“Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo

“Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo

Il festival ideato e promosso dalla Rete Teatrale Aretina organizzato con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana e del Comune di Arezzo, avrà luogo venerdì 23 ottobre.

L’emergenza sanitaria legata alla pandemia ha portato gli artisti e le artiste a sperimentare una fusione di linguaggi e di mezzi per dare vita a spettacoli fruibili in forma digitale. In osservanza al nuovo DPCM  gli incontri potranno essere seguiti dal pubblico in diretta streaming sulla pagina Facebook della Rete Teatrale Aretina.

Alle ore 14,30 presso il Teatro Pietro Aretino, inizia la giornata di studi “Lo spettatore digitale”, con la presentazione di Sonar, la piattaforma per il teatro digitale creata da Straligut Teatro.

Fra gli invitati Laura Gemini, docente di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi all’Università di Urbino, Michele Trimarchi, docente di Economia della Cultura all’Università di Bologna, gli artisti digitali Federica Patti e Francesco Marcantoni.

La giornata proseguirà con la prima nazionale dello spettacolo di teatro danza per ragazzi e ragazze al Teatro Petrarca alle ore 18.

Alle ore 20 (partenza dal parcheggio Rossellino) il pullman dello spettatore porterà il pubblico al Teatro Verdi di Monte San Savino per assistere allo spettacolo “Segnale d’allarme – La mia battaglia”, scritto, diretto e interpretato da Elio Germano.
E’ possibile consultare il programma nel sito

 

L'articolo “Lo spettatore digitale”: quinta edizione del Festival dello Spettatore ad Arezzo proviene da www.controradio.it.

Ballottaggi: Arezzo e Cascina tornano al voto in Toscana

Ballottaggi: Arezzo e Cascina tornano al voto in Toscana

Chiusura della campagna elettorale oggi in due piazze diverse per gli sfidanti al ballottaggio di Arezzo. Sprint finale prima del silenzio elettorale del sabato. Poi il voto: domenica 4 e lunedì 5 ottobre. Occhi puntati anche nella Cascina di Susanna Ceccardi.

Due i territori in Toscana al ballottaggio delle elezioni comunali 2020, Arezzo e Cascina (in provincia di Pisa). Gli orari delle votazioni sono gli stessi del primo turno (domenica dalle ore 7.00 alle 23.00 e lunedì dalle 7.00 alle 15.00) e può votare al ballottaggio anche chi non è andato alle urne due settimane fa. Esclusi invece i ragazzi che in questi 14 giorni abbiano compiuto 18 anni.

Sulla scheda elettorale,  sono riportati due rettangoli con i nomi dei due nomi in lizza per la fascia tricolore di primo cittadino e sotto ci sono i simboli delle liste che sostengono quella candidatura: al ballottaggio non si votano i consiglieri comunali (già scelti al primo turno), ma solo il candidato sindaco. Basta dunque tracciare un segno sul nome del candidato sindaco. Il 27 settembre è scaduto il termine ultimo per comunicare l’eventuale apparentamento delle liste. Ad Arezzo non c’è stato alcun apparentamento per il ballottaggio: i candidati sono Luciano Ralli per il centrosinistra (Pd e 4 liste civiche) e il sindaco uscente Alessandro Ghinelli per il centrodestra (sostenuto da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e due liste civiche). A Cascina il candidato del centrosinistra Michelangelo Betti è sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle e dalla lista civica legata ai pentastellati Lavoro Sviluppo Ambiente (che al primo turno avevano presentato Fabio Poli) e dalle due liste che correvano con Cristiano Masi; Leonardo Cosentini del centrodestra rimane sempre sostenuto da 4 liste, Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e una lista civica.

Nel capoluogo di provincia Ghinelli che al primo turno ha raccolto il 47,08%  sceglie piazza San Jacopo per il proprio evento di chiusura della campagna elettorale, con un comizio dalle 18  in solitaria senza big  sul palco.
In piazza Sant’Agostino, dalle 21, saranno Paolo Hendel ed Eugenio Giani a chiudere la campagna elettorale di Luciano Ralli, che ha raccolto al primo turno il 35,09%. 

L'articolo Ballottaggi: Arezzo e Cascina tornano al voto in Toscana proviene da www.controradio.it.

Grave operaio dopo caduta da tetto capannone nell’Aretino

Grave operaio dopo caduta da tetto capannone nell’Aretino

Un uomo di 38 anni, mentre era a lavoro, e’ caduto dal tetto di un capannone facendo un volo di diversi metri, grave.


L’incidente è avvenuto alle 8:47 a Terontola, nel comune di Cortona (Arezzo). Sul posto sono intervenute l’automedica della Valdichiana, un’ambulanza e l’elisoccorso Pegaso 1. Il 38enne ha riportato un trauma agli arti inferiori e ed è stato trasportato all’ospedale fiorentino di Careggi in codice rosso. Sul posto oltre ai carabinieri per i rilievi, i vigili del fuoco per la messa in sicurezza del luogo e il medico del Lavoro della Valdichiana.

L'articolo Grave operaio dopo caduta da tetto capannone nell’Aretino proviene da www.controradio.it.

Maestra positiva Covid-19, 20 bimbi in quarantena

Maestra positiva Covid-19, 20 bimbi in quarantena

Arezzo, una maestra è risultata positiva al Covid-19, e di conseguenazaventi bambini e alcuni insegnanti sono stati messi in quarantena.

La maestra è una 48enne di origine napoletana residente a Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, insegna alla scuola elementare Sante Tani di Arezzo.

Secondo le indagini Asl già espletate, avrebbe avuto contatti con venti bimbi e un paio di insegnanti già tutti allertati.

La scuola è sede di seggio, ma non ci sono problemi per lo svolgimento delle attività elettorali, dal momento che è stato provveduto alla sanificazione.

L'articolo Maestra positiva Covid-19, 20 bimbi in quarantena proviene da www.controradio.it.

Arezzo: pulmino contro albero, conducente accusata di omicidio colposo

Arezzo: pulmino contro albero, conducente accusata di omicidio colposo

Omicidio colposo plurimo, questa l’ipotesi d’accusa a carico della 40enne che era alla guida del pulmino finito fuori strada ieri sera poco dopo le 20 lungo la provinciale 28 della Fratta nel comune di Cortona (Arezzo).

Per cause in corso di accertamento la donna ha perduto il controllo del mezzo che si è schiantato contro un albero provocando la morte di due uomini e una donna.

Le vittime, tutti in cura presso una struttura locale, sono Ivan Osmeri, 45 anni di Passignano sul Trasimeno (Perugia), Selene Foschi, 43 anni di Livorno e Luigi Romano, 45 anni, originario di Napoli. Al bilancio vanno aggiunti due feriti in codice rosso trasferiti a Siena e tre in codice giallo portati all’ospedale San Donato di Arezzo.

Stando ad una prima ricostruzione, i disabili e l’accompagnatrice tornavano da una festa nel Senese: un gruppo è stato fatto scendere in una prima struttura, il secondo era diretto verso la seconda struttura quando, forse a causa del violento temporale in corso nella zona, la 40enne ha perso il controllo del mezzo finendo fuori strada.

La pioggia ha reso difficili gli interventi dei soccorritori, vigili del fuoco, 118 e carabinieri.

L'articolo Arezzo: pulmino contro albero, conducente accusata di omicidio colposo proviene da www.controradio.it.