Rottura tubo in una nave a Livorno, un ferito

Rottura tubo in una nave a Livorno, un ferito

Incidente sul lavoro nel porto di Livorno dove il direttore di macchine di una nave chimichiera, la Valle di Nervion, è rimasto ferito ad una mano, probabilmente a causa della rottura di un tubo ad alta pressione. Lo conferma la capitaneria di porto di Livorno.

L’incidente è avvenuto nelle prime ore di oggi all’interno della nave che si trova nello scalo livornese. L’uomo, un 41enne originario di Procida (Napoli), è stato dapprima trasportato all’ospedale di Cisanello (Pisa) e successivamente trasferito in a Firenze.

L'articolo Rottura tubo in una nave a Livorno, un ferito proviene da www.controradio.it.

Due Daspo e uno in arrivo per ultras livornesi

Due Daspo e uno in arrivo per ultras livornesi

Il questore di Ascoli Piceno ha adottato due Daspo e un avvio di procedimento, preliminare all’emissione della stessa misura, nei confronti di tre ultras livornesi per fatti avvenuti in occasione dell’incontro di calcio Ascoli-Livorno del 14 settembre. A carico dei tre è stata anche redatta un’informativa di reato alla Procura.

Daspo di 5 anni per un 38enne per aver roteato con fare minaccioso la cintura, con relativo obbligo di firma presso la Questura di Livorno, in quanto recidivo. Gli altri due invece sono stati identificati quali responsabili del lancio degli accessori di rubinetteria prelevata dai bagni del settore loro riservato: per un 33enne è stato emesso un Daspo di 3 anni, avvio di procedimento invece per un 24enne, già colpito da divieto per tre anni, notificate il 5 novembre ed emesso dal questore di La Spezia per gli incidenti al termine di La Spezia-Livorno del 27 febbraio 2019. Per lui, al termine dell’istruttoria sarà valutata la durata del Daspo da comminare per la condotta tenuta allo stadio Del Duca di Ascoli Piceno. Misura che a seguito dell’emanazione del decreto legge 14 giugno 2019 nr.53, convertito con legge 8 agosto 2019 nr.77 recante disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica, potrebbe arrivare sino a 10 anni per i soggetti già recidivi.

L'articolo Due Daspo e uno in arrivo per ultras livornesi proviene da www.controradio.it.

Indagati estremisti destra, pronti a partito nazista

Indagati estremisti destra, pronti a partito nazista

Sono 19 i decreti di perquisizione domiciliare eseguiti dalla Digos di Enna nei confronti di altrettanti estremisti di destra indagati per costituzione e partecipazione ad associazione eversiva ed istigazione a delinquere. L’inchiesta, avviata da circa due anni, è coadiuvata dagli omologhi uffici di Siracusa, Milano, Monza Brianza, Bergamo, Cremona, Genova, Imperia, Livorno, Messina Torino, Cuneo, Padova, Verona, Vicenza e Nuoro.

I 19 decreti di perquisizione domiciliare, nell’ambito dell’operazione ‘Ombre Nere’, sono stati emessi dalla Procura Distrettuale di Caltanissetta d’intesa con la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo. L’attività – diretta dalla Procura distrettuale di Caltanissetta- viene svolta sotto il coordinamento della Direzione Centrale Polizia di Prevenzione – Servizio per il Contrasto dell’Estremismo e del Terrorismo Interno e con la collaborazione del Servizio della Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Volevano costituire un movimento d’ispirazione apertamente filonazista, xenofoba ed antisemita denominato “Partito Nazionalsocialista Italiano dei Lavoratori”. E’ quanto emerso dalle indagini della Digos di Enna e del Servizio Antiterrorismo Interno che hanno portato oggi a 19 perquisizioni in tutta Italia nei confronti di altrettanti estremisti di destra. Sempre secondo le indagini, alcuni degli accusati avevano anche fatto riferimento ad una disponibilità di armi ed esplosivi e avevano condotto attività di reclutamento attraverso i propri account social.

