xavier Giannoli presentato alla Mostra di Venezia 2021.

Venerdì 24 settembre ore 18.30 – Institut français Firenze
“Un coeur en hiver” (1992) di Claude Sautet con Daniel Auteuil, Emmanuelle Béart, André Dussollier (105 min, v.o. sott. ita).
Stéphane e Maxime sono amici dai tempi del conservatorio e ora soci liutai. Tanto uno è estroverso e brillante, quanto l’altro è schivo e freddo.Quando la bellissima violinista Camille entra nelle loro vite, ne sconvolge la routine. Una raffinata e dolente storia d’amore sulle note di Ravel.
A seguire incontro con lo sceneggiatore Jacques Fieschi.

ACCESSO CON GREEN PASS O TAMPONE NEGATIVO ENTRO LE 48H
Ingresso 5€ /// Prenotazione obbligatoria franceodeon.extra@gmail.com 

L'articolo France Odeon d’Été 2021 da www.controradio.it.

Jodorowsky’s Dune arriva al cinema

Jodorowsky’s Dune arriva al cinema

Jodorowsky’s Dune di Frank Pavich, ovvero il documentario che ricostruisce la storia del più grande film di fantascienza… mai realizzato. In Toscana lo trovate al cinema Arsenale di Pisa, e all’Odeon di Firenze

Il regista di culto Alejandro Jodorowsky, dopo il successo dei suoi film “El Topo” (1970) e “La montagna sacra” (1973), si vide offrire dal produttore francese Michel Seydoux l’offerta di poter girare “qualsiasi film avesse voluto”. Jodorowsky scelse di girare un film ispirato al romanzo di fantascienza “Dune” di Frank Herbert, benché non avesse mai letto quel libro. Seidoux acquistò il diritti per la versione cinematografica del libro dal produttore di “Il pianeta delle scimmie”, Arthur P. Jacobs, che li aveva acquisiti ma poi aveva rinunciato al progetto di trarne una pellicola. L’impresa di Jodorowsky era coaì avviata, e prevedeva per “Dune” un adattamento cinematografico della durata compresa fra le 10 e le 20 ore. L’intenzione del regista non era di trarre la sua pellicola seguendo la narrazione del romanzo, ma, ispirandosi a quello, di raccontare la storia di un Messia per la generazione psichedelica, e di ricreare per gli spettatori gli effetti di un “viaggio” in LSD ma senza l’assunzione della sostanza. il regista propose la partecipazione di un team incredibile che comprendeva i designer H.R. Giger, Moebius e Chris Foss oltre all’esperto di effetti speciali Dan O’Bannon, le musiche dei Pink Floyd e attori come David Carradine, Mick Jagger, Salvador Dalì e Orson Welles.

Il mega progetto restò irrealizzato (tra le cause anche i mancati finanziament) fino al 1984, quando a portare sugli schermi il libro di “Dune” fu David Lynch; la colonna sonora fu affidata ai Toto, con l’unica eccezione di un brano, “Prophecy theme”, composto da Brian Eno, Roger Eno e Daniel Lanois.

Proiezione al cinema Arsenale di Pisa (dal 20 al 22 settembre con orari diversi. Per la programmazione QUI

Al Cinema Odeon di Firenze il film viene proposto martedì 21settembre (ore 18.30 e 21). La proiezione delle  21 verrà introdotta da Alessandro Tiberio, distributore italiano del film. All’entrata della sala saranno in vendita le magliette JODOROWSKY’S DUNE, realizzate per l’occasione e in numero limitato. INFO

L'articolo Jodorowsky’s Dune arriva al cinema da www.controradio.it.

Firenze Film Corti Festival, dal 22 al 25 settembre a MAD Murate Art District e Limonaia di Villa Strozzi

Firenze Film Corti Festival, dal  22 al 25 settembre a  MAD Murate Art District e Limonaia di Villa Strozzi

Il FFF, festival internazionale di corti, è organizzato dall’Associazione Rive Gauche e si terrà nel capoluogo toscano dal 22 al 25 settembre. Verrà inaugurato mercoledì 22 settembre alle ore 17 al MAD Murate Art District dall’attrice IAIA FORTE insieme all’Assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, alla direttrice del MAD Valentina Gensini e dal direttore dell’Accademia di Belle Arti Claudio Rocca.

