Tpl: rimossa insegna storica dell’Ataf, è polemica

Tpl: rimossa insegna storica dell’Ataf, è polemica

Tpl: dell’Ataf a Firenze non resta neanche più l’insegna. La storica azienda del trasporto pubblico passa la mano e da novembre diventerà Autolinee Toscane, controllata dai francesi di Rapt che gestirà tutto il trasporto su gomma regionale.

Un addio reso plastico anche da un certo simbolismo, come l’insegna smontata dallo storico deposito di viale dei Mille. Le immagini delle operazioni le fanno circolare i Cobas, assestando un colpo, uno degli ultimi a quella che sta per diventare la vecchia dirigenza.

“Oltre 50 vetture ferme tutti i giorni e questa dirigenza in fuga, invece di pensare al servizio per cui è ancora pagata, pensa bene di fare sparire la storia di una città”, affonda il sindacalista Alessandro Nannini. E sempre i Cobas in giornata firmano un comunicato al vetriolo: “Come i tedeschi durante la ritirata, costoro come ultimo battito di ali, si accaparrano tutto ciò che rappresenta la nostra storia. Hanno tentato di portare via le nostre foto, incorniciate, la nostra memoria”. Così, annunciano, “non ci lasceremo con un bacino, ma lanceremo un presidio per farvi casino”.

Intanto sul fronte dei servizi all’utenza e della questione dei rimborsi dei biglietti dell’autobus col nuovo gestore del Tpl: ai passeggeri cui rimangono biglietti, carnet o mensili di Ataf o Li.nea che dopo il 31 ottobre non serviranno più, Ataf li rimborserà per tre mesi dal 2 novembre al 31 gennaio presso gli sportelli 8 e 9 della Stazione di Santa Maria Novella.

L'articolo Tpl: rimossa insegna storica dell’Ataf, è polemica da www.controradio.it.