Tra le persone coinvolte nel tentativo di creazione di un partito filonazista e antisemita c’è anche un pluripregiudicato calabrese, ex “legionario” ed esponente di spicco della ‘ndrangheta, con un passato da collaboratore di giustizia e già referente di Forza Nuova per il ponente ligure. E’ quanto emerge dalle indagini della Digos di Enna e del Servizio Antiterrorismo Interno che hanno portato oggi a 19 perquisizioni in tutta Italia nei confronti di altrettanti estremisti di destra.

L'articolo Indagati estremisti destra, pronti a partito nazista proviene da www.controradio.it.

Indagati estremisti destra, pronti a partito nazista

Indagati estremisti destra, pronti a partito nazista

Sono 19 i decreti di perquisizione domiciliare eseguiti dalla Digos di Enna nei confronti di altrettanti estremisti di destra indagati per costituzione e partecipazione ad associazione eversiva ed istigazione a delinquere. L’inchiesta, avviata da circa due anni, è coadiuvata dagli omologhi uffici di Siracusa, Milano, Monza Brianza, Bergamo, Cremona, Genova, Imperia, Livorno, Messina Torino, Cuneo, Padova, Verona, Vicenza e Nuoro.

I 19 decreti di perquisizione domiciliare, nell’ambito dell’operazione ‘Ombre Nere’, sono stati emessi dalla Procura Distrettuale di Caltanissetta d’intesa con la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo. L’attività – diretta dalla Procura distrettuale di Caltanissetta- viene svolta sotto il coordinamento della Direzione Centrale Polizia di Prevenzione – Servizio per il Contrasto dell’Estremismo e del Terrorismo Interno e con la collaborazione del Servizio della Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Volevano costituire un movimento d’ispirazione apertamente filonazista, xenofoba ed antisemita denominato “Partito Nazionalsocialista Italiano dei Lavoratori”. E’ quanto emerso dalle indagini della Digos di Enna e del Servizio Antiterrorismo Interno che hanno portato oggi a 19 perquisizioni in tutta Italia nei confronti di altrettanti estremisti di destra. Sempre secondo le indagini, alcuni degli accusati avevano anche fatto riferimento ad una disponibilità di armi ed esplosivi e avevano condotto attività di reclutamento attraverso i propri account social.

Tra le persone coinvolte nel tentativo di creazione di un partito filonazista e antisemita c’è anche un pluripregiudicato calabrese, ex “legionario” ed esponente di spicco della ‘ndrangheta, con un passato da collaboratore di giustizia e già referente di Forza Nuova per il ponente ligure. E’ quanto emerge dalle indagini della Digos di Enna e del Servizio Antiterrorismo Interno che hanno portato oggi a 19 perquisizioni in tutta Italia nei confronti di altrettanti estremisti di destra.

L'articolo Indagati estremisti destra, pronti a partito nazista proviene da www.controradio.it.

Ventuno operai irregolari scoperti in azienda a Livorno

Ventuno operai irregolari scoperti in azienda a Livorno

Ventuno lavoratori irregolari sono stati scoperti dalla guardia di finanza di Livorno in una società di stoccaggio veicoli, che opera nella zona portuale. Secondo gli accertamenti dei finanzieri i lavoratori, tutti italiani, erano sprovvisti di contratto o impiegati oltre gli orari contrattualizzati. All’amministratrice unica dell’azienda è stata applicata una sanzione amministrativa di ottomila euro.

Incrociando le dichiarazioni dei dipendenti dell’impresa con le rilevazioni degli ingressi sul posto di lavoro, fanno sapere gli investigatori, è emerso che l’impresa, una società con sede legale nella zona centrale di Livorno, ha utilizzato, nell’anno in corso, quattro lavoratori ‘in nero’, ossia privi di contratto e diciassette dipendenti ‘irregolari’, ovvero persone che avevano prestato attività oltre gli orari indicati nel Libro Unico del Lavoro.

Gli addetti alla movimentazione delle macchine si occupavano di ritirare i veicoli dalle bisarche provenienti soprattutto dalla Germania, tenerli in deposito sui piazzali, in attesa di destinarli presso varie concessionarie italiane.

L'articolo Ventuno operai irregolari scoperti in azienda a Livorno proviene da www.controradio.it.