Il Festival è nato nel 2014 con l’intento di sviluppare e diffondere la cultura cinematografica con particolare attenzione al cortometraggio, ai linguaggi innovativi sperimentali e ai temi sociali contemporanei, oltre ad offrire l’opportunità di mettere in diretto contatto i giovani autori con l’industria audiovisiva e di creare un momento di aggregazione e di confronto tra gli appassionati.

È stata presentata questa mattina alla stampa l’ottava edizione del Firenze FilmCorti Festival, alla presenza di Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura, Moda e Design del Comune di Firenze, Marino Demata, Presidente di Rive Gauche – Festival, Valentina Gensini, Direttore artistico MAD Murate Art District, Stefano Socci, Accademia di Belle Arti di Firenze,  Francesco Grifoni, Presidente del Firenze Film Corti Festival, Maria Rosaria Perilli, Vice-Presidente Firenze FilmCorti Festival,, Emanuela Mascherini, Presidente di Giuria Firenze Film Corti Festival.

 

“Il Firenze FilmCorti Festival è una rassegna che si sviluppa tra MAD Murate Art District, sempre più crocevia dell’arte e del contemporaneo e Limonaia di Villa Strozzi, che si è affermata tra le nuove location culturali cittadine; un programma molto articolato, che conta su presenze importanti, nomi di spicco, protagonisti della scena cinematografica. Questo festival ha sempre più preso campo tra i progetti culturali fiorentini anche grazie a un lavoro importante della nostra città che coinvolge il settore cinematografico a trecentosessanta gradi, non solo relativamente all’accoglienza di piccoli e grandi set ma anche come piazza di festival e rassegne sempre più riconosciuta a livello nazionale”. – ha dichiarato Tommaso Sacchi, assessore alla cultura design e moda del Comune di Firenze nel corso della conferenza stampa.

I 45 film semifinalisti in concorso nelle varie sezioni (Fiction, Documentari, Animazione, Film innovativi e sperimentali), selezionati tra le oltre 500 opere pervenute da ben 52 Paesi situati nei cinque continenti, si potranno vedere nella programmazione pomeridiana delle quattro giornate dalle 15 alle 19.15 al MAD Murate Art District. Un panorama internazionale che conferma l’importanza di questo evento per dare spazio alla creatività delle giovani generazioni sparse per il mondo, per dare voce ai temi sociali contemporanei e ai linguaggi innovativi sperimentali e per diffondere sempre di più la cultura cinematografica.

Venerdì 24 settembre alle 18.00 circa verrà presentato fuori concorso il corto Durante (It – 8 min) del Presidente di Giuria 8° FFF Emanuela Mascherini.

Molti i temi di attualità affrontati nei film in concorso tra cui storie di difficoltà e disagio,come disturbi alimentari, la narcolessia, l’insonnia, fisici; di discriminazione e immigrazione; sui momenti e le sensazioni vissute durante la pandemia di COVID-19; la crisi climatica del nostro pianeta e come affrontarla e imparare a sopravvivere; racconti con protagonisti i bambini e il loro sguardo sul mondo; storie visionarie che invitano alla riflessione; il mondo degli anziani e le loro difficoltà; Ovviamente non mancheranno corti con un  pizzico di suspense e thriller.

Successivamente il 31 ottobre la giuria del Festival, presieduta da Emanuela Mascherini e composta dal produttore Gianluca Arcopinto, l’attrice Roberta Caronia, il regista Vito Palmieri, la regista e autrice Elisabetta Pandimiglio e il montatore storico di Paolo Sorrentino, Cristiano Travaglioli, annuncerà i finalisti e verranno proclamati I vincitori delle varie categorie. Si terrà anche la discussione delle sceneggiature finaliste per il Premio Cinematografico Spazio Giovani organizzato con l’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Sempre al MAD Murate Art District in programma due incontri: sabato 25 settembre alle ore 17.40 con Claudio Gubitosi, fondatore e direttore Giffoni Film Festival e alle 18.30 con  Stefania Ippoliti responsabile Mediateca e Area Cinema F S T che parlerà delle  opportunità per i giovani registi che possono aprirsi con Toscana Film Commission.

Per questa ottava edizione, grazie alla presenza del pubblico in sala, ritorna il Premio del pubblico,  il film più votato dagli spettatori nel corso dell’intero Festival.

Alla Limonaia di Villa Strozzi si terranno invece le 4 serate di incontri e proiezioni con ospiti d’eccezione. Partenza mercoledì 22 settembre alle 21.30 con Iaia Forte, madrina di questa ottava edizione, con la proiezione di Libera, (durata 83 min) film di tre episodi. diretto dal regista Pappi Corsicato. In origine era composto dal solo segmento finale, concepito come cortometraggio e risalente al 1991; con l’aggiunta dei primi due, venne presentato al Festival di Berlino del 1993, vincendo il Nastro d’Argento come migliore opera prima. È il primo film importante di Iaia Forte, protagonista del primo e del terzo episodio che la farà conoscere al grande pubblico.

A seguire:

venerdì 24 settembre ore 21.30 serata dedicata al regista fiorentino Federico Micali con proiezione dei suoi cortometraggi, partendo dal suo più recente  “Mi piace Spiderman… e allora?” (durata 10’). Seguiranno “Genova in Tre Atti” (durata 3’34”- 2001 ) e “Lungarno – Ci chiamavano Ribelli” (durata 13’ –  2003), occasione per ripercorre un periodo storico cruciale e per certi versi tragico, come i movimenti no global. In particolare la proiezione di “Genova in Tre Atti”, diventato il trailer del film lungometraggio “Genova senza risposte”, sarà un momento per fare il punto su cosa è stato il G8, di cui ricorre il ventennale.

giovedì 23 settembre ore 21.30 incontro con la regista Francesca Mazzoleni e proiezione del suo documentario “Punta Sacra” (durata ’96 – 2020), miglior film a Vision du Réel, Candidato come Miglior Documentario David di Donatello 2021, Premio Valentina Pedicini Nastro d’argento 2021; Sabato 25 settembre ore 21.30 incontro con il regista DANIELE LUCHETTI e proiezione del suo ultimo film “LACCI” (durata 100’), film di apertura della mostra del cinema di Venezia 2020. Dal romanzo di Domenico Starnone, annovera nel cast Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini, Linda Caridi.  .

FFF Firenze FilmCorti Festival rientra nel programma dell’Estate Fiorentina, promossa dal Comune di Firenze

L’ingresso a tutte le proiezioni e incontri del Festival è gratuito con prenotazione obbligatoria ed esibizione del green pass, fino ad esaurimento  posti.

Prenotazioni: https://firenzefilmcortifestival.com/2021/09/01/prenotazioni-8firenzefilmcortifestival/

L'articolo Firenze Film Corti Festival, dal 22 al 25 settembre a MAD Murate Art District e Limonaia di Villa Strozzi da www.controradio.it.

Entre Dos Mundos 2021

Entre Dos Mundos 2021

In arrivo la IV edizione del Festival di Cinema dell’America Latina, dedicato quest’anno al Sommo Poeta. Entre Dos Mundos dal16 al 19 settembre alla Compagnia di Firenze

Queste le parole di Maria Lorena Rojas  (Direttrice di Entre Dos Mundos Firenze):

Per la IV edizione del Festival di Cinema dell’America Latina Entre Dos Mundos abbiamo preparato un programma ricco e articolato con l’intento di offrirvi un’immagine quanto più esaustiva di ciò che la cinematografia dell’America Latina, dal Messico al Brasile, sta producendo in questo momento particolarmente delicato. Per mostrarvi il talento dei suoi protagonisti, quest’anno si torna in sala mantenendo anche la programmazione online. In questo 2021, l’anno di Dante, non potevamo non celebrare i 700 anni dalla morte del sommo poeta che tanto ha influenzato la letteratura, e di conseguenza, il cinema dell’America Latina. Abbiamo voluto partecipare ai festeggiamenti intitolando questa IV edizione Dante Entre Dos Mundos“.

Primo appuntamento martedì 16 settembre con Los sonámbulos ore15:00 Regia di  Paula Hernández.  Una donna, Luisa, e sua figlia sonnambula di 14 anni, in pieno risveglio. Un matrimonio sull’orlo di una crisi silenziosa. Una famiglia conservatrice ed endogamica. Nonna, fratelli e cugini. Estate, sudore, alcol, tradizioni. Corpi nudi, corpi che cambiano e lo sguardo su questi nuovi corpi. Una festa di Capodanno nella casa storica della famiglia è il recinto caldo e necessario per il risveglio dei sonnambuli.

Segue inaugurazione ore 17:30 e alle 18 la proiezione di Babenco-Tell Me When I Die. Alle 21:00 il messicano Nudo mixteco Anteprima italiana. Regia di  Ángeles Cruz. Tre storie s’intersecano durante la festa patronale di San Mateo, un villaggio della regione mixteca di Oaxaca. Dolore e ricordi s’intrecciano in un villaggio governato da usi e costumi.

QUI il PROGRAMMA COMPLETO

Il festival sarà inoltre disponibile anche su Più Compagnia

Abbonamento completo: intero 39€ / ridotto 29€
Abbonamento giornaliero: intero 12€ / ridotto 10€

 

L'articolo Entre Dos Mundos 2021 da www.controradio.it.

Entre Dos Mundos 2021

Entre Dos Mundos 2021

In arrivo la IV edizione del Festival di Cinema dell’America Latina, dedicato quest’anno al Sommo Poeta. Entre Dos Mundos dal16 al 19 settembre alla Compagnia di Firenze

Queste le parole di Maria Lorena Rojas  (Direttrice di Entre Dos Mundos Firenze):

Per la IV edizione del Festival di Cinema dell’America Latina Entre Dos Mundos abbiamo preparato un programma ricco e articolato con l’intento di offrirvi un’immagine quanto più esaustiva di ciò che la cinematografia dell’America Latina, dal Messico al Brasile, sta producendo in questo momento particolarmente delicato. Per mostrarvi il talento dei suoi protagonisti, quest’anno si torna in sala mantenendo anche la programmazione online. In questo 2021, l’anno di Dante, non potevamo non celebrare i 700 anni dalla morte del sommo poeta che tanto ha influenzato la letteratura, e di conseguenza, il cinema dell’America Latina. Abbiamo voluto partecipare ai festeggiamenti intitolando questa IV edizione Dante Entre Dos Mundos“.

Primo appuntamento martedì 16 settembre con Los sonámbulos ore15:00 Regia di  Paula Hernández.  Una donna, Luisa, e sua figlia sonnambula di 14 anni, in pieno risveglio. Un matrimonio sull’orlo di una crisi silenziosa. Una famiglia conservatrice ed endogamica. Nonna, fratelli e cugini. Estate, sudore, alcol, tradizioni. Corpi nudi, corpi che cambiano e lo sguardo su questi nuovi corpi. Una festa di Capodanno nella casa storica della famiglia è il recinto caldo e necessario per il risveglio dei sonnambuli.

Segue inaugurazione ore 17:30 e alle 18 la proiezione di Babenco-Tell Me When I Die. Alle 21:00 il messicano Nudo mixteco Anteprima italiana. Regia di  Ángeles Cruz. Tre storie s’intersecano durante la festa patronale di San Mateo, un villaggio della regione mixteca di Oaxaca. Dolore e ricordi s’intrecciano in un villaggio governato da usi e costumi.

QUI il PROGRAMMA COMPLETO

Il festival sarà inoltre disponibile anche su Più Compagnia

Abbonamento completo: intero 39€ / ridotto 29€
Abbonamento giornaliero: intero 12€ / ridotto 10€

 

L'articolo Entre Dos Mundos 2021 da www.controradio.